Tim Cup, Lazio-Siena 5-2 (dcr): Carrizo decisivo ai rigori

logo-lazioDi cartello ha solo il figliol prodigo. Di cartello la partita ha ben poco altro, ottavi di finale di Coppa Italia, Lazio-Siena è già clima natalizio, auguri di Natale da parte della squadra,  tempo perfeto per giocare a calcio. Le motivazioni al Siena non mancano: Serse Cosmi ha appena lasciato il posto a Giuseppe Iachini. Petko schiera a sorpresa tra i pali Carrizo, e il figliol prodigo Diakitè. Cana e Ciani completano il reparto difensivo, centrocampo a 5 con Hernanes affiancato da Onazi e Brocchi, incursori sulle fasce Lulic e Cavanda a supportare le due punte, altra novità, Floccari Kozak.

MATCH – Al 6′ minuto prova subito Ciani ad impensierire Farelli, senza successo. La partita scorre senza drammi, finchè alla mezzora Floccari inventa un tiro al volo, e Farelli è costretto alla deviazione in angolo. Siena non particolarmente propositivo, le uniche emozioni vengono dalla Curva, presente nonostante l’orario infelice. Poche emozioni, cori amarcord per Salas, Simeone, e l’arbitro manda tutti a riflettere su come rompere la noia generale. Secondo tempo sulla falsariga del primo: primi 10′ di completa inattività per i portieri, unico spunto l’ingresso di Larrondo per Bogdani. Poi il dramma difensivo al 56′: Valiani  va al tiro colpevolmente solo in area, Carrizo si supera, Ciani per rinviare tira addosso a Cana, e la palla beffarda entra in rete. Uno a zero Siena, senza aver particolarmente meritato, con tanta buona sorte a baciare la lupa senese. Il Siena al 61′ sfiora il raddoppio: Belmonte va al tiro, sbilenco. Petkovic ricorre all’artiglieria pesante: dentro Ledesma e Mauri, out Onazi e Brocchi. Prova Hernanes a riscattare una prestazione anonima: il suo tiro finisce alto. Il neontrato Larrondo arriva in solitaria, Ciani lo marca da vicino, la conclusione è debolissima e non mette in difficoltà Carrizo.

Out Valiani, dentro Bolzoni, la Lazio preme, in cerca del pari. Palloni gettati alla rinfusa in area, senza particolari pericolosità fino all’81’: Kozak viene imbeccato in area, controlla bene, cade in area: per l’arbitro Giacomelli non è rigore. Diakitè out, dentro il Primavera Antonio Rozzi, 3 punte per cercare il pareggio. Proprio il baby biancoceleste prova la conclusione all’84’, dopo una percussione di Floccari, senza inquadrare la porta. Out D’Agostino per Rodriguez. La fine del match si avvicina inesorabile, 5′ minuti di recupero per vedere una punizione di Ledesma troppo debole e sul portiere, e un’altra palla gol clamorosa per Larrondo: Carrizo evita il raddoppio degli ospiti. Sembra tutto scritto: eliminazione e vergogna. Dalla destra parte l’ultimo cross di Cavanda, vola in area Ciani, più alto di tutti, e la rete si gonfia. Pareggio all’ultimo respiro, 1 a 1 che regala i supplementari ai biancocelesti nonostante probabilmente la Lazio stia giocando la peggiore partita della stagione. Proprio lui, non aveva convinto all’inizio, tanto ambientamento, proprio Ciani vola in cielo e pareggia il conto, primo gol in biancoceleste.

Primo tempo supplementare, palla dentro, Reginaldo tira, è alta. Al centesimo minuto prova Hernanes a rianimare i supplementari, senza esito. Finisce il primo tempo supplementare, nel secondo c’è spazio per un miracolo di Carrizo su Vergassola solo di fronte al portiere, l’ammonizione per Belmonte, e poco altro. Si va ai rigori, la lotteria di Natale è servita. Secondo rigore per il Siena, dopo i gol di Mauri e Belmonte, e Vergassola sbaglia: Carrizo para. Segna anche Floccari, e sul rigore di Larrondo vola Carrizo: secondo rigore parato, pallone decisivo per Kozak. Il ceco sbaglia, Farelli para, ma il pallone beffardo si insacca lo stesso. La Lazio passa ai quarti di Coppa Italia, prestazione da rivedere, ma i rigori premiano i biancocelesti. Bisogna fare di più, intanto ci pensa Carrizo a regalare ai suoi compagni il passaggio del turno. Due rigori parati, due interventi miracolosi su Larrondo: auguri di buon Natale, da Juan Pablo Carrizo.

TABELLINO:

Lazio (3-5-2): Carrizo; Ciani, Diakité (38′ st Rozzi), Cana; Cavanda, Brocchi (18′ st Mauri), Onazi (18′ st Ledesma), Hernanes, Lulic; Floccari, Kozak. A disp.: Bizzarri, Marchetti, Scaloni, Klose, Gonzalez, Biava, Radu, Konko. All. Petkovic

Siena (3-5-2): Farelli; Neto, Paci, Contini; Belmonte, Vergassola, D’Agostino (42′ st Rodriguez), Valiani (27′ st Bolzoni), Del Grosso; Reginaldo, Bogdani (10′ st Larrondo).
A disp.: Pegolo, Coppola, Calaiò, Dellafiore, Verre, Felipe, Rosina, Rubin, Mannini. All. Iachini.

Arbitro: Giacomelli

Reti: 11′ st aut. Cana (L), 50′ st Ciani

Ammoniti: Del Grosso, Belmonte, Bolzoni, Larrondo (S)

Rigori: Mauri gol (L), Belmonte gol (S), Ledesma gol (L), Vergassola sbaglia (S), Floccari gol (L), Larrondo sbaglia (S) Kozak gol (L).

[Luca Capriotti – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]