Venezia – Napoli 0-2: blitz in laguna con Osimhen e Petagna

1976

Venezia Napoli cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Venezia – Napoli del 6 febbraio 2022 in diretta: prova autoritaria della squadra di Spalletti che la sblocca al 14′ della ripresa e dà la stoccata decisiva in pieno recupero

VENEZIA – Domenica 6 febbraio, alle ore 15, allo Stadio “Penzo” andrà in scena Venezia – Napoli, gara valida per  ventiquattresima giornata, la quinta del girone di ritorno, del campionato di calcio di Serie A 2021/2022.

Cronaca con commento in tempo reale

RISULTATO IN DIRETTA: VENEZIA - NAPOLI 0-2 (2'T)

SECONDO TEMPO

56' è finita! Il Napoli torna a vincere in laguna e lo fa con una prova molto autoritaria. Merito ai padroni di casa di aver tenuto il punteggio in bilico fino alla fine quando arriva la stoccata fatale di Petagna subentrato a Osimhen che aveva invece sbloccato precedentemente il match. Vi ringraziamo per aver scelto il live di Calciomagazine e vi invitiamo a seguire le prossime sfide

55' PETAGNAAA!!!! 2-0 NAPOLI!!! Palla recupero palla di Lobotka, l'ennesimo. Scambio tra Petagna e Mertens, prima conclusione respinta da Lezzerini che nulla può sul tap in ravvicinato! Azzurri ora a -1 dall'Inter alla vigilia dello scontro diretto con i nerazzurri che però hanno una gara di meno

54' cross di Okereke a centro area per Henry, colpo di testa debole sul distrurbo di Juan Jesus. La sfera rimbalza a terra e viene bloccata da Ospina

53' Napoli in possesso palla guadagna un fallo laterale, senza fretta Ghoulam che sceglie Petagna per il possesso palla ma gli ospiti recuperano palla

50' rientra in campo Mertens e ci sarà un ulteriore tempo di recupero vista l'interruzione. Venezia prova il tutto per tutto ma in 10

48' brutta entrata con il piede a martello di Ebuehi su Mertens, giallo per lui. Resta a terra l'attaccante partenopeo. C'è un check del VAR per un potenziale rosso. L'arbitro va a vedere le immagini. Attenzione l'arbitro cambia decisione ed estrae il ROSSO!

47' ci prova dall'altre parte Petagna ma troppo centrale per impensierire il portiere

45' conclusione dal limite di Ebuehi alto

45' saranno ben 8 i minuti di recupero

44' punizione di Mario Rui verso il secondo palo per Petagna anticipato in angolo

44' in campo Petagna per Osimhen e Ghoulam per Zielinski un pò claudicante

42' fallo di mano di Ceccaroni e giallo, il giocatore diffidato salterà il prossimo turno

40' gioco fermo, a terra Zielinski. Intervento dello staff medico che prosegue anche a bordo campo per consentire la ripresa

37' giallo per Lobotka che è intervenuto pericoloso e ha avuto anche la peggio nel contrasto su Henry

35' punizione conquistata da Mertens sulla trequarti d'attacco

33' nel Napoli lascia il campo Insigne per Mertens e Politano per Elmas

33' dentro Fiordilino e Nsame per Ampadu e Cuisance

31' giallo anche per Busio che travolge a centrocampo Zielinski, classico fallo di frustrazione

29' intervento in ritardo di Mario Rui su Aramu e giallo inevitabile: batte la punizione lo stesso Aramu, palla in area allontanata dalla difesa

25' prova dal limite Insigne ma non riesce a tener bassa la mira

25' doppio cambio per il Venezia: Busio e Aramu per Johnsen e Crnigoj

23' cross di Ampadu per Henry, controllo e conclusione verso la porta un pò imprecisa

21' chiusura pulita di Juan Jesus su Henry

19' fallo in attacco del neo entrato su Lobotka sempre molto prezioso in fase di copertura

17' esce Nani per Henry

14' OSIMHENNN!!!! VANTAGGIO DEL NAPOLI!!! Cross morbido di Politano verso il secondo palo e intercettato dall'attaccante con Caldara che perde la marcatura e palla colpita alta a infilarsi all'angolo destro

10' Ebuehi rimesso in piedi, vistosamente fasciato dovrebbe proseguire, c'è l'ok alla panchina. L'arbitro fa riprendere il gioco

