Venezia – Lecce 1-0: Forte decide la gara d’andata

1914

Venezia Lecce cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Venezia – Lecce del 17 maggio 2021 in diretta: risultato positivo per la squadra di Zanetti contro un avversario che non è riuscito a cambiare passato quando c’era da recuperare. Il passivo tuttavia resta facilmente colmabile e ci si aspetta un ritorno dall’esito incerto

La cronaca con commento minuto per minuto e tabellino

RISULTATO FINALE: VENEZIA - LECCE 1-0

SECONDO TEMPO

48' è finita! Il Venezia vince la gara d'andata per 1-0 grazie a una rete di Forte a inizio ripresa. Lecce che ha avuto un pò di fretta nel cercare di perforare la squadra avversaria. Al ritorno ai pugliesi basterà il successo con una rete di scarto in virtù della migliore classifica. Vi ringraziamo per averci seguito e appuntamento alle gare di ritorno dei playoff sognando la Serie A

47' dall'altra parte Di Mariano calcia dal limite con un pò di fretta, palla abbondantemente alta

45' corner conquistato dal Lecce sulla destra d'attacco: palla che arriva sul fondo in area per Yalcin ma non riesce ad aggiustare un buon assist per Coda in agguato

44' 3 minuti di recupero

41' in campo Bocalon per Forte e Svoboda per Taugourdeau

38' prova una girata debole di Nikolov in area, blocca senza problemi Maenpaa

37' conculsione di Di Mariano da fuoriarea murata da Lucioni quindi possesso palla che resta al Venezia

36' conclusione Yalcin in area deviata dalla difesa, palla che arriva innocua tra le braccia di Maenpaa

35' prova a pressare alto la squadra di Corini alla ricerca del pari

32' dentro Nikolov per Majer e Yalcin per Stepinski

30' cross insidioso di Gallo in area Maenpaa anticipa il 14 del Lecce che provava a schicciare la sfera da due passi di testa!

29' in campo Dezi per Aramu e Crnigoj per Fiordilino

27' troppo lungo il lancio di Lucioni per Stepinski, ci arriva prima il portiere in uscita

25' fermato in posizione di offside Di Mariano, sale bene Dermaku

23' pescato in area Henderson che dal fondo fallisce il cross direttamente sul fondo

21' dentro Henderson per Bjorkengren

20' il neo entrato punta subito Maggio che lo stende quasi all'altezza del fondo: punizione di Taugourdeau verso il secondo palo dove Modolo tocca con il braccio, punizione per la difesa e rete annullata

19' dentro Di Mariano per Johnsen

18' angolo dalla destra per Aramu che non arriva ti sta sulla sfera quindi la difesa giallorossa allontana con un pò d'affanno sul controcross

16' scontro fortuito tra Hjulmand e Molinaro con quest'ultimo che ha preso un colpo sulla bocca dello stomaco. Nulla di grave si riparte senza l'intervento dello staff medico

15' prova a spingere maggiormente la squadara ospite che sta reagendo bene al gol subito in avvio di ripresa

14' punizione di Mancosu, a centroarea si inserisce con i tempi giusti Maggio ma il suo colpo di testa non inquadra lo specchio della porta

11' intervento falloso su Hjulmand, guadagna metri la squadra pugliese: punizione con palla scodellata in area c'è una deviazione in angolo. Sugli sviluppi colpisce di testa largo Lucioni che si è provato a ricavare dello spazio in area

9' tiro cross insidioso dalla destra di Johnsen, palla larga che si spegne sul fondo

8' su angolo dalla sinistra controllo sul secondo palo con una mano di Coda, fischiato fallo in attacco

6' punizione dalla sinistra sulla trequarti di Aramu ma traiettoria troppo lunga per tutti

4' prima chance per Coda imbucato in area da Majer, il giocatore è bravo a girarsi ma la sua conclusione rasoterra è debole e viene bloccata da Maenpaa

