Stramaccioni: “Nella ripresa abbiamo utilizzato bene le nostre armi migliori”

Niente sala conferenze dopo Inter-Verona per Andrea Stramaccioni, che si concede ai microfoni e ai taccuini dei giornalisti direttamente in mixed zone. Ecco le sue dichiarazioni più significative: “L’Inter a questa competizione ci teneva, lo ha dimostrato giocando secondo me un buon finale di primo tempo e un ottimo inizio di ripresa. Non eravamo partiti bene, troppo lenti, complice anche l’ottimo atteggiamento del Verona. Secondo me nel secondo tempo abbiamo utilizzato bene le nostre armi migliori.

Domanda di FcInterNews.it: è soddisfatto della prestazione di Alvarez?
“Molto, l’unica cosa di cui non sono soddisfatto di Ricky è il fatto di non riuscire a utilizzarlo con continuità. Poverino, ha avuto infortuni che gliel’hanno tolta. È uno di quei giocatori che può darci qualità, il suo recupero è importante. Credo anche che stia benissimo, considerati alcuni scatti al 90esimo”.

Cosa è successo a Castellazzi?
“Ricadendo dopo una parata gli è uscita la spalla dall’asse, hanno provato a rimetterlo dentro ma non si poteva. Prima mi ero accertato che fosse solo una botta, invece dopo è fuoriuscita la spalla. Prima di allarmarci aspettiamo gli esami clinici che saranno in fretta. Sabato di certo non recupererà”.

Conti di avere Guarin sabato?
“Guarin è squalificato, aspettiamo serenamente l’esito del ricorso. Se sarà in campo sarà un bene perché è uno dei giocatori più in forma”.

Sneijder conti di trovarlo nel 2013?
“Sono sicuro che Wesley tornerà ad allenarsi bene come sa, sicuramente si risolverà al meglio questa situazione”.

Hai tremato quando sei rimasto senza portiere?
“Eravamo anche in dieci, Rodrigo ha trasmesso pochissima sicurezza nel guardarlo, poi quando gli arrivava la palla un po’ per fortuna e un po’ per reattività ha fatto un paratone”.

Altra domanda di FcInterNews.it: come giudica la prestazione di Duncan all’esordio dal primo minuto?
“Secondo me è andato molto bene, mi è spiaciuto non poterlo schierare in Europa League e dargli quella visibilità. In campionato la concorrenza era tanta. Alfred ha dimostrato di essere un profilo di primo livello, vedremo se rimarrà con noi o andrà a fare esperienza altrove a gennaio”.

Dopo Lazio-Inter ha detto che non siamo più forti degli episodi. Voleva sottolineare un limite caratteriale?
“No, giudico la prova di Roma positiva, poi in Italia il risultato conta più della prestazione. Credo che l’Inter abbia giocato bene, ho detto quella frase riferendomi ai pali, alle occasioni, al rigore non giudicato tale. Ho detto in modo sereno che non siamo stati più forti di quanto accaduto. Se vinciamo o perdiamo poi cambia totalmente la prestazione”.

[Costantino/Garau – Fonte: www.fcinternews.it]