Serie B: vincono Trapani, Bari e Pescara, pari Cagliari

421

serie bkt bianco

In chiave salvezza vittorie per il Lanciano (2-1 sul Novara), del Modena (3-0 al Perugia) e Livorno (1-0 con il Latina). Pari tra Ternana e Pro Vercelli (2-2)

La 37ª giornata di Serie B è la giornata delle conferme e delle sorprese.Il Cagliari non riesce a raggiungere il Crotone in testa alla classifica pareggiando con il Como, fanalino di coda. L‘Entella riporta in corsa per i playoff anche il Brescia perdendo sul campo delle Rondinelle. Riaperta anche la questione playout con le vittorie di Modena e Livorno. Il Trapani è alla 7ª vittoria consecutiva grazie al 3-1 esterno al “Partenio” con l’Avellino. Bene anche Pescara ( 0-1 con lo Spezia) e Bari che batte con l’identico punteggio l’Ascoli al “Del Duca”.

AVELLINO-TRAPANI 1-3

AVELLINO – Il Trapani non si lascia schiacciare dal fattore campo e si porta sull’1-0 al 5′ con Eramo che anticipa tutti sul passaggio rasoterra di Birasch Dopo 7 minuti dall’inizio della ripresa Scognamiglio anticipa tutti di testa e porta il Trapani sul 2-0. Ennesimo calcio piazzato sfruttato al meglio dalla squadra di Serse Cosmi e 7° gol in stagione per il difensore granata. L’Avellino prova a cambiare la gara inserendo Tavano in attacco al fianco di Castaldo. La partita dei padroni di casa, però, viene definitivamente compromessa dall’espulsione per doppia ammonizione di Rea che provoca anche un calcio di rigore. Scozzarella batte dal dischetto, ma la sua conclusione è debole e Frattali può intervenire negando la soddisfazione del gol al centrocampista avversario. A chiudere la partita ci pensa Petkovic dopo 1 minuto e al 73′ calcia una punizione pregevole che mette in ghiaccio la 7ª vittoria consecutiva per la squadra di Serse Cosmi che si candida fortemente per la Serie A. Castaldo accorcia le distanze al 78′ con un bel colpo di testa, una rete che vale solo per le statistiche.

BRESCIA-ENTELLA 2-0

BRESCIA – Il Brescia parte fortissimo e al 3′ Embalo colpisce la traversa con un colpo di testa che fa tremare la panchina dell’Entella. I liguri si svegliano prima della mezz’ora andando vicini al gol in tre occasioni con Iacoponi e Di Carmine. Alla fine, però, è il Brescia ad andare sull’1-0 grazie al destro al volo di Embalo che sorprende il portiere dell’Entella grazie a una deviazione decisiva di un difensore avversario. All’85 le rondinelle raddoppiano con la punizione di Mazzitelli, ma è determinante l’errore grossolano del portiere dell’Entella Iacobucci che trasforma un facile intervento nel suicidio della sua squadra. Il Brescia con questa vittoria si riporta in corsa per i playoff. Con 54 punti le rondinelle sono a sole 3 lunghezze proprio dall’Entella e dal Novara e a 4 dallo Spezia.

COMO-CAGLIARI 1-1

COMO – Il Cagliari domina dai primissimi minuti. Munari sfiora la rete al 6′, ma Scuffet è fortunato perchè il tiro finisce di poco sopra la traversa. Anche Sau avrebbe la palla per portare in vantaggio i sardi, ma la sua conlcusione è imprecisa e a tu per tu con il portiere non riesce a inquadrare la porta. Ma è ancora Alessandro Deiola a segnare il gol dell’1-0 colpendo di controblazo dall’angolo di Fossati. Il Como esce dagli spogliatoi con il piglio giusto, iniziando il secondo tempo con aggressività e mettendo alle strette il Cagliari. Solo un’ottima parata di Storari impedisce a Bessa di trovare il gol del pareggio con una potente conclusione da fuori area. Alla fine, però, il Como riesce a riequilibrare il match grazie al gol di Cristiani che sfrutta la dormita di Murru sul cross dalla sinistra del solito Bessa. Il Cagliari perde quindi l’occasione per recuperare lo svantaggio sul Crotone e si ferma a due punti di svantaggio.

LANCIANO-NOVARA 2-1

LANCIANO – Torna al successo la Virtus Lanciano che al Biondi piega il Novara 2-1 grazie ai gol di Marilungo e Di Francesco, marcatura piemontese siglata da Galabinov. Le reti sono state siglate tutte nel primo tempo. Prima frazione veramente da incorniciare per la squadra di Maragliulo che per la mole di gioco create e le occasioni avute avrebbe potuto dilagare. La marcatura ospite ha tenuto in partita gli ospiti creando forse qualche sofferenza di troppo nel finale ai frentani.