3' cross dal fondo di Maggio per Gallo ma ottimo intervento in area in anticipo di Mazzocchi ad allontanare

2' FORTE!!! VANTAGGIO DEL VENEZIA!!! Su cross dalla destra assist di tacco per Maleh e conclusione in diagonale del bomber che si infila nell'angolino alla destra di Gabriel

1' scambio tra Forte e Maleh sulla destra che non si chiude

si riparte! Calcio d'avvio questa volta battuto dal Lecce, nessun cambio nell'intervallo

squadre in campo per il secondo tempo del match, vediamo se ci sono novità negli undici in campo

PRIMO TEMPO

46' Gallo devia palla in angolo, ma non sarà battuto perché Marini fischia la fine.

44' un minuto di recupero

42' altra bella azione del Venezia ma in fase conclusiva Maeh manca l'aggancio della palla

40' Miracolo Gabriel! Johnsensupera due difensori, passa la palla a Forte, che tira di sinistro, sicuro ma il portiere del Lecce dice no!

38' Taogordeau prova la conclusione dalla distanza, la palla finisce di pochissimo a lato

36' colpo di testa di Maleh e la palla finisce altissima sopra la traversa

34' cross di Maggio, Stepinskicolpisce di testa e Maenpaa interviene sicuro.

32' cross di Molinaro dalla trequarti, impreciso: palla sul fondo

30' cross di Mazzocchi deviato da Gallo in calcio d'angolo. Sugli sviluppi del corner Gabriel fa sua la palla

28' verticalizzazione di Lucioni, Stepinski prova a passare la palla a Coda con un colpo di tacco, Maenpaa recupera la palla

26' ci prova ora Aramu ma la palla finisce alta sopra la traversa

24' tiro cross di Johnsen ma la palla finisce direttamente sul fondo

21' Johnsen serve Aramu, il suo sinistro debole finisce tra le braccia di Gabriel

20' passaggio di Mancosu per Coda che non riesce ad arrivare in tempo sulla palla

18' la VAR conferma la decisione di Marini

17' protestano i giocatori del Venezia per un presunto fallo di mano di Dermaku ma l'arbitro lascia correre

16' ancora un calcio d'angolo per il Venezia per una deviazione di Maggio. Sugli sviluppi del corner c'é il fuorigioco di Aramu

15' passato il primo quarto d'ora, risultato ancora fermo sullo 0-0 nonostante sei tiri del Venezia nei primi dieci minuti

13' Johnsen mette la palla sul secondo palo ma Gallo libera anticipando l'intervento di Gabriel

11' attaccano gli arancioneroverdi, i giallorossi provano ad alzare il baricentro.

7' intervento duro su Forte. Batte la punizione Taugordeau; sugli sviluppi una rovesciata di Modolo e palla che finisce a Gabriel percheànon c'é nessuno pronto a deviare la sua giocata stilisticamente perfetta

6' ancora un corner per una deviazione di Gallo su Johnsen. Sugli sviluppi del calcio d'angolo Modolo non riesce a dar forza alla palla e ne esce un tiro molto semplice per Gabriel

4' cross di Mazzocchi, la palla finisce addosso a Gallo che la mette in corner. Secondo calcio d'angolo della partita, sugli sviluppi del quale Modolo mette la palla a lato di pochissimo

3' cross di Molinaro ma Forte e Aramu erano troppo lontani per poter agganciare la palla

1' grande azione di Aramu, passaggio per Johnsen ce colpisce bee la palla ma Gabriel devia in corner. Subito un'occasione per una gara che si preannuncia combattuta

1' Partiti! E iniziata la gara. Primo pallone battuto dal Venezia

squadre in campo

Un cordiale buonasera a tutti i letotri collegati per vivere in diretta ogni emozione della seconda semifinale playoff di Serie B, Venezia - Lecce.

