Torino – Venezia 1-2: decidono Haps e Crnigoj per gli ospiti

1674

Torino Venezia cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Torino – Venezia del 12 febbraio 2022 in diretta: dopo il vantaggio iniziale di Brekalo i granata subiscono tra fine primo tempo e inizio secondo la rimonta. Nel finale gol annullato a Belotti e rosso a Okereke

TORINO –  Sabato 12 febbraio, alle ore 20.45, allo Stadio Olimpico Grande Torino, andrà in scena Torino – Venezia, anticipo serale della venticinquesima giornata, sesta del girone di ritorno del campionato di calcio di Serie A 2021/2022I granata sono reduci dalla sconfitta esterna per 2-0 contro l’Udinese e sono decimi con 32 punti, con un cammino di nove partite vinte, cinque pareggiate e nove perse; trenta reti segnate e ventitré subite. Il bilancio delle ultime cinque sfide é di due partite vinte, due pareggiate e una persa, con sette gol fatti e cinque subiti. I lagunari sono reduci dalla sconfitta casalingo per 0-2 contro il Napoli e sono scesi al terzultimo che occupano con 18 punti, frutto di quattro vittorie, sei pareggi e tredici sconfitte con venti gol fatti e quarantadue subiti. La squadra di  Zanetti ha iniziato malissimo il 2022 visto che nelle ultime cinque sfide ha pareggiato una volta e perso le quattro altre siglando quattro gol e subendone otto. Sono 45 i precedenti tra le due compagini con il bilancio di  13 vittorie del Torino, 16 pareggi e 15 affermazioni del Venezia. La gara di andata, lo scorso 27 settembre, finì 1-1: a Brekalo rispose Aramu.

Cronaca con commento in tempo reale

RISULTATO IN DIRETTA: TORINO-VENEZIA 1-2

SECONDO TEMPO

45' 6' E' finita! Venezia batte Torino in trasferta! Grazie per averci seguito, alla prossima!

45' 1 Ammonito Linetty.

45' Ci saranno sei minuti di recupero.

44' Pazzesco! Pareggia il Torino con Belotti, ma si va alla Var: il goal viene annullato.

43' Ammonito Ampadu.

42' Ammonito Bremer.

41' Entra Zaza, esce Vojvoda.

37' Ammonito Caldara

32' Entrano Nsame e Peretz, escono Aramu e Henry.

27' Esce Cuisance, entra Fiordilino

26' Entrano Zima, Belotti, Ansaldi e Warming, escono Sanabria, Pjaca, Djiji e Singo

15' Punteggio ancora fermo sull'1-2.

10' Esce Busio, entra Tessmann.

5' Il Venezia è molto più agguerrito di prima.

3' Ammonito Djidji.

2' Sinistro potentissimo di Crnigoj, goal! Il Venezia ribalta incredibilmente la situazione!

1' Inizia la seconda frazione di gioco.

PRIMO TEMPO

45' 2' Il primo tempo si conclude qui. A più tardi per la cronaca della ripresa.

45' Ci saranno due minuti di recupero.

37' Pareggia il Venezia con Haps di testa!

35' Gli ospiti iniziano a prendere coraggio, alla ricerca dell'1-1.

30' Aramu calcia di potenza! Palla alta sopra la traversa!

25' Risultato sempre fermo sull'1-0.

20' Juric ha allestito una squadra pratica e concreta, capace di risolvere sempre a proprio favore le situazioni. 

15' Il Torino continua a spingere e ad attaccare, anche se il ritmo è leggermente calato rispetto all'inizio.

10' Primi dieci minuti del gioco, padroni di casa in vantaggio.

4' Vantaggio del Torino! Destro vincente di Brekalo, 1-0!

2' Ammonito Busio per fallo su Brekalo.

1' La partita è cominciata! 

Buonasera a tutti dall'Olimpico Grande Torino, tra pochi minuti avrà inizio la gara tra Torino e Venezia. Sabato 12 febbraio dalle ore 19.45 le formazioni ufficiali, dalle 20.45 la cronaca con il commento in tempo reale della partita.

