Verso Milan-Roma: le parole di Spalletti della vigilia

319

ROMA – Dopo la sconfitta pesante nel derby e la presentazione del nuovo Direttore Sportivo, Monchi, a rispondere alle domande dei giornalisti si è presentato Luciano Spalletti. Come di consueto, alla vigilia della partite, l’allenatore della Roma si presenta in conferenza stampa e regala spunti preziosi.

Secondo il mister giallorosso, che ha già detto ampiamente che la prossima stagione non sarà più sulla panchina della squadra della capitale, la squadra ha reagito bene alla sconfitta nel derby, e il fatto di avere il Napoli a 2 punti non può che dare stimoli ai suoi per questo finale di stagione. “Arrivare secondi sarebbe come vincere il campionato”, ha dichiarato ancora l’allenatore toscano, che aggiunge “si lavora per dare alla Roma una visibilità internazionale più importante possibile. Essere terzi significa avere una posizione nobile, non è fallimento”.

Sulla partita di domani

Rispetto al Milan e alla partita di domani Spalletti ha le idee chiarissime. “Il Milan ha perso un po’ di smalto rispetto all’andata, ci misero molto in difficoltà. I risultati ora non danno loro ragione ma sono stati anche sfortunati in alcuni episodi, sono convinto che troveremo una squadra stimolatissima e un allenatore bravissimo a preparare le partite. Quello che dirò ai miei giocatori è che troveremo il Milan dell’andata, hanno giocatori di assoluta qualità e futuro, che prima o poi esprimeranno il loro valore”.

Un commento ha voluto farlo anche sull’episodio deplorevole accaduto qualche notte fa al Colosseo; “non sono tifosi né laziali, né romanisti, né tifosi. Sono delle persone deviate, iniziative come quelle mi evidenziano solo odio, cattiveria”. Insomma uno Spalletti che di certo non le manda a dire, pronto a dare battaglia domani sera in una partita che si preannuncia tiratissima: il Milan per un posto in Europa League e la Roma per il secondo posto, che, nelle parole del mister, avrebbe il valore di un titolo.