5' scontro fortuito tra Ebuehi e l'arbitro, gioco fermo con il giocatore un pò stordito a terra. Staff medico a sistemare anche l'auricolare al direttore di gara che probabilmente ha ferito il giocatore di casa. Dovrebbe essere applicato un nuovo auricolare mentre il difensore è ancora a terra con una fasciatura in testa

3' corner conquistato da Ebuehi, con palla deviata di testa di Juan Jesus. Sugli sviluppi non ci arriva di testa libero Ebuehi quindi da fuori area spara Johnsen ma il rasoterra è bloccato da Ospina

provano gli ospiti una prima sortita offensiva, buona copertura di Haps su Politano ma il Venezia non riesce a ripartire

ben ritrovati con il secondo tempo di Venezia - Napoli. Calcio d'avvio per gli azzurri, nessun cambio nell'intervallo

PRIMO TEMPO

45' si chiude qui il primo tempo tra Venezia e Napoli. Resiste lo 0-0 e azzurri fermi al palo colpito da Osimhen al 28'. Piccola pausa e ci troviamo assieme per il secondo tempo

45' cross forte e basso di Crnigoj, Cuisance non ci arriva e azione che sfuma

44' apertura fuori misura di Zielinski per Osimhen che deve desistere dal raggiungere il pallone

43' buone le contromosse difensive della squadra di Zanetti, meno spazio per colpire concessi

41' possesso palla Napoli che prova con l'azione ragionata a difesa di casa ben schierata

38' tentativo dalla distanza per Fabian Ruiz, palla a lato e centrocampista che ha chiesto il corner per un presunto tocco della difesa ma si riparte da una rimessa per la difesa

37' cross di Mario Rui deviato dalla difesa con Crnigoj, angolo per il Napoli ma nulla di fatto

35' possesso palla dei lagunari che stanno uscendo con il passare dei minuti

31' grande occasione per il Venezia! Lancio di Cuisance per Okereke che si beve Juan Jesus e conclude rasoterra sul primo palo in area, ottimo intervento la parata difficile di Ospina sul suo palo quindi ottimo Lobotka a salvare sul tentativo di tap in!

28' palo esterno di Osimhen! Rapida azione del Napoli con conclusione in area da posizione molto defilata e legno che spaventa il portiere

25' la risposta del Venezia con Johnsen protagonista dell'azione finalizzata in area da Ebuehi al volo ma alza la mira. Buon pressing alto di Caldara su Zielinski costretto al fallo quasi al limite dell'area: rincorsa corta di Cuisance che non crea pensieri a Ospina

23' lancio in area, sponda sul secondo palo di Di Lorenzo per il tentativo di prima in volée per Politano ma alza la mira!

22' lancio in verticale troppo lungo per Politano anticipato dall'uscita del portiere

19' lancio di Ebuehi su Okereke che dopo un buon controllo con il petto non fa la giocata giusta e si chiude sulla trequarti difensiva la squadra di Spalletti

14' verticalizzazione per Osimhen anticipato da Ceccaroni, bravo ad alleggerire sul portiere

12' ingabbiato Insigne in area, prova a ripartire un contrompiede ma Rrahmani molto bravo a rimontare su Okereke

11' pressing alto del Venezia che non ci sta a guardare, tentativo dalla distanza per Zielinski ma un pò centrale, blocca a terra Lezzerini

8' primo angolo per il Venezia, con Ebuehi caparbio in pressione su Mario Rui: battuta lunga che supera anche Ospina in uscita e termina sul fondo

5' palla recuperata da Lobotka sulla trequarti, filtrante in area per Osimhen che da posizione defilata calcia in porta, palla che si alza ma c'è stata una deviazione di Caldara. Sugli sviluppi cross basso in area di Osimhen allontana dalla difesa quindi l'arbitro ferma il gioco segnalando una posizione di offside

3' muro di Ceccaroni sul tentativo dal limite di Osimhen, marcature molto stretti

2' conclusione debole sul primo palo Zielinski, blocca senza problemi Lezzerini

partiti! Calcio d'avvio battuto dal Venezia in maglia a fondo rosso, Napoli in maglia a sfondo blu

Ci siamo! Venezia e Napoli in campo, tutto pronto all'inizio del match!

Buon pomeriggio a tutti, benvenuti alla diretta di Venezia - Napoli. Dalle ore 15 seguiremo l'incontro valido per la 24esima giornata.