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic Savic; Djidji (26' st Ansaldi), Bremer, Rodriguez; Singo (26' st Warming), Linetty, Pobega, Vojvoda (41' st Zaza); Brekalo, Pjaca (26' st Belotti); Sanabria (26' st Zima). All. Juric

VENEZIA (4-3-3): Lezzerini; Ampadu, Caldara, Modolo, Haps; Cuisance (27' st Fiordilino), Busio (10' st Tessmann), Crnigoj; Aramu, Henry, Okereke. All. Zanetti

Arbitro: Giua di Olbia

Reti: 4' pt Brekalo, 37' pt Haps, 2' st Crnigoj

Ammoniti: 2' pt Busio, 3' st Djidji, 37' st Caldara, 42' st Bremer, 44' st Ampadu, 45' st Linetty

Recupero: 2' pt, 6' st 

I convocati del Torino

Portieri: Berisha, Gemello, Milinkovic-Savic

Difensori: Aina, Ansaldi, Bremer, Buongiorno, Djidji, Izzo, Rodriguez, Singo, Vojvoda, Zima

Centrocampisti: Linetty, Pobega, Ricci

Attaccanti: Belotti, Brekalo, Pjaca, Sanabria, Seck, Warming, Zaza

I convocati del Venezia

Portieri: Bruno Bertinato, Luca Lezzerini, Niki Mäenpää

Difensori: Ethan Ampadu, Mattia Caldara, Ridgeciano Haps, Marco Modolo, Cristian Molinaro, Jakob Franz Pálsson,Michael Svoboda, Maximilian Ullmann

Centrocampisti: Gianluca Busio, Michaël Cuisance, Domen Črnigoj, Antonio Luca Fiordilino, Dor Peretz, Tanner Tessmann

Attaccanti: Mattia Aramu, Thomas Henry, Dennis Johnsen, David Okereke, Luis Nani, Jean-Pierre Nsame

Le dichiarazioni del Venezia alla vigilia

“La settimana di lavoro è stata buona, ho recuperato i ragazzi che sono usciti dal Covid, i quali hanno finalmente avuto modo di allenarsi a pieno regime. Questo mi permetterà anche di avvicinarmi alla nostra formazione tipo nella scelta degli interpreti, così da poter tornare a dare una continuità anche al sistema di gioco. Questo per noi è stato un periodo più che difficile dal punto di vista del calendario, che ha messo nudo tutti i nostri difetti, così come ha messo a dura prova la nostra tenuta psicologica. Dobbiamo infatti ritrovare fiducia, entusiasmo, e tutto ciò tramite le prestazioni sul campo. Abbiamo davanti 15 partite, con 45 punti in palio, la storia dunque è tutta da scrivere ed i giochi sono più che aperti. Ora dobbiamo andare a dimostrare di avere le carte in regola per rimanere in Serie A e di meritarci questa categoria. Ciò che mi preme maggiormente è far ritrovare l’autostima ai miei ragazzi. La cosa di cui sono comunque certo è che lotteremo fino all’ultimo per salvare questa squadra. Io sono il primo a credere alla salvezza, e ciò che mi porta a farlo è quanto abbiamo dimostrato finora sul campo. A mio parere, questa squadra ha tutte le carte in regole per salvarsi, pur con dei limiti dal punto di vista tecnico, come molte altre squadre del nostro livello. Quello su cui dobbiamo lavorare è la chiave per ritrovare la fiducia nei nostri mezzi. Con le grandi squadre l’errore individuale è sempre dietro l’angolo. Tuttavia, definirei gli ultimi episodi dei duelli persi, più che degli errori, peraltro del tutto normali se guardiamo chi ci siamo trovati d’innanzi ultimamente. Per ciò che concerne le statistiche, il nostro problema è a livello di gol segnati, dobbiamo infatti imparare ad essere più concreti. Questo non dipende solo dai nostri attaccanti, ma anche da come li serviamo. Per vincere le partite ovviamente bisogna segnare, per questo stiamo dedicando le nostre energie al miglioramento della fase offensiva in tutte le sue declinazioni. Il Torino è una squadra forte che in casa ha un’ottima strategia di gioco, soprattutto per ciò che concerne un pressing che rende difficile all’avversario estrinsecare le proprie strategie tattiche. È evidente che questa per noi sia una trasferta difficile, in cui per fare dei punti dovremmo ovviamente dare il massimo. Ma la Serie A è questa, gran parte degli avversari sono di una caratura straordinaria”.

