Shakhtar Donetsk – Monaco su Prime Video e intervista a De Zerbi

46

Shakhtar Donetsk Monaco cronaca diretta live risultato in tempo reale

KHARKIV – In vista del match di ritorno del Playoff di UEFA Champions League tra lo Shakhtar Donetsk (UKR) e il Monaco (FR), in diretta esclusiva su Prime Video questa sera dall’OSC Metalist Stadion di Kharkiv in Ucraina. Di seguito alcuni passaggi dell’intervista a Roberto De Zerbi, allenatore dello Shakhtar Donetsk. Ricordiamo che l’intervista sarà parte dello show pre-partita in streaming live dalle ore 20:30, ed è già disponibile in versione integrale su Prime Video.

cronaca di Shakhtar Donetsk – Monaco

“La scelta di venire ad allenare lo Shakthar mi rispecchia al 100%. Non sarei mai andato via da Sassuolo se ci fossero stati i presupposti, se avessi saputo che erano diversi i piani. Mi sento italiano, tornerei volentieri, seguo e mi manca il campionato, ma poi mi scontro con una cultura calcistica che non è la mia. Che però sta cambiando come dimostrano Mancini e tanti bravi allenatori giovani”.

“Sarri si è detto dispiaciuto perché sono andato via dall’Italia? Ho sentito la sua intervista, mi ha emozionato”.

“L’europeo è tutto di Mancini, ma io sono orgoglioso dei ragazzi che ho cresciuto al Sassuolo (Berardi, ma soprattutto Locatelli e Raspadori) e hanno vinto europeo. Vedere una crescita analoga è un emozione che può provare solo un professore, oltre a un allenatore. Per me è una soddisfazione che vale come un titolo”.

“Stare all’estero è una esperienza che arricchisce, ho trovato la società più simile a me. Qui la comunicazione con due interpreti (uno ucraino uno portoghese per i brasiliani ndr) è un casino. Ma sento il rispetto nei miei confronti, tanto che alcuni giocatori stanno imparando l’italiano…”.

“Dobbiamo giocare contro il Monaco come se la partita dell’andata non fosse esistita. Siamo la squadra più giovane della Champions League. Per passare il turno dobbiamo divertirci”.

Articoli correlati