TABELLINO

VENEZIA (4-3-1-2): Maenpaa; Marzocchi, Ceccaroni, Modolo, Molinaro; Fiordilino (dal 29' st Crnigoj), Taugourdeau (dal 41' st Svoboda), Maleh; Aramu (dal 29' st Dezi); Johnsen (dal 19' st Di Mariano), Forte (dal 41' st Bocalon). A disposizione: Pomini, Ferrarini, Felicioli, Bjarkason, St. Clair, Ricci, Esposito. Allenatore: P. Zanetti.

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Lucioni, Dermaku, Gallo; Majer (dal 32' st Nikolov), Hjulmand, Bjorkengren (dal 21' st Henderson); Mancosu; Stepinski (dal 32' st Yalçin), Coda. A disposizione: Bleve, Vigorito, Pisacane, Meccariello, Paganini, Listkowski, Zuta, Calderoni, Tachtsidis. Allenatore: E. Corini.

Reti: al 2' st Forte

Ammoniti: -

Recupero: 1 minuto nel primo tempo, 3 minuti nella ripresa

Le parole di Zanetti e Corini

Zanetti: “Se dovrò far riposare qualcuno non avrò problemi particolari nelle scelte. Recuperiamo Modolo ed Esposito e sono due recuperi importanti per noi. Col Chievo abbiamo scelto di non speculare sul risultato e di giocarcela per vincere. Abbiamo fatto molti errori e commesso qualche ingenuità. È una partita che poteva finire 4-2, facciamo fatica a fare dei calcoli. In una gara secca si ragiona in un modo, mentre domani saremo costretti a spingere per fare risultato. Intanto ci concentriamo su questa. Mentalmente questa squadra è straordinaria, abbiamo avuto una crescita psicologica strepitosa. Questo regalo che ci siamo fatti di essere quo è il riassunto del nostro percorso quotidiano. Il Lecce di oggi? È senza dubbio fra le prime due squadre più forti di questo campionato, ma ha avuto risultati altalenanti, non so cosa sia successo nelle ultime partite. È normale che sia una squadra costruita per stravincere il campionato. Con noi probabilmente sono favoriti, ma credo che ci rispettino. Contro si loro abbiamo fatto due ottime partite. Non dovremo concedere nulla dal punto di vista difensivo, altrimenti con giocatori come Coda e Stepinski vieni punito. Per questa partita dobbiamo migliorare assolutamente in fase difensiva. Abbiamo le armi e le capacità per far del male al Lecce. Dobbiamo cercare di sfruttare l’entusiasmo che ci ha generato la vittoria sul Chievo. Mentalmente siamo nella condizione migliore possibile, abbiamo appena superato uno scoglio difficilissimo di quello che è stato il nostro percorso.  Dove non arriveremo col fisico, dovremo arrivarci con la testa. Maleh? Ammetto che il timore era quello che avendo firmato con la Fiorentina potesse non esserci con la testa e invece ha dimostrato un grandissimo attaccamento al gruppo. Lui per primo voleva rimanere qui, si trovava bene con allenatore e società. Mazzocchi e Svoboda? Ieri non si sono allenati, oggi sì. Sono disponibili, poi ci sta che domani ne cambi due o tre”.

Corini: “Abbiamo fatto una valutazione complessiva della rosa per il concetto che ci vede disputare questi playoff con la volontà di arrivare in finale, e di conseguenza abbiamo optato per non forzare né su Pettinari, che probabilmente sarà recuperato per giovedì. né su Rodriguez, che ha avuto un piccolo risentimento: non ci sono lesioni e stiramenti ma siccome sente ancora un po’ di dolore abbiamo preferito preservalo, e anche lui, comunque, dovrebbe essere a disposizione per la gara di ritorno. A ogni modo abbiamo lavorato su diverse situazioni tattiche, come quella del doppio trequartista, e sappiamo di avere alternative, come anche il 3-5-2: ci sono le caratteristiche per poterlo utilizzare, è per questo che ho voluto provarlo nell’ultima di campionato a Empoli. Il Venezia ha fatto un ottimo percorso, si è conquistato i playoff, e nella prima sfida ha giocato a viso aperto, mettendo in alcuni tratti quel qualcosa in più che serve per spuntarla in certe partite. Complimenti a loro, una squadra che ha comunque grandi attitudini. Ora ci attendono due macro tempi, la gara si gioca su 180′ perché c’è anche il ritorno, quindi dobbiamo guardare a più ampio raggio, ma abbiamo forza ed energia per far si che il nostro percorso sia completato: ora mi concentro solo su questo, prima di far valutazioni complessive voglio terminare la stagione”.