Le parole di Juric alla vigilia

Juric ha parlato del Venezia come una squadra di talento, con tanti sconosciuti ma che gli addetti ai lavori conoscono. Sarà partita molto difficile perché lotta per salvarsi. Il Torino, dopo aver perso all’ultimo minuto, dovrà riprendere la nostra strada. pensa che la sua squadra per certi aspetti sia andati oltre le aspettative, su livelli inaspettati. Ha solo un po’ di rammarico per i punti persi all’ultimo: sono almeno sei, purtroppo sono arrivati gol anche quando non se l’aspettava. Ora l’importante è trovare un’identità chiara, senza essere ossessionati e dare il massimo. Ha subito vari tipi di gol, su disattenzioni e un po’ di tutto, ed è difficile da spiegare a livello tattico o mentale. di questo non ha una spiegazione.

L’arbitro

A dirigere il match sarà Antonio Giua, della sezione AIA di Olbia, coadiuvato dagli assistenti Preti e Giallatini, quarto ufficiale Meraviglia. V.A.R. sarà  Maresca, A.V.A.R. Di Iorio.

Biglietti

I biglietti per assistere al match sono acquistabili sul sito ufficiale del Torino  al link https://torinofc.it/biglietteria/acquisto/all ai seguenti prezzi (il primo prezzo é l’intero, il secondo per il ridotto Under 16): Curva Maratona 25,00 € 10,00 €, Curva Primavera 25,00 € 10,00 €; Distinti Granata 30,00 € 15,00 €; Tribuna Granata 40,00 € 20,00 €; Poltroncine Granata 90,00 € 45,00 €; Tribuna Grande Torino 220,00 € 110,00 €

La presentazione del match

QUI TORINO – Juric dovrà fare a meno di Fares infortunato ma ritrova Bremer, che ha scontato il turno di squalifica. Potrebbe affidarsi al modulo 3-4-2-1, con Milinkovic-Savic tra i pali e Zima, Rodriguez e Izzo in posizione arretrata. A centrocampo Singo, Lukic, Mandragora e Vojvoda, alle spalle di Praet e Brekalo sulla trequarti. Unica punta Sanabria.

QUI VENEZIA –  Zanetti dovrà rinunciare agli infortunati Ebuehi, Kiyine, Vacca e Ullmann. Dovrebbe adottare il tradizionale modulo 4-3-3, con Lezzerini in porta e Ampadu, Caldara, Ceccaroni e Haos in posizione arretrata. A centrocampo Fiordilino, Busio e Cuisance. Tridente offensivo formato da Okereke, Henry e Johnsen.

Le probabili formazioni di Torino – Venezia

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic, Izzo, Zima, Rodriguez, Singo, Lukic, Mandragora, Vojvoda, Praet, Brekalo, Sanabria. Allenatore: Juric

VENEZIA (4-3-3): Lezzerini, Ampadu, Caldara, Ceccaroni, Haps, Cuisance, Fiordilino, Busio, Okereke, Henry, Johnsen. Allenatore: Zanetti.

Dove vederla in TV ed in streaming

L’incontro Torino – Venezia, valido per la venticinquesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2021/2022, verrà trasmesso in diretta e in esclusivo su DAZN. Sarà visibile per i suoi utenti anche sulle smart tv di ultima generazione compatibili con la app, e, sempre grazie all’applicazione, su tutti i televisori collegati ad una console PlayStation 4/5 o Xbox (One, One S, One X, Series X, Series S), al TIMVISION BOX oppure ad un dispositivo Google Chromecast o Amazon Fire TV Stick. La gara sarà visibile anche su Sky Sport Calcio (numero 202 del satellite e 473 del digitale terrestre).