Serie C, Ghirelli: “Abbiamo lavorato con Spadafora fino alle 2 di notte”

200

Le parole del presidente della Serie C Francesco Ghirelli nel corso di un’intervista rilasciata sulla pagina Instagram di Tuttoc.com.

ROMA – Il presidente della Serie C Francesco Ghirelli ha rilasciato un’intervista sulla pagina Instagram Tuttoc.com. Queste le sue parole: “Il vero problema è rimettere in linea di galleggiamento le 60 società. Avevamo lavorato sulle regole, avevamo fatto grandi passi avanti e stavamo lavorando sulla sostenibilità economica. Poi è arrivato questo virus che ha scatenato una tempesta, e ci siamo ancora dentro. Bisogna acquisire subito ammortizzatori sociali come la cassa integrazione e poi avere della liquidità per reggere questo transito. Il rischio è che questo sistema sociale si possa sfaldare”.

Sulla proposta di Galliani ha dichiarato: “Quando una proposta arriva da un manager come Galliani non possiamo che metterci in ascolto, condizione che forse abbiamo perso in questo Paese. Prevede un elemento mancato in questi anni che per noi è essenziale, fare sistema. Io al mio amico Galliani, in tal caso, come Garibaldi a Teano Obbedirei”. E sul lavoro da fare con il Ministro Spadafora ha aggiunto: “Sa perfettamente che abbiamo bisogno di interventi immediati, abbiamo lavorato fino alle 2 di questa notte per un provvedimento, sperando vada in porta. Con il Cura Italia 2, previsto tra il 10 e il 13 aprile, contiamo di avere spostamento e slittamento dei contributi, dei canoni per rateizzarli almeno fino a novembre. E poi come secondo provvedimento contiamo nel Salva Calcio, fondo che si potrebbe creare con l’1% delle scommesse sportive, dalla cassa deposito e prestiti e dalle risorse che sta cercando il presidente della FIGC Gravina”.