Udinese-Milan, la gioia di Oddo: “Restiamo attaccati a un sogno”

Massimo OddoUDINE – Contro la sua ex squadra, Massimo Oddo ha agguantato un preziosissimo pareggio (1-1). A fine gara il tecnico abruzzese fa mea culpa per il primo tempo dell’Udinese con il Milan: “Ho sbagliato io. Abbiamo provato in settimana a cambiare qualcosina perché ero convinto di poter mettere in difficoltà il Milan con due trequartisti, ma non siamo stati capaci di fare le cose preparate. Ma non mi sento di dare la colpa a questi ragazzi. Dall’inizio del secondo tempo, al di là dell’espulsione, si è vista un’altra squadra. Mi assumo le mie responsabilità. Meno male che abbiamo recuperato con un grandissimo secondo tempo”.

E ancora: “Sono soddisfatto della reazione perchè di fronte avevamo il Milan. Complimenti a Rino. Ho vissuto un bel po’ di emozioni”. Poi Oddo si è proiettato sul futuro: “La nostra dimensione è quella della nostra classifica, a fine anno vedremo; siamo a tre punti dall’eventuale Europa e a 5 dal sesto posto, fino a che all’orizzonte vediamo un traguardo cercheremo di restare attaccati al sogno, consapevoli che le altre squadre sono costruite per altri obiettivi”.

Più tardi, l’allenatore dell’Udinese è tornato sul tema pubblicando questo post sulla sua pagina Facebook: “La nostra reazione tenace e propositiva ci ha portato a raddrizzare una partita nella quale, all’inizio, abbiamo provato qualcosa di nuovo a livello tattico, ma che non ha prodotto i risultati sperati, e me ne assumo la responsabilità. Un match durante il quale ho vissuto tante emozioni: ritrovarmi un amico come avversario e affrontare il club con il quale ho vinto tutto. La nostra dimensione è quella espressa dal posto in classifica che occupiamo. Guardiamo avanti e non indietro. Fuarce Udin!”.