Testa a testa Novara-Roma: Rosi-Gemiti, Rigoni-De Rossi, Burdisso-Meggiorini

242 0

Questa settimana stando alle probabili formazioni di Novara-Roma, gara valida per l’11ªgiornata di Serie A 2011/2012, che si disputerà sabato alle ore 20:45 allo stadio Piola

di Novara e salvo esclusioni dell’ultimo momento proviamo a tracciare, anche quest’oggi, un’analisi della partita. Analisi fatta tramite il profilo dei giocatori del Novara che dovrebbero essere uomini chiave per il gioco della squadra, in contrapposizione ai giocatori giallorossi che dovranno far valere le loro caratteristiche nelle zone nevralgiche del campo. Ecco per questo turno di campionato i protagonisti del TESTA A TESTA di oggi:

ROSI – GEMITI: Il primo probabile scontro riguarda il terzino destro per la Roma Aleandro Rosi e per la fascia sinistra del Novara il tedesco di origini italiane Giuseppe Gemiti. Un testa a testa simile a quello fatto nella partita con il Milan (Abate – Angel), ma con un Gemiti forse più bravo nel coprire che nel ripartire. Questo dato di copertura non è consolidato dai risultati difensivi della squadra che ha subito il maggior numero di gol (17 con una media di 1.89 gol a partita) del campionato insieme al Parma. Il gioco del terzino del Novara sarà prettamente quello di coprire e aiutare la difesa centrale dalle possibili incursioni del giovane giallorosso che fa nel dribbling e nella progressione nel lungo spazio la sua arma migliore. Un dato che potrà pendere verso Gemiti sarà la sua buona attitudine nel recuperare palloni, anche nei contrasti aerei benchè Rosi sia fisicamente più strutturato (184 cm, 80 kg su 176 cm e 70 kg di Gemiti).

Il tedesco potrà sfruttare la sua resistenza fisica (9 presenze con 702 minuti giocati) nei momenti di pausa romanisti cercando di attaccare gli spazi con il suo mancino come contro il Siena dove è risultato decisivo nel risultato finale (1-1) segnando dalla destra del limite dell’area lasciando partire un tiro che si infilò sotto l’incrocio dei pali. Rosi quindi dovrà limitare alcune amnesie difensive in determinati momenti della partita cercando aiuto nel raddoppio dei compagni di reparto.

RIGONI – DE ROSSI: Il secondo scontro riguarda due italiani accumunati dal carattere grintoso e trascinatore, questi si vedranno di fronte nella parte offensiva del Novara (e viceversa difensiva per la Roma) grazie alla possibile posizione avanzata a trequartista di Marco Rigoni da parte di mister Tesser. Rigoni  principalmente un centrocampista centrale è stato adattato a trequartista e persino ala destra. Il giocatore ricopre la trequarti grazie alle sue buone propensioni offensive nell’ultimo tocco verso il compagno da mandare in gol. Quest’anno è fino ad oggi la rivelazione del Novara che pur non viaggiando in ottime posizioni di classifica (terz’ultima posizione a 7 punti, davanti solo a Lecce e Cesena) vanta di un giocatore che ha fatto 4 gol (due gol all’ Inter e uno al Catania) in 8 partite su 702 minuti giocati conditi da 4 assist, inoltre infallibile dal dischetto (100% di realizzazione finora, battendo Julio Cesar, Andujar e Benassi). De Rossi avrà il compito di bloccare il centrocampista essendo quindi il fulcro del gioco dove dovrebbe girare la squadra, cercando di ripartire velocemente creando superiorità numerica con l’avanzamento dei laterali bassi giallorossi e gli inserimenti dei centrocampisti avanzati.

BURDISSO – MEGGIORINI: Nell’ultimo confronto abbiamo preso in considerazione il centrale giallorosso Burdisso e l’attaccante del Novara Meggiorini (ad oggi in vantaggio su Morimoto nel partire dal 1° minuto di partita). Fino ad ora l’attaccante ha messo a segno una rete su otto presenze (Novara-Inter 3-1, gol al 38” minuto), un ruolino di marcia negativo, giustificato anche dal suo ruolo molto adattato al centro dell’attacco essendo invece un esterno destro o una seconda punta. Burdisso dovrà stare attento alla caratteristica dell’attaccante di svariare nell’area grazie alla sua duttilità, effettuando una marcatura su tutta la zona centrale. Inoltre l’argentino non dovrà sottovalutare i cross dagli esterni, essendo il Novara la squadra ha effettuato finora più cross su azione (223). Proprio su uno di questi cross  nella partita contro il Lecce del turno scorso Meggiorini si è visto annullare un gol dubbio dopo una rovesciata capolavoro dimostrando di avere buone capacità balistiche e tecniche non accompagnate dalla continuità.

[Giovanni Gallo – Fonte: www.forzaroma.info]