Superlega, Gravina: “La Juventus rientrerà, disponibilità di Agnelli”

32

FIGC

Le parole del presidente della Federcalcio a margine dell’incontro con il Comitato Regionale Lombardia della Lega Nazionale Dilettanti.

MILANO – Gabriele Gravina, presidente della FIGC, è tornato a parlare dalla possibile esclusione della Juventus dal campionato di Serie A. Queste le sue parole nel corso di un incontro del Comitato Regionale Lombardia della Lega Nazionale Dilettanti: “Con la Juventus i rapporti sono buoni, ho avuto un colloquio molto positivo con Agnelli ieri. Non mi impegno ad essere mediatore, la Juve deve rispettare le regole del gioco, scolpite in maniera chiara nel nostro statuto nazionale che si ispira a quello della UEFA. Alternativamente non è una scelta federale ma di altri che vogliono stare fuori dal nostro sistema. L’iscrizione al campionato è una deadline a cui non si può derogare, chi si iscrive accetta lo statuto e lo sottoscrive. Mi auguro di arrivare in maniera amichevole e serena a quella deadline. Il campionato ha bisogno di tutte le forze in campo”.

Il presidente della Federcalcio ha, poi, aggiunto: “Ceferin? Stiamo cercando di allentare le tensioni generate da un progetto alternativo. Il tempo deve essere nostro alleato, più giorni passano più le posizioni si riavvicinano. Spero che le parti allentino le tensioni. Credo che il presidente Agnelli abbia dimostrato disponibilità al dialogo e a tornare in alcuni principi che lo hanno sempre contraddistinto. La decisione della UEFA non spetta a me. Non fa bene parlare del problema Super League. È superato. Ma per quanto riguarda la mia sensibilità è un tema molto caldo. Sarebbe assurdo dire che va tutto bene e che la Super League è solo una boutade. E’ stato un grido d’allarme da accogliere e sul quel grido si deve costruire l’antidoto giusto per dare al calcio progettualità e aspetto innovativo e un aiuto al controllo gestionale più attivo”.

Articoli correlati