LIVORNO-LATINA 1-0

LIVORNO – Bel Livorno in avvio, solamente la grande prestazione del portiere Ujkani, infatti, tiene a galla il Latina. Gli amaranto schiacciano gli avversari in difesa e provano in tutti i modi a trovare il gol del vantaggio, ma sulla loro strada si scontrano con l’estremo difensore avversario, protagonista con alcuni interventi fenomenali. Al 42′ il Livorno beneficia di un rigore totalmente inventato dall’arbitro per un fallo di Oliveira che interviene palesemente in anticipo: sul dischetto si presenta Vantaggiato che non sbaglia, ma il Latina ha di che lamentarsi. Il Livorno guadagna 3 punti preziosissimia in vista dei playout, mentre il Latina, con questa sconfitta, viene riportata in piena corsa salvezza.

MODENA-PERUGIA 3-0

MODENA – Il Modena passa in vantaggio grazie a Granoche al 28′. L’attaccante uruguaiano segna al primo pallone giocabile con un colpo preciso da calcio d’angolo. Dopo 3 minuti il Diablo si ripete ribattendo in porta dall’intervento scomposto di Rosati sul calcio di rigore battuto dalla stessa punta e mette referto la prima doppietta stagionale. Al 75′ Granoche mette a segno la tripletta personale. Il gol viene subito annullato, ma l’arbitro interviene sulla decisione del guardalinee e concede il triplo vantaggio ai gialloblù. Il Modena si porta a 39 punti e può ancora sperare nella salvezza diretta. Il Perugia, salvo, saluta la corsa playoff.

SPEZIA-PESCARA 0-1

LA SPEZIA – Ancora lui,ancora Lapadula. Il Pescara espugna il “Picco” di La Spezia per 1-0 grazie al solito sigillo del capocannoniere del campionato con 23 gol. Il Pescara, con questa vittoria, resta a meno due dal terzo posto mentre per lo Spezia una brutta battuta d’arresto. Il gol partita viene siglato al 44′ con uno splendido colpo di testa di Lapadula su assist di Zampano. Nella ripresa lo Spezia si getta in avanti ma vanamente.

SALERNITANA-VICENZA 0-0

SALERNO – A fare la partita sono gli ospiti. Il Vicenza mette in serio pericolo la difesa della Salernitana che non riesce a uscire dalla pressione dei biancorossi. La Salernitana entra in campo nel secondo tempo con le giuste motivazioni e si avvicina alla rete del vantaggio con Donnarumma, ma il portiere dei veneti mette in angolo con un intervento spettacolare. Un punticino a testa che fa comodo al Vicenza e affossa la Salernitana dopo le vittorie di Modena e Livorno.

ASCOLI-BARI 0-1

ASCOLI –  L’Ascoli crea più occasioni, ma è il Bari a passare in vantaggio alla mezz’ora grazie all’autogol di Cinaglia che interviene maldestramente sul calcio d’angolo di Rosina, provando ad anticipare la rovesciata di Tonucci. Nel secondo tempo la partita si innervosisce. Petagna viene espulso per uno spintone ad un avversario e Perez viene ammonito per la reazione nei confronti di Donkor. Il Bari vince la partita e guadagna 3 punti fondamentali per mantenere il 3° posto minato dalla 7ª vittoria consecutiva del Trapani. L’Ascoli, nonostante un’ottima prestazione, dopo questa sconfitta deve guardarsi le spalle dal rientro di Modena e Pro Vercelli.

TERNANA-PRO VERCELLI 2-2

TERNI – Dopo un primo tempo privo di emozioni la ripresa inizia con il 5° gol in stagione di Furlan che arriva prima di tutti sull’assist di Falletti dalla destra. L’esterno della Ternana interviene indisturbato al centro dell’area e segna un gol che potrebbe rivelarsi fondamentale per chiudere il discorso salvezza dei rossoverdi. La Pro Vercelli reagisce al 65′, ma il gol dell’1-1 di Marchi è da posizione di fuorigioco e l’arbitro annulla la rete dell’eventuale pareggio. Al 75′ la Pro Vercelli pareggia con Ardizzone e dopo 30 secondi raddoppia e ribalta il risultato con un bel tiro da fuori area. Succede tutto in 2 minuti perchè la Ternana beneficia di un calcio di rigore per un fallo di Troianiello all 77′: sul dischetto si presenta Vitale e porta il risultato sul 2-2. Ternana e Pro Vercelli si dividono un punto fondamentale nella corsa alla salvezza.

Articoli correlati