TABELLINO

VENEZIA (4-3-3): Lezzerini; Ebuehi, Caldara, Ceccaroni, Haps; Cuisance (dal 33' st Nsame), Ampadu (dal 33' st Fiordilino), Crnigoj (dal 25' st Aramu); Nani (dal 17' st Henry), Okereke, Johnsen (dal 25' st Busio). A disposizione: Romero, Modolo, Molinaro, Svoboda, Peretz, Tessmann, Sigurdsson. Allenatore: Zanetti

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina, Di Lorenzo, Rrahmani, Jesus, Mario Rui, Lobotka, Fabian, Politano (dal 33' st Elmas), Zielinski (dal 44' st Ghoulam), Insigne (dal 33' st Mertens), Osimhen (dal 44' st Petagna). A disposizione: Meret, Marfella, Malcuit, Zanoli, Demme. Allenatore: Spalletti

Reti: al 14' st Osimhen, al 55' st Petagna

Ammonizioni: Mario Rui, Busio, Lobotka, Ceccaroni

Espulso: al 50' st Ebuehi (rosso diretto)

Recupero: nessuno nel primo tempo, 10 minuti nella ripresa

I convocati del Venezia

Portieri: Luca Lezzerini, Sergio Romero

Difensori: Ethan Ampadu, Mattia Caldara, Pietro Ceccaroni, Tyronne Ebuehi, Ridgeciano Haps, Marco Modolo, Cristian Molinaro, Michael Svoboda

Centrocampisti: Gianluca Busio, Michaël Cuisance, Domen Črnigoj, Antonio Luca Fiordilino, Dor Peretz, Tanner Tessmann

Attaccanti: Mattia Aramu, Thomas Henry, Dennis Johnsen, David Okereke, Luis Nani, Jean-Pierre Nsame, Arnór Sigurðsson

Le dichiarazioni di Zanetti alla vigilia

“La situazione della squadra è buona, ovviamente chi è reduce dal Covid ed è rientrato in settimana ha meno minuti nelle gambe, questo in quanto i giocatori in questione non si sono potuti allenare a dovere. Rispetto alla partita d’andata, giocata ad agosto al Maradona di Napoli, siamo cresciuti, così però come sono cresciuti molto anche i nostri avversari. Ci troveremo d’innanzi una grande squadra con dei numeri importanti, una formazione che definirei meravigliosa sia per il talento di cui dispone, sia per il gioco che riesce ad esprimere. Quello che ho chiesto alla mia squadra è di rimettere in campo la voglia e la determinazione che ho visto nel match contro l’Inter. Questo si può ottenere approcciando la gara con grandissima umiltà, in quanto ci troveremo davanti una delle migliori squadre d’Europa. Abbiamo ad oggi più esperienza nella massima serie, e questa è una cosa che conta non poco nelle dinamiche di una partita. Noi dobbiamo andare in campo con una mentalità che sia un insieme di coraggio e sacrificio, un atteggiamento dunque che sia funzionale ad esprimere il nostro gioco senza paura, così come al sacrificio nel caso in cui ci sia da stringere i denti per portare a casa il risultato. Se riusciremo a mettere in campo queste cose in contemporanea, saremo, come già altre volte abbiamo dimostrato, degli avversari ostici per chiunque. Noi abbiamo preparato la partita con una strategia ben precisa come al solito. L’aspetto dell’equilibrio è in questo caso fondamentale, nel senso che non possiamo pensare esclusivamente alla fase offensiva, o a quella difensiva, perché in entrambi i casi andremo in contro ad una sconfitta. Per tale ragione dovrò scegliere degli interpreti che mi garantiscano le due fasi, e che allo stesso tempo siano in grado di attaccare negli spazi una squadra come il Napoli che verrà qui per giocare all’attacco, e che presumibilmente dovrà per tal ragione necessariamente sbilanciarsi. Noi non abbiamo mai fatto partite sulla difensiva, le barricate non sono nelle nostre corde, e non è nostra intenzione iniziare a farle ora”.

