VNL, Italia – Germania 3-1: cronaca e risultato finale

42
esultanza azzurre vnl 16 maggio
esultanza azzurre vnl 16 maggio – Credit: FIPAV

Prima vittoria delle azzurre nella Volleyball Nations League 2024, risultato chiave per la qualificazione olimpica

ANTALYA – Pronto riscatto per l’Italia nella Volleyball Nations League 2024, le azzurre oggi ad Antalya (Turchia) si sono imposte 3-1 (25-16, 25-16, 21-25, 25-22) sulla Germania. Un successo molto importante in chiave qualificazione olimpica perché, oltre ai punti del world ranking conquistati (2,59), permette all’Italia di tenere a distanza una formazione ancora in corsa per Parigi 2024.

Contro la Germania la formazione tricolore ha gestito con decisione i primi due parziali, mentre nel terzo è andata in difficoltà. Nel quarto le ragazze di Velasco hanno dato vita a un’incredibile rimonta, dopo esser state sotto anche di 6 punti.

La migliore marcatrice del match è stata Ekaterina Antropova con 22 punti, seguita da una grande Caterina Bosetti autrice di 16 punti. L’Italia ha dominato a muro (18 muri a 7), al servizio, invece, è stata più efficace la squadra tedesca (7 aces contro 5). Nel corso della gara prezioso il contributo di Ilaria Spirito in ricezione e difesa, così come nel quarto set molto positivo è stato l’ingresso di Yasmina Akrari.

Domani la nazionale tricolore, sempre ad Antalya, sarà chiamata ad affrontare la Bulgaria (ore 19 italiane, diretta su DAZN e VBTV): un’altra sfida da non sbagliare per compiere un ulteriore passo verso il pass olimpico.

Rispetto alla formazione dell’esordio due le novità presentate dal ct Velasco, Cambi in palleggio e Degradi in banda, confermate: la coppia Danesi-Bonifacio, C. Bosetti, Antropova e Fersino.

In avvio di incontro un infortunio priva subito l’Italia di Degradi (problema alla caviglia destra), al suo posto Omoruyi (3-3). Le azzurre tentano di prendere il comando (6-3), ma la Germania ricuce velocemente il gap (7-7). Nelle prime azioni l’attacco azzurro fatica a trovare il ritmo (11-9), ma il muro si dimostra efficace e le tedesche perdono terreno (16-11). Cambi varia spesso il gioco e quando anche la battuta italiana inizia a produrre i suoi frutti per la Germania non c’è più niente da fare (25-16). Tra le note positive il rientro di Degradi, confermata in campo anche nel secondo set.

Il momento positivo dell’Italia continua anche nella seconda frazione (6-3), tuttavia qualche errore azzurro permette alla Germania di riportare le cose in parità (6-6). Le fasi successive registrano un sostanziale equilibrio (12-12), finché le ragazze di Velasco accelerano (16-13). Una scatenata Caterina Bosetti propizia il break tricolore (19-15), mentre la Germania accusa il colpo. Il muro azzurro è sempre presente (22-16) e il finale è dominato dall’Italia che s’impone grazie a un servizio vincente di Antropova (25-16).

Per Danesi e compagne più complicato il terzo set, la Germania trova una buona serie di battute e allunga (12-14). L’Italia non riesce a trovare il suo ritmo e le avversarie ne approfittano (15-17). I troppi errori delle ragazze di Velasco e i servizi di Strubbe spingono le tedesche sul (18-23). Il ct Velasco nel finale dà spazio a Bosio e Mingardi, ma la Germania chiude sul (21-25).

Al ritorno in campo è ancora la formazione tedesca a dettare il ritmo (4-7), con la ricezione azzurra che soffre il servizio avversario (5-9). L’attacco italiano fatica ad andare a segno, al contrario della Germania che si porta nettamente avanti (6-13). Nel momento più difficile della partita (10-16), positivo l’ingresso di Akrari, le ragazze di Velasco trovano la forza di reagire e con una grande rimonta riaprono incredibilmente il set (17-17). L’Italia si porta anche avanti (18-17), ma la Germania risponde con il muro (18-21). L’Italia, però, non molla e immediatamente produce il break che vale la prima vittoria stagionale nella VNL (25-22).

Dichiarazioni

JULIO VELASCO: “Tutte le partite della VNL sono dure, basta vedere quello che il Giappone ha fatto ieri sera contro la Turchia. Le giapponesi hanno difeso tantissimo e io alle mie ragazze ho detto questo deve essere il nostro modello. Per due set l’abbiamo fatto, però per leggere le situazioni di gioco e organizzarci nella fase muro-difesa spendiamo molto, perché sono solo due settimane che ci alleniamo. Nei primi parziali siamo stati molto bravi a mettere in difficoltà la Germania, poi loro hanno sistemato la ricezione, cambiato l’opposto e smesso di fare la fast, mentre con i primi tempi sono state efficaci e noi non siamo riuscite a fermarle. In più abbiamo commesso degli errori che non dobbiamo fare, alcune posizioni in difesa erano sbagliate e anche nel gioco d’attacco abbiamo smesso di sfruttare i primi tempi. Dopo aver perso il terzo set, nel quarto siamo stati a lungo sotto, però la squadra tirato fuori una grande reazione. Questo è un segnale molto importante, per il morale, la mentalità e la fiducia nei mezzi della squadra. Io da anni uso una frase che è un po’ un paradosso, bisogna saper giocare quando si gioca male, nel senso che quando non tutto va bene bisogna avere la capacità di tirarsi fuori da questa situazione. Io credo che la vittoria di oggi sia molto importante per il percorso di queste ragazze”.

