UEFA, le riunioni saranno almeno tre: ecco i possibili scenari

56

Nel tardo pomeriggio di oggi la UEFA dovrebbe annunciare pubblicamente lo slittamento del Campionato Europeo al 2021.

PARIGI – E’ una giornata fondamentale e, per certi versi, storica quella che ci apprestiamo a vivere visto che la UEFA si riunirà con le federazioni per riprogrammare la stagione. Nel tardo pomeriggio di oggi dovrebbero arrivare le prime decisioni a partire dallo slittamento del Campionato Europeo al 2021. Saranno tre le riunioni che caratterizzeranno la giornata odierna: alle ore 10 è cominciata  quella UEFA, Leghe, club e calciatori, alle 13 tra la stessa UEFA e le Federazioni e alle 14 un Esecutivo straordinario per emanare eventuali decisioni.

Questi i possibili scenari auspicati alla vigilia: 

  • Slittamento degli Europei al 2020
  • Ripresa dei maggiori campionati europei fissata al 9 maggio
  • Conclusione dei campionati il 28 giugno
  • Finale di Champions League il 30 giugno

Sul tavolo, inevitabilmente, anche il discorso economico con la UEFA pronta a chiedere 300 milioni ai club, alle Leghe e alle varie Federazioni in caso di spostamento di Euro 2020. Non ultima, anche la questione dei contratti in scadenza a giugno. Insomma, tanti argomenti che oggi verranno affrontati, si spera, con spirito costruttivo e “comunitario”.

Come riportato dalla Gazzetta dello Sport servirà anche l’ok della FIFA per stabilire in che modo finire la stagione, soprattutto a causa della possibilità che si possa andare dopo il 30 giugno, con alcuni contratti dei calciatori quindi già scaduti. Servirà un accordo UEFA-FIFA e le due fazioni non si piacciono tanto. Nella giornata di ieri, Gianni Infantino ha telefonato ai segretari UEFA ma per prima cosa servirà un passo proprio da parte del presidente della FIFA, che dovrà spostare il Mondiale per Club dal 2021, visto che comunque la sede cinese sarebbe problematica, al 2023, magari allargando le europee (da 8 a 12) per renderlo più spettacolare.

Articoli correlati