Le dichiarazioni di Spalletti alla vigilia

“Credo che l’Inter sia stata brava sinora ad avere più quote degli altri per amministrare il campionato. Poi ci sono anche le altre, ma per ora l’Inter mi sembra sia stata più brava di tutte. Ci sono stati dei momenti per noi più difficili, adesso siamo in ripresa, ma qualsiasi scenario per noi non deve condizionare il nostro gioco. Il Napoli è costruito per andare a vincere ogni partita. Sarebbe fondamentale avere tutti i calciatori a disposizione in questo ciclo così intenso, però ormai la normalità è quella di giocare continuamente e spesso. Inutile lamentarsi, il calcio di oggi è questo e va vissutro con la felicità di giocare senza andare in apnea. La squadra l’ho vista sempre in condizione, poi è chiaro che se siamo costretti ad andare in campo sempre con gli stessi per emergenza, non sempre si può rendere. Ma ho un gruppo compatto che si cerca sempre anche nelle difficoltà. Se siamo convinti di poter superare ogni ostacolo, possiamo procedere migliorando il nostro rendimento. I nostri calciatori lo sanno che la partita più importante è quella di domani. Non è una gara di passaggio verso l’Inter. Domani abbiamo la sfida più tosta e bisogna mettere in campo tutto quello che abbiamo. Bisogna dimostrare di aver fatto il salto di mentalità, non dobbiamo cadere nel tranello. Attraverso queste gare si deve compiere la crescita. Abbiamo un numero di giocatori sufficiente per esprimerci al meglio”

L’arbitro

A dirigere il match sarà Maurizio Mariani della sezione di Aprilia, coadiuvato dagli assistenti De Meo e Rossi; quarto uomo sarà Marini. Al VAR ci sarà Nasca, con Longo come AVAR.

La presentazione del match

I lagunari, prima della sosta, avevano perso per 2-1 a San Siro contro l’Inter; ripartono dalla diciassettesima posizione in classifica con 18 punti, frutto di quattro vittorie, sei pareggi e dodici sconfitte; venti gol fatti e quaranta subiti. Nelle ultime cinque sfide ha pareggiato una volta e perso quattro, siglando tre reti incassandone undici. Se la squadra di Zanetti é impegnata nella lotta per non retrocedere, quella di Spalletti é in piena zona Champions e con la possibilità di competere ancora per lo Scudetto. I partenopei vengono dal successo casalingo per  4-1 contro la Salernitana; sono secondi, a pari merito con il Milan e a quattro lunghezze dalla capolista Inter ma con una partita in più, a quota 49 punti, con un cammino di quindici vittorie, quattro pareggi e quattro sconfitte con quarantatré reti realizzate e sedici subite (miglior difesa del torneo). Il bilancio delle ultime cinque sfide é di tre partite vinte, una pareggiata e una persa con dieci gol fatti e sette subiti. Sono ventisei i precedenti tra le due compagini, con un bilancio di quattro successi per il Venezia, tredici pareggi e otto affermazioni del Napoli. La gara di andata, lo scorso 22 agosto, si chiuse sul risultato di 2-0 in favore degli azzurri con reti di Elmas e Insigne.

QUI VENEZIA –  Zanetti dovrà rinunciare all’infortunato Vacca e . Dovrebbe adottare il tradizionale modulo 4-3-3, con Romero in porta e Ampadu, Caldara, Ceccaroni e Ullmann in posizione arretrata. A centrocampo Fiordilino, Busio e Cuisance. Tridente offensivo formato da Okereke, Henry e Aramu.

QUI NAPOLI – Al Napoli mancheranno gli infortunati Ospina e Anguissa, oltre a Ounas e Anguissa che dovranno osservare la quarantena, e Koluibaly, imegnato nella finale di Coppa d’Africa. Probabile modulo 4-2-3-1 con Meret in porta. Davanti a lui, Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus e Mario Rui. In mediana Fabian Ruiz e Lobotka; sulla trequarti Zielinski, Elmas e Osimhen a fare da supporto all’unica punta Insigne.

Le probabili formazioni di Venezia – Napoli

VENEZIA (4-3-3): Romero, Ampadu, Caldara, Ceccaroni, Ullmann, Fiordilino, Busio, Cuisance, Aramu, Henry, Okereke. Allenatore: Zanetti.

NAPOLI (4-2-3-1): Meret, Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui, Lobotka, Fabian Ruiz, Lobotka, Zielinski, Elmas, Insigne, Osimhen. Allenatore: Spalletti.

Dove vederla in TV ed in streaming

L’incontro Venezia – Napoli, valido per la ventiquattresima giornata del campionato di calcio di Serie A 2021/2022, verrà trasmesso in diretta e in esclusivo su DAZN. Sarà visibile per i suoi utenti anche sulle smart tv di ultima generazione compatibili con la app, e, sempre grazie all’applicazione, su tutti i televisori collegati ad una console PlayStation 4/5 o Xbox (One, One S, One X, Series X, Series S), al TIMVISION BOX oppure ad un dispositivo Google Chromecast o Amazon Fire TV Stick.