Tim Cup: Cagliari a Torino per ben figurare

Il dubbio su come il Cagliari avrebbe affrontato la trasferta di Coppa Italia in casa della Juventus è stato risolto dalla lista dei convocati. Non partono per Torino Astori, Ariaudo, Pisano, Avelar, Conti, Nainggolan, Cossu, Sau e Nenè. Quanto basta per capire, comprensibilmente, che la testa è già a Parma, da dove non si potrà tornare a mani vuote.

Si va a Torino, dunque, con la voglia di mantenere la tasta alta di fronte a un ambiente caloroso, ma le speranze di festeggiare sono ridotte al lumicino. Ivo Pulga non vuole però fare la vittima sacrificale (“Non partiamo battuti. Vogliamo giocarcela”.) ma elogia l’ambiente dello Juventus Stadium. “Piacerebbe anche a me scendere in campo, in quell’ambiente, in quell’atmosfera – dice Ivo Pulga in conferenza stampa – Sarà un grande appuntamento. La Juventus utilizzerà le seconde linee, ma quei nomi potrebbero giocare titolari in qualsiasi altra squadra”.

Sarà un Cagliari molto simile a quello visto contro il Pescara. La squadra ha convinto, anche se l’avversario sarà di tutt’altro rango, ed è soprattutto il campionato a tenere banco. Pulga non si mostra preoccupato per il cocente k.o. di domenica scorsa, confidando sul gioco offerto dal Cagliari anche contro il Chievo. “Solo a Udine la prova è stata negativa, negli altri incontri la prestazione mi ha soddisfatto, non abbiamo fatto risultato solo per un pizzico di sfortuna. Avremmo meritato di raggiungere 20 punti. Vorrà dire che ci riprenderemo nelle prossime gare quel che abbiamo perso in precedenza, mettendoci ancora più corsa, determinazione, concentrazione e grinta. Alla squadra ho comunque poco da rimproverare”.

[Fabio Frongia – Fonte: www.tuttocagliari.net]