Spal, dopo Kurtic si fa sul serio per Mancini

La Spal, dopo quarantanove anni di militanza nelle categorie minori, non vuole correre il rischio di dover abbandonare la Serie A nel prossimo giugno. Per questo é tra le squadre più attive sul mercato. Dopo Kurtic si attendono nuovi colpi

Spal, dopo Kurtic si fa sul serio per ManciniFERRARA – Quando si torna nella massima categoria dopo 49 anni, con una doppia promozione e dopo che appena cinque stagioni fa si militava in Serie D l’obiettivo stagionale non può essere altro che quello di rimanerci. A tutti i costi. E la Spal quell’obiettivo finora lo sta centrando. Finisse oggi il campionato, la squadra di Semplici con la sua quartultima posizione a quota 15, sarebbe salva. La società di Ferrara, però, non vuole rischiare, e in questa prima parte di calciomercato è sicuramente tra quelle che più fa sul serio.

Ieri c’è stata l’ufficializzazione del primo acquisto. Jasmin Kurtic, centrocampista nazionale sloveno classe 96 arrivato dall’Atalanta in biancazzurro a titolo temporaneo, fino al 30 giugno 2021, con obbligo di riscatto. Nell’operazione è rientrata anche la cessione a titolo di definitivo di Boukary Dramè, difensore senegalese classe ’85.

In queste ultime ore invece il club estense sta cercando di chiudere per un altro giocatore dell’Atalanta: Gianluca Mancini. Stando a quanto riportato da Sky Sport il club biancazzurro sarebbe al momento in vantaggio sul Sassuolo. In parte in virtù della fitta rete di rapporti intercorsa in questi giorni con il club orobico in parte perchè disposto ad accogliere il difensore classe ’96 in prestito, contrariamente alla società neroverde, che vorrebbe un trasferimento definitivo.

Per rafforzare la difesa si guarda anche a Sebastien De Maio, difensore classe ’87 del Bologna, a Thiago Cionek, classe ’86 del Palermo e a Kevin Bonifazi, classe ’96 del Torino.

Viviani e Lazzari dichiarati incedibli

Sul fronte delle cessioni, tutto fermo dopo la partenza di Oikonomou, andato in prestito al Bari. Sarebbero infatti stati dichiarati incedibili dall’allenatore Semplici i due giocatori più appetibili: Viviani e Lazzari