Spagna-Repubblica Ceca 1-0 analisi tattica e cronaca

471

tappetino spagna

Euro 2016, Spagna-Repubblica Ceca 1-0: analisi tattica e cronaca

La Spagna, fatica non poco contro la Repubblica Ceca, come da pronostico. Gli uomini di Del Bosque giocano un primo tempo anonimo e con pochissime occasioni da gol, finendo nella morsa tesa da Vrba. Del Bosque schiera il consueto 4-3-3, dando fiducia all’uomo del momento, Nolito (12 gol in stagione nel Celta), al fianco di Morata e Silva. Alla “Roja”, però, mancano terribilmente le idee. Il ritiro di Xavi ha creato un vuoto in mediano che Fabregas, reduce da un’orrida stagione nel Chelsea, non è riuscito a colmare. Mancano anche le sovrapposizioni sulle fasce, dato che, nè Juanfran, nè Jordi Alba riescono ad arrivare con continuità sul fondo.

Vrba schiera la sua squadra con un il 4-2-3-1, che, in realtà è un 4-5-1, dato che Rosicky, Krejcl e Gebre Selassie sono molto bassi, facendo densità a centrocampo. In tutto il primo tempo l’unica occasione è una conclusione di Morata su cross di Silva che finisce tra le mani di Cech (16′). Il primo tempo recita: Spagna-Repubblica Ceca 0-0

DECIDE PIQUÉ – La ripresa di Spagna-Repubblica Ceca è più vivace. I campioni d’Europa in carica hanno un moto d’orgoglio e provano a impensierire Cech due volte in un minuto: prima (46′), Hubnik rischia l’autogol su cross di Morata, poi, (47′), sul successivo angolo, Nolito e Ramos non trovano il guizzo.

La Repubblica Ceca, però, non sta a guardare come nel primo tempo e inizia ad affacciarsi dalle parti di De Gea. Al 57′ Hubnik per poco non trova la deviazione vincente, mentre, otto minuti dopo, è Fabregas a salvare sulla linea un  colpo di testa Gebre Selassie  sugli sviluppi di un corner.

Del Bosque si gioca anche la carta Thiago Alcantara per uno spento Fabregas, ma gli attacchi delle Furie Rosse sono disordinati e confusi. Vrba toglie uno stremato Necid (zero occasioni, ma gran lavoro in copertura) per il più fresco Lafata, provando a giocare lo scherzetto in contropiede (75′), mentre Iniesta cerca di spronare i suoi verso la vittoria (80′). Del Bosque butta dentro Pedro (81′) per Nolito, mentre Vrba si copre con Sural per Gebre Selassiè. Alla fine, ci vuole il solito gol u calcio d’angolo di Piquè (87′), su cross di Iniesta per far esultare i campioni in carica. Il finale recita Spagna-Repubblica Ceca 1-0

SPAGNA NON CONVINCE – Gara brutta da parte della Spagna, imbrigliata da una Repubblica Ceca ordinata, ma nulla più. Del Bosque dovrà riflettere parecchio su come la sua squadra ha giocato. L’impressione è che si è perso molto dello spirito battagliero che permise a Iniesta e compagni di vincere le ultime due edizioni. Questa squadra non fa paura.

DESCRIZIONE DEL GOL

Gol di Piquè (1-0): Cross con il contagiri di Iniesta dalla sinistra, Piqué si smarca al centro dell’area e batte Cech di testa.

Articoli correlati