VNL Finals Maschili, Italia – Francia 2-3: cronaca e risultato finale

48 0
italia inno
italia inno – Credit: FIPAV

Gli Azzurri escono ai quarti di finale della Volleyball Nations League. I transalpini se la vedranno domani alle 17 contro la Polonia

LODZ – Termina l’avventura in Volleyball Nations League degli azzurri di Fefè De Giorgi, sconfitti dalla Francia di Andrea Giani per 2-3 (25-19, 20-25, 25-22, 22-25, 11-15) nei Quarti di Finale. I transalpini, alla seconda vittoria sull’Italia in questa VNL, incontreranno domani la Polonia alle 17.00 in semifinale mentre nell’altra Semifinale, in programma domani alle 20.00, il Giappone attende la vincente della gara di questa sera tra Slovenia e Argentina.

In una partita che si preannunciava non facile sulla carta, di fronte ai campioni Olimpici della Francia, l’Italia è stata brava a far suo il primo e il terzo set imponendo il proprio gioco, mantenendolo anche nei successivi, set nei quali la Francia ha accelerato a muro, 13 quelli di squadra, e al servizio, 4 quelli vincenti, grazie anche a Patry, best scorer della gara con 28 punti. Nel tie break, il sorpasso nella parte finale della Francia ha fatto la differenza, per il 15-11 finale.

Tra gli azzurri, nella giornata in cui forse sono mancati solo pochi e piccoli dettagli, Bottolo miglior realizzatore con 18 punti, in evidenza al centro anche Mosca con 15 punti personali.

Una sconfitta che arriva quindi con qualche rammarico, vista la prova degli azzurri, che non cancella sicuramente quanto fatto di buono fino ad oggi.

Si conclude così l’avventura dell’Italia in Volleyball Nations League, un percorso iniziato con la partenza per il Brasile con la partenza del 17 maggio e che si concluderà con il rientro in Italia previsto per domani su Roma, con un bilancio di 9 vittorie e 4 sconfitte e nel mezzo l’importante traguardo raggiunto con la Qualificazione ai Giochi Olimpici di Parigi 2024.

Il lavoro del gruppo al completo riprenderà nei prossimi giorni a Cavalese con l’inizio della preparazione per Parigi 2024.

Cronaca della partita

De Giorgi manda in campo la diagonale formata da Sbertoli e Bovolenta, schiacciatori Porro e Bottolo, al centro Mosca e Sanguinetti, Laurenzano libero. Il primo punto della gara porta la firma di Mattia Bottolo, il primo tempo di Mosca porta avanti 2-1 gli azzurri. Louati firma il punto del 4-3 a favore della Francia. Il muro di Sanguinetti porta avanti l’Italia 6-4, quello di Porro sul 7-5. L’Italia mantiene il vantaggio sul 10-7. La diagonale di Bottolo porta sul 11-8 gli azzurri, avanti di tre lunghezze. Un break di 5-0 porta l’Italia sul 15-8 col turno al servizio di Mosca. Due errori consecutivi in attacco di Bottolo portano la Francia a cinque lunghezze dall’Italia 17-12. Errori da una parte e dall’altra, quello dei francesi vale il 19-12 per gli azzurri, il muro su Bovolenta porta a cinque punti i francesi 20-15, il muro di Seddik porta sul 21-17. L’Italia mantiene il suo vantaggio e conquista la prima palla set sul 24-18, set chiuso sul 25-19 con un muro su Tillie.

Nel secondo set De Giorgi conferma il 6+1 del primo, tra i francesi dentro Tillie per Louati. L’ace di Porro mette in difficoltà la ricezione francese, suo il punto del 2-1. Mosca va a segno, suo il primo tempo del 3-2. Porro sistema una palla tra le mani del muro avversario, Italia avanti 6-5, Bottolo da seconda linea per il 7-5. La Francia trova la parità sul 9-9 con un pallonetto di Tillie. Patry mantiene la parità 11-11, Clevenot porta avanti la Francia 12-11, l’ace di Patry vale il 14-12. Il muro di Le Goff su Bovolenta vale il 15-12 per i frances, Tillie ferma a muro Bovolenta 17-13, Briard di prima intenzione per il 18-13. De Giorgi cambia la diagonale, dentro Porro e Gironi. Ngapeth, dentro per Tillie, alza in bagher rovesciato per Clevenot, suo il punto del 20-14. Luca Porro accorcia le distanze, sua la diagonale che vale il 20-15, il 20-16 porta la firma di Gironi. Patry scalda il braccio, suo il punto del 23-18. La Francia fa suo il secondo set col punteggio di 25-20 con un attacco di Tillie da seconda linea.