CATERINA BOSETTI: “Sono felice. Una vittoria che serviva a portare a casa tre punti. Diciamo che il risultato della prima partita ci ha dato uno scossone. Non eravamo pronte a perdere così nettamente. Sono contenta per questa vittoria, soprattutto per il morale. Un importante risultato che serve anche e soprattutto in vista delle prossime partite. Abbiamo vinto i primi due set in maniera abbastanza netta, il nostro livello della battuta ha fatto la differenza e anche il fondamentale di muro-difesa ha funzionato alla perfezione. Il nostro livello del servizio è poi sceso e la Germania ne ha approfittato, mettendo in campo la propria pallavolo veloce. Siamo state poi brave a uscirne da squadra. Non è stato facile, non giochiamo insieme da tanto tempo. Abbiamo disputato solo due partite e uscire vincitrici da questa gara dop o una rimonta è stata una bella indicazione. La mia prestazione? sono felice, cerco di dare il mio contributo alla squadra; quello che mi viene chiesto è di essere impeccabile in ricezione e cerco di farlo nel migliore dei modi. Sono contenta”.

ELEONORA FERSINO: “Sono contento per la vittoria, ne avevamo bisogno per sbloccarci, sia per il ranking, ma soprattutto a livello mentale. Nei primi due set abbiamo gestito bene le situazioni, mentre nel terzo siamo andate in difficoltà. Siamo riuscite a vincere il quarto set dopo che le cose si erano complicate, e questo è stato possibile grazie a una grande reazione. Voglio fare i complimenti a chi è entrato dalla panchina, perché ha dato un contributo importante. Il segnale più positivo è stato il carattere e la voglia di non mollare della squadra, abbiamo difeso tanto, riuscendo a contrattaccare e tutte hanno dato il loro apporto”.

Tabellino:

ITALIA – GERMANIA 3-1 (25-16, 25-16, 21-25, 25-22)

ITALIA: Cambi 5, Bonifacio 7, C. Bosetti 15, Antropova 25, Danesi 13, Degradi 9, Fersino (L). Omoruyi, Spirito, Bosio, Mingardi 1, Akrari 2. N.e: Nervini, L. Nwakalor (L). All. Velasco
GERMANIA: Stigrot 8, Cekulaev 1, Kastner 3, Alsmeier 12, Weitzel 5, Kindermann 4, Pogany (L). Straube, Stautz 1, Drewniok 7, Strubbe 10, Scholzel 8. N.e: Cesar e Jatzko. All. Waibl
Arbitri: Akinci (Tur) e Gerothodoros (Gre).
Durata Set: 27′, 19′, 22′, 24′.
Italia: 5 a, 8 bs, 18 mv, 27 et.
Germania: 7 a, 12 bs, 7 mv, 23 et.

I risultati e il calendario della Week 1 della VNL 2024

Pool 1 (Antalya, Turchia) 14-19 maggio

martedì 14 maggio: Bulgaria – Olanda 0-3 (14-25, 20-25, 22-25); Italia – Polonia 0-3 (26-28, 23-25, 21-25).
mercoledì 15 maggio: Francia – Germania 0-3 (22-25, 14-25, 22-25); Giappone – Turchia 3-2 (25-23, 25-21, 23-25, 20-25, 15-11).
giovedì 16 maggio: ore 13 Germania – Italia 1-3 (16-25, 16-25, 25-21, 22-25); ore 16 Bulgaria – Giappone; ore 19; Olanda – Turchia.
venerdì 17 maggio: ore 13 Giappone – Germania; ore 16 Francia – Polonia; ore 19 Italia – Bulgaria.
sabato 18 maggio: ore 13 Polonia – Olanda; ore 16 Francia – Bulgaria; ore 19 Italia – Turchia.
domenica 19 maggio: ore 13 Germania – Olanda; ore 16 Polonia – Giappone; ore 19 Francia – Turchia.

Pool 2 (Rio de Janeiro, Brasile) 14-19 maggio

martedì 14 maggio: Cina – Corea del Sud 3-0 (25-15, 25-16, 25-14).
mercoledì 15 maggio: Brasile – Canada 3-1 (26-24, 23-25, 26-24, 25-12); USA – Thailandia 3-1 (25-22, 19-25, 25-12, 25-18).
giovedì 16 maggio: Serbia – Repubblica Dominicana 1-3 (18-25, 17-25, 25-21, 20-25); ore 19.00 Brasile – Corea del Sud; ore 22.30 Cina-Usa.
venerdì 17 maggio: ore 02.00 Repubblica Dominicana – Canada; ore 19.00 Serbia – Thailandia; ore 22.30 Cina – Canada.
sabato 18 maggio: ore 02.00 Brasile – USA; ore 19.00 Serbia – Cina; ore 22.30 Corea del Sud – Repubblica Dominicana.
domenica 19 maggio: ore 02.00 Thailandia – Canada; ore 15.00 Brasile – Serbia; ore 19.00 USA – Repubblica Dominicana; ore 22.30 Thailandia – Corea del Sud.