Verso Lazio-Chievo, la parola ai due tecnici

357

Domani alle ore 18 si aprirà la terza giornata di ritorno con l’anticipo dell’Olimpico

ROMA – Inzaghi vuole dimenticare in fretta la prestazione dello Stadium. I biancocelesti dovranno leccarsi le ferite, ma di fronte avranno il Chievo, reduce dalla netta sconfitta casalinga contro la Fiorentina. All’andata al Bentegodi finì 1-1 con le reti di Gamberini e De Vrij.

Le parole di Inzaghi

Dopo la sconfitta con la Juventus, la Lazio vuole ripartire approfittando del turno interno contro il Chievo. Simone Inzaghi ha parlato in conferenza stampa, partendo dalle dichiarazioni di Lulic che tanto clamore hanno destato:

“Ho parlato con Senad e il resto della squadra. Siamo arrivati in alto grazie all’approccio mentale alle sfide, non possiamo sbagliarlo come accaduto domenica. Forse avremmo perso lo stesso contro la Juventus ma l’atteggiamento mentale non può venir meno a questa squadra. Radu e Lulic hanno detto questo. Ripartiremo nel modo migliore, ho visto i miei ragazzi pronti.

Il Chievo è una squadra organizzata e ben allenata. Vogliamo ripartire nel migliore dei modi. La squadra ha capito gli errori. Siamo quarti in classifica, stiamo facendo bene, ma non dobbiamo mollare di un centimetro. Domenica tutti quanti, me compreso, abbiamo sbagliato la gara. La partita di domani è importantissima, dobbiamo rimanere in alto”.

Le dichiarazioni di Maran

“Le sconfitte pesano e vogliamo chiudere questa parentesi negativa. Paghiamo tante cose, che vengono dimenticate. C’è la voglia di superare questo momento e lo dobbiamo fare attraverso il lavoro. L’urgenza di far punti si avverte sempre, specialmente quando non vinci da tanto. Dobbiamo guardare avanti e non indietro”.

Sull’emergenza infortunati e squalificati: “Davanti siamo pochi. Inglese poi non è al meglio. Mancano anche Meggiorini e Pellisier, siamo corti. Ieri abbiamo avuto anche delle altre defezioni e potremmo arrivare a Roma senza attaccanti. Il borsino? Servirebbe una conferenza intera. Mancano poco e dobbiamo valutare tante situazioni. Castro ed Hetemaj? Ieri non si sono allenati, oggi valuteremo se saranno a disposizione o meno”.

Sugli avversari: “Troviamo squadre che stanno attraversando un buon momento. Noi andremo comunque in campo per fare i punti. La Lazio ha un buon organico, con qualità e fisicità. Inzaghi con il suo lavoro è riuscito a mettere in campo una squadra quadrata che concede poco ed è micidiale nei contropiedi e nei calci piazzati”.

A cura di Simone Bortune