Il muro francese da il via al terzo set nel quale De Giorgi manda in campo il 6+1 visto ad inizio dei primi due parziali. Dentro Tillie dall’inizio per i francesi insieme a Clevenot nel reparto schiacciatori. L’ace di Mosca porta avanti l’Italia 4-3. Bovolenta passa in attacco, suo il punto del 7-4. Il fallo a rete del muro francese mantiene avanti gli azzurri 9-7, il muro di Mosca vale l’11-8, Bottolo allunga sul 13-9, lo stesso schiacciatore veneto è bravo ad ingannare il muro francese e piazzare il punto del 16-11. Porro da seconda linea mantiene i cinque punti di vantaggio 17-12. La Francia gestisce bene la free ball, Patry accorcia a tre i punti dall’Italia 19-16. Bovolenta chiude ancora bene l’attacco che vale il 21-18. De Giorgi cerca centimetri in prima linea, dentro Gironi e Porro per Sbertoli e Bovolenta. Bottolo forza al servizio, poi subito da seconda linea per la prima palla set 24-20. L’Italia conquista il terzo set col punteggio di 25-22.

Il primo tempo della Francia da il via al quarto set, 1-0, azzurri in campo come nei precedenti parziali. Bottolo non spreca, mette a terra una palla offerta dalla Francia, azzurri avanti 3-2, il primo tempo di Sanguinetti vale il 4-2. Un errore in attacco di Porro porta avanti la Francia 7-6, Italia subito nuovamente avanti 9-8 con una palla sistemata da Bovolenta. L’ace di Porro vale il 12-9 per gli azzurri, risponde Patry col servizio vincente che porta i francesi ad un punto dall’Italia 12-11, l’attacco da seconda linea di Tillie vale il 12-12. Due muri consecutivi su Bottolo portano avanti la Francia 14-13. De Giorgi cerca di dare supporto in ricezione, dentro Recine per Porro, il muro su Bovolenta porta avanti i francesi 16-13. Dentro Gironi e Porro per Sbertoli e Bovolenta, Recine gioca il block out che porta a due lunghezze l’Italia dalla Francia 18-16. La Francia gestisce il proprio vantaggio, la diagonale strettissima di Clevenot vale il 21-18. La francia si avvicina alla conquista del quarto set, l’attacco out di Bottolo vale il 23-19. Dentro Rinaldi per Bottolo, esordio per lui in questa VNL. La Francia porta l’Italia al tie break conquistando il quarto parziale col punteggio di 25-22.

Tie break ad alta tensione tra Italia e Francia, azzurri in campo con lo steso 6+1 iniziale dei precedenti set. La Francia mantiene Tillie in campo dall’inizio. L’attacco di Porro è vincente, azzurri subito avanti 3-0, il muro su Porro porta la Francia a due punti dall’Italia 4-2, fallo a rete dei francesi sul palleggio di Sbertoli, Italia avanti 6-3. L’attacco out di Bottolo porta la Francia ad una lunghezza, 7-6, il muro di Brizard su Bottolo pareggia i conti 7-7, Patry porta avanti la Francia 8-7, il muro su Sanguinetti sul 9-7. Dentro Porro e Gironi per Bovolenta e Sbertoli, dentro anche Recine per Bottolo. Italia che pareggia subito i conti 9-9 e si porta avanti 10-9, la Francia si affida al solito Patry e ritrova il vantaggio 11-10, ancora Patry a segno per il 13-10. La Francia trova la vittoria al tie break 15-11 e vola in semifinale.

Dichiarazioni post partita

Giovanni Sanguinetti: “Oggi siamo stati bravi a giocarci le nostre carte. Secondo me li abbiamo un pò sorpresi e siamo stati bravi a tenere un alto livello durante la partita. Poi alla fine, come sempre nella pallavolo, sono poi quei due o tre palloni che fanno la differenza e sono stati bravi loro a giocarli meglio e quindi vincono meritatamente. Un pò di rammarico ce l’abbiamo perché è un peccato, eravamo davvero vicini però comunque siamo consapevoli di aver fatto la nostra partita.

Sicuramente in Slovenia siamo andati un pò sottotono in un paio di partite, con una squadra poco rodata in campo così, poteva anche starci anche con dei ragazzi giovani. Comunque siamo stati bravi a prendere ritmo e a giocare la partita migliore come ultima oggi. Adesso torniamo a Cavalese per cercare di preparare le Olimpiadi al meglio possibile e speriamo che vada tutto bene. Noi lavoreremo e sicuro quello aiuterà e poi vedremo a Parigi”.

