Zàrate, il corteggiamento dell’Inter e la diatriba con Reja: “E’ lui che non mi vuole!”

Mauro-Zàrate e la Lazio, ennesimo atto. Nella giornata di ieri, durante la conferenza stampa pre-Europa League, il tecnico Edy Reja si è sfogato, ha detto tutto quello che c’era da dire sulla situazione legata all’argentino. Effettivamente non c’è mai stato un buonissimo rapporto tra i due, Mauro ed Edy, giocatore dotato di un talento incredibile, a tratti espresso, ed un allenatore che forse in più di qualche occasione non ha capito il ragazzo. Già, perché secondo l’edizione odierna del corriere dello sport, il Pibe de Haedo si sente così, incompreso, si è sentito sempre criticato e rimproverato.

Fin dall’arrivo a Roma del goriziano, deve aver percepito questo: dall’esclusione di Parma alla trasferta di Cesena dove il tecnico riprese negli spogliatoi l’argentino e quest’ultimo gli rispose: “Se non ti piaccio, chiedi alla società la mia cessione”. E probabilmente ora è quello che accadrà, Zàrate potrebbe allontanarsi definitivamente da Roma, potrebbe lasciare il mondo Lazio e la sua tifoseria, un popolo che l’ha sempre sostenuto. Anche su Twitter il giocatore ha espresso il suo pensiero dicendo che in realtà è Reja a non volerlo e non lui che se ne vuole andare (“Me lo ha detto sin dal primo giorno di ritiro, non mi vuole alla Lazio”). Di chi sia la ragione o il torto, forse nemmeno conta più, una cosa però è certa: Mauro Zàrate deve tornare a giocare esprimendo le sue vere potenzialità, cosa che negli ultimi due anni non è riuscito a fare.

L’INTER IN AGGUATO – Dopo la cessione di Eto’o è partito il vero mercato in entrata dell’Inter, i nerazzurri hanno nel mirino diversi giocatori per il reparto offensivo tra i quali lo stesso Mauro Zàrate. A Gasperini piace il numero 10 biancoceleste e la dirigenza milanese ha chiesto informazioni su un possibile prestito con diritto di riscatto fissato a 20 milioni di euro. Lotito ha detto no a questa formula ma la trattativa potrebbe avere nuovi sviluppi nei prossimi giorni. Bozzo infatti, procuratore di Zàrate, sta lavorando per tenere aperta qualsiasi possibilità, si parla addirittura di un prestito oneroso (più simile a una prima tranche di un acquisto definitivo), dove le resistenze di Lotito potrebbero ammorbidirsi. Da escludere definitivamente lo scambio con Santon, il “Bambino” potrebbe finire alla Dinamo Kiev.

[Valerio Spadoni – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]