La presentazione del match

Da una parte c’è la squadra di Zanetti che ha superato il turno preliminare battendo il Chievo ai tempi supplementari. Dall’altra parte troviamo la squadra di Corini che, nell’ultima giornata della stagione regolare, ha perso contro l’Empoli ed ha chiuso al quarto posto in classifica con 62 punti. La gara di ritorno, in programma allo Stadio Via del Mare, si giocherà giovedì 20 maggio alle ore 18.30. La sfida verrà diretta dal signor Marini della sezione di Roma 1.

QUI VENEZIA – I lagunari dovrebbero scendere in campo col 4-3-3 con Maenpaa in porta, pacchetto difensivo composto da Mazzocchi e Felicioli sulle corsie esterne mentre nel mezzo spazio a Modolo e Ceccaroni. A centrocampo Taugourdeau in cabina di regia con Fiordilino e Maleh mezze ali mentre in attacco spazio al tridente offensivo composto da Aramu, Forte e Di Mariano.

QUI LECCE – Corini dovrebbe mandare in campo la sua squadra col 4-3-1-2 con Gabriel in porta, pacchetto arretrato formato da Maggio e Gallo sulle corsie esterne mentre nel mezzo spazio a Lucioni e Meccariello. A centrocampo Hjulmand in cabina di regia con Bjorkengren e Majer mezze ali mentre davanti spazio a Mancosu alle spalle del tandem offensivo composto da Coda e Stepinski.

Le probabili formazioni di Venezia – Lecce

VENEZIA (4-3-3): Maenpaa; Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Felicioli; Fiordilino, Taugourdeau, Maleh; Aramu, Forte, Di Mariano. Allenatore: Zanetti

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Lucioni, Meccariello, Gallo; Bjorkengren, Hjulmand, Majer; Mancosu; Coda, Stepinski. Allenatore: Corini

STADIO: Pierluigi Penzo

Dove vederla in TV e in streaming

L’incontro Venezia – Lecce, valido per la semifinale d’andata dei play-off di Serie B 2020/2021, verrà trasmesso in diretta ed in esclusiva sulla piattaforma DAZN. La sfida sarà visibile per i suoi clienti anche sulle smart tv di ultima generazione compatibili con la app e su tutti i televisori collegati ad una console Xbox (One, One S, One X, Series X, Series S) o PlayStation 4 o 5, oppure a un dispositivo Amazon Fire TV Stick o Google Chromecast. La partita sarà inoltre disponibile alla visione sul canale satellitare DAZN1 per i clienti che hanno aderito all’offerta Sky-DAZN. Gli utenti DAZN abbonati a Sky potranno anche seguire la partita in tv attraverso la app disponibile sul decoder Sky Q. Tifosi e appassionati, mediante DAZN, potranno vedere Venezia – Lecce in diretta streaming anche sul proprio pc o notebook e su dispositivi mobili quali smartphone e tablet. Nel primo caso basterà collegarsi con il sito ufficiale della piattaforma, nel secondo occorrerà invece scaricare precedentemente la app e in seguito avviarla e selezionare la gara dal palinsesto. Al termine del confronto, gli highlights e l’evento integrale saranno messi a disposizione degli utenti per la visione in modalità on demand.

Articoli correlati