Fefè De Giorgi: “C’è un pò di amaro in bocca, ci sono due aspetti però dopo questa sconfitta. Uno, sicuramente i ragazzi hanno giocato effettivamente la migliore partita che abbiamo fatto fino ad ora e pensando che comunque una squadra che ha avuto solo quattro partite nelle quali amalgamarsi e confrontarci, in una partita da dentro o fuori con i campioni olimpici della Francia, insomma, squadra molto tosta, brava, e giocare, diciamo, hanno dimostrato personalità, qualità, insomma, è un aspetto molto positivo. Rimane il rammarico che, insomma, se volevamo farcela si poteva fare. È mancato veramente poco. Sicuramente la loro qualità in certi momenti, soprattutto verso la fine, ha fatto la differenza. Poche cose hanno fatto la differenza.

Ho chiesto ai ragazzi di essere se stessi, perché poi nelle due partite precedenti con le squadre forti, al di là della difficoltà tecnica, eravamo un pò stati quello che non siamo. Oggi i ragazzi invece hanno affrontato con grande decisione questa partita. È mancata, una ricezione, una battuta, un attacco fatto meglio, un appoggio, pochissimi dettagli. L’alto livello è questo, si vince e si perde. Sicuramente l’ingresso in battuta di Ngapeth, che ha dato qualche possibilità in più a loro di procurarsi dei punti, l’hanno sfruttato bene. Peccato, non è bastato.

Il bilancio si fa a mente fredda e credo che sia giusto farlo a mente fredda perché poi bisogna considerare tanti aspetti. Sicuramente è stato un progetto importante quello che abbiamo portato avanti in un anno, quello olimpico, che a volte è un pò complicato quando tu devi ottenere la qualificazione poi giocare l’Olimpiadi, spesso insomma le cose sono non complicate, ma sono molto rigide. Invece abbiamo avuto questa opportunità quest’anno, siamo riusciti anche nell’anno olimpico, avevamo tre ragazzi di vent’anni in campo, a giocarci un Quarto di finale di VNL con grande personalità. Queste sono le cose che mi danno la forza di continuare nella progettualità perchè sicuramente questi ragazzi hanno fatto un passo avanti importante che è quello che ci serve.

Adesso poi i bilanci totali li faremo un pò più calmi. Voglio comunque ringraziare anche Falaschi e Cortesia perché comunque loro sono stati fino alla fine con noi anche se non hanno potuto partecipare a questa parte finale, quindi li voglio anche ringraziare come voglio ringraziare tutto il gruppo. Alla fine siamo stati in 30 che hanno lavorato al massimo in questo periodo”.

Alessandro Bovolenta: “E’ mancato qualche dettaglio oggi, forse abbiamo avuto dei momenti di blackout, che nella squadra ci stanno, e siamo stati comunque bravi a reagire, perciò i dettagli hanno fatto la differenza stasera. Credo che noi abbiamo dato il massimo caratterialmente parlando e anche tecnicamente, perciò ci è mancato poco. Chiudo questa VNL con consapevolezza, perché comunque ho avuto dei momenti come in Slovenia, un pò difficili e grazie comunque al coach e allo staff, soprattutto ai miei compagni di squadra, sono riuscito a reagire contro la Turchia. Anche stasera secondo me, a parte qualche momento, ho fatto una buona gara, perciò sono contento. Quindi direi consapevolezza dei miei mezzi e consapevolezza comunque del gruppo che è un grande gruppo. Ci vorrà un pò per digerire questa sconfitta, però siamo subito concentrati per il prossimo importantissimo obiettivo”.

Tabellino

Italia – Francia 2 – 3 ( 25-19, 20-25, 25-22, 22-25, 11-15 )

Italia : Sbertoli 1, Sanguinetti 9, Bottolo 18, Bovolenta 14, Mosca 15, Porro L. 16, Laurenzano (L), Porro P. 0, Recine 2, Gironi 3, Rinaldi 0, Gardini, Gaggini (L), Caneschi, All. De Giorgi.

Francia : Patry 28, Toniutti 0, Le Goff 8, Clevenot 20, Louati 1, Seddik 3, Grebennikov 0, Tillie 15, Ngapeth 0, Brizard 3, Jouffroy 3, Diez (L), Faure, Carle, All. Giani.

Arbitri: Cambre Wim (BEL), Mokry Juraj (SVK)
Durata set: 25, 26, 25, 32, 19.
Italia : 3 a, 19 bs, 5 mv, 25 et.
Francia : 4 a, 17 bs, 13 mv, 25 et.

Final Eight Volleyball Nations League

Quarti di Finale
Giappone – Canada 3-0 (26-24, 25-18, 26-24)
Polonia – Brasile 3-1 (18-25, 25-23, 25-22, 25-16)
Italia – Francia 2-3 (25-19, 20-25, 25-22, 22-25, 11-15)
28.06 ore 20.00 Slovenia – Argentina

Semifinali
29.06 ore 17.00 Polonia – Francia
29.06 ore 20.00 Giappone – (Slovenia/Argentina)

Finale 3/4
30.06 ore 17.00

Finale 1/2
30.06 ore 20.00