Un Napoli incredibile, azzurri nella storia. Inter, Ranieri infuriato. Juve-Milan: è qui la storia? La Roma inizia a piacere

219 0

Dopo 17 anni il Napoli espugna San Siro e batte l’Inter con un risultato rotondo dimostrando che la squadra di Walter Mazzarri è veramente la pretendente al titolo insieme a Milan, Juve e la stessa Inter. Gli azzurri escono da una settimana fantastica, vincendo contro il Villarreal per 2-0 al San Paolo e 3-0 a Milano, un risultato stupefacente. Bisogna fare i complimenti a questa squadra, sempre organizzata e una spanna sopra le altre per condizione fisica. Il Napoli non ha più limiti, questa società è una delle più lungimiranti della serie A e anche in Europa può togliersi grandi soddisfazioni. Il Napoli ha imbrigliato bene la formazione di Ranieri, apparso adirato a fine partita: “Rocchi inadeguato alla gara, ha rovinato la partita”. L’Inter invece dopo le due vittorie consecutive si è fermata bruscamente, ed è ancora ferma a 4 punti in classifica. I tifosi interisti hanno protestato contro l’arbitraggio con una plateale “panolada”. Il tecnico nerazzurro nel post gara non ha smesso di criticare l’arbitraggio di Rocchi, forse alcune decisioni erano discutibili. Il Napoli comunque ha meritato di vincere per quello che si è visto in campo. Sicuramente gli episodi hanno condizionato il match però gli azzurri hanno vinto con merito. Mazzarri ha lavorato sull’aspetto psicologico, andare nei grandi stadi senza timore. E’ questo il vero segreto della squadra di De Laurentiis.

Due vittorie consecutive per la Roma ed entusiasmo che torna alle stelle. Il primo gol di Bojan è l’emblema della crescita del progetto di Luis Enrique. Bisognava dare fiducia alla Roma quando fino ad oggi ha stentato, ed ora però non bisogna esaltarli senza confini, la mossa migliore e tenere i piedi per terra. Il pubblico giallorosso a dire la verità non ha mai fischiato la squadra, la Roma è sempre stata applaudita, perché sapevano che per ingranare c’era bisogno solo di tempo. Ora i capitolini sono in vetta, aspettando i risultati di oggi.
Oggi è il giorno di Juve-Milan, una classica del nostro calcio. Una gara che a questo punto sarà decisiva perché deciderà l’antagonista della compagine napoletana. Due squadre che in Italia hanno dato vita a sfide impedibili, tutte per decidere spesso uno scudetto. La Juve si presenterà in campo con Andrea Pirlo, il passato rossonero che ora si ripresento sotto altra veste. Il Milan invece sta tornado a far paura. Con le due vittorie consecutive è tornato il morale a Milanello e già il ritorno di Boateng è un segnale che la fortuna sta girando. Forse l’unica brutta tegola è l’esclusione forzata di Ignazio Abate, convocato anche in Nazionale da Prandelli. Un vero peccato perché il laterale rossonero è stata la vera sorpresa di questo Milan.

[Malu’ Mpasinkatu – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]