Spalletti: “Dobbiamo dare fiducia e Dzeko, Sabatini sbaglia a lasciare”

309

ROMA – “Io vi spiego tutto, son qui apposta. Nel primo tempo siamo stati in difficoltà perché abbiamo perso troppi palloni, abbiamo gestito male e abbiamo fatto meno, loro sono stati bravi a gestire la palla perché anche loro avevano qualità in campo, cosa che a voi sembrava fosse una difficoltà, per l’Inter invece dava un contributo in più. Poi nel ritrovare l’ordine di squadra, nell’andare a incastrarsi con loro, in queste posizioni, abbiamo fatto un po’ più di fatica, perdere e riconquistare il pallone ha un peso. Edin è entrato bene, ha fatto il suo lavoro, ha schiacciato la squadra, anche se loro si erano chiusi un po’ di più, lui ha messo la sua fisicità a disposizione della squadra e ha fatto cascare palla lì, è stato importante. De Rossi, siccome eravamo in preda all’entusiasmo di vincere la partita, e per certi versi ce l’eravamo meritata, perché voglio vedere cosa si dice sul 2-1, Mire e Nainggolan liberavano sempre palla, che diventava pericoloso perché loro lasciavano sempre la punta, io non volevo perdere la partita, ho chiesto a Daniele, è entrato come un ragazzino, l’ho vista in questa maniera. Chiedo scusa se ho offeso qualcuno a fare una sostituzione a un minuto dalla fine. La regola è che si può sostituire tre giocatori.

Cosa dice un allenatore a Dzeko? Secondo me Dzeko è entrato bene, avevano già scelto di abbassarsi, prima erano più aggressivi, anche se è passato poco tempo il sapore era questo. Lui è entrato e ha contribuito a poter mettere palla in più, se giochi sempre palla in terra rischi di prendere un anticipo e un ribaltamento di fronte. È stato bravo nel passaggio a Nainggolan, per me è un passaggio scelto. Siamo stati un po’ sfortunati, eravamo un po’ garrosi di portarla a casa, abbiamo perso un po’ d’ordine ma ci sono state situazioni che non so come potevano finire. Mi ci pongo bene, ha ricevuto due legnate, è da premiare, però non è riuscito volendo rimanere in piedi per forza. Poi si prova a imbastire anche un ragionamento per mettere qualcosa in più. Risoluzione del contratto di Sabatini? Il commento è che ha sbagliato. Sabatini è uno di quelli che ha contribuito a fare questa serie di risultati importanti, come se viene un calciatore e dice di voler andare via. Incominciamo a disperdere forze, che discorso è? Non è un modo di ragionare corretto, Walter lo sa. Quello che si farà il prossimo anno tutti insieme, perché parte da lì, lo dobbiamo guadagnare ora. Lì poi ci si incomincia a costruire o a rattoppare la prossima stagione. Emerson Palmieri? Lei lo conosce? Sa che qualità ha? Esterno offensivo, piede eccezionale, ha qualità per mettere palloni dentro, Digne aveva speso molto, Emerson è arrivato sul fondo.

Nel primo tempo non eravamo riusciti a far valere la superiorità nella metà campo, con Mire più basso e Nainggolan più a interpretare la posizione. Difficoltà in marcatura di Florenzi? Non è riuscito a fare la sua partita, se difende va in difficoltà, se attacca manda in difficoltà chi ha davanti. Florenzi non è un terzino da difesa, se riesce a fare quello che gli viene chiesto e diventare tornante, l’altro non può mettere sul piatto le sue qualità. Le cose che non facciamo noi, troveremo qualcuno che le fa. Se dirò ai miei uomini che è stato fatto un passo indietro? Dirò ai miei calciatori, ai miei uomini, che hanno fatto una grande partita, un grande risultato, una grande reazione. Non essendo abituati ad andare sotto, non sapevo che reazione potessero avere. Stasera ce l’hanno fatta vedere. È una squadra del nostro livello l’Inter. Inter, Milan, Juventus, Napoli… la Fiorentina ha un po’ meno ed è quindi la più brava di tutte. Secondo voi l’Inter è contenta? Se sono meno forti sono contenti. Noi dovevamo vincere il campionato? Quindi loro sono contenti dei punti che hanno? Chiediamolo al presidente un’altra volta… dipende da che parte si vuole sbilanciare la cosa. La Roma e l’Inter sono buone squadre, possiamo rigiocarla con chi gli mancava. Orsato? Ci hanno mandato 5 internazionali di assoluta qualità, va bene così. Sono contento della tensione che hanno avuto, ho visto l’episodio ma è difficile da vedere quella mano, secondo me se Orsato la vede te la dà”.