Zeman: “Contento per la prestazione, non siamo una squadra nata per gestire la partita”

Zdenek Zeman a Sky Sport

“Il primo tempo eravamo molto propositivi, il Milan è pur sempre il Milan e ci ha messo in difficoltà quando eravamo in 10. Forse potevamo gestire di più la partita ma non ne siamo capaci. Oggi centrocampo migliore? Lo avete detto anche contro la Fiorentina… Abbiamo pressato alti e siamo ripartiti, mentre nel secondo tempo ci siamo schiacciati troppo. De Rossi? Ha fatto una grande partita nel primo tempo e poi è calato, ha fatto anche un assist per Lamela e delle cose grandissime. Fa il suo lavoro. Cerco di mettere chi mi dà più sicurezza. Florenzi fuori? Ho scelto quei tre perché Bradley e Daniele sono più di rittura e siamo riusciti a bloccare il Milan e a costringerlo alla palla lunga. Sul rigore loro c’è il fuorigioco di Pazzini. Zago assistente per la difesa? Non mi risulta, la fase la farò sempre io e mi verrà ad aiutare per farmi capire meglio. Le mie scelte? Siamo 24, utilizzo quelli che in settimane mi danno sicurezze. Dov’è il problema politico? A Milano e Torino hanno più importanza, a qualcuno si danno e a qualcuno no i gol regolari. E’ normale che soffi il vento del nord, vincendo acquiseremmo anche noi maggiore peso. Io faccio calcio, mi piace fare calcio e sono contento di farlo a Roma”.

Zeman ai microfoni della Rai

“Alla squadra ho chiesto impegno, dovevamo fare quello in cui siamo più bravi. Noi siamo partiti cercando di impostare la partita con aggressività. Non abbiamo lasciato giocare loro, ci siamo riusciti, anche se hanno costruito qualche palla gol. Dopo l’espulsione e il rigore ci siamo schiacciati e siamo diventati passivi. Il centrocampo? De Rossi è alla prima partita ai suoi livelli, ha distribuito bene, ha fatto far gol a Lamela. Nel secondo tempo è un po’ calato. De Rossi ha giocato bene sia con la Fiorentina che oggi, nel primo tempo abbiamo fatto molto bene tutti, compreso lui. Vittoria mia o della squadra? Io faccio delle scelte, secondo quello che vedo in settimana, e secondo quello che si può fare come collettivo. Cerco di inserire quelli che possono aiutare la squadra a prescindere dal passato e dal futuro. L’equilibrio? A Parma era una piscina, le squadre che giocano a calcio non possono giocare su quei campi, non ci riuscirebbe nemmeno il Barcellona. Delle gare col Bologna e Udinese in campo posso lamentarmi, della partita di Parma proprio no. Quando cerchiamo di fare possesso palla ci perdiamo. Oggi la gente che c’era si è divertita, è stata una bella partita, il pubblico si sacrifica ed è giusto regalargli spettacolo. Il campo dell’Olimpico? Oggi era meglio rispetto alle ultime volte, non posso lamentarmi. Se si gioca con 10 centimetri di acqua sul terreno non si può giocare a calcio. Il calcio si fa a Milano e Torino, noi dobbiamo arrivare con i risultati dove non possiamo arrivare con altro. Marquinhos? C’è Burdisso insieme a Castan”.

Zeman a Mediaset

“De Rossi? Primo tempo eccezionale, però poi è calato con il resto della squadra. Spero disturberemo fino alla fine, guardando avanti. Ne abbiamo persi 10 di punti. Come abbiamo affrontato il Milan? Quando scendiamo dobbiamo renderci conto dei riferimenti, di vedere chi sta dove. Quando si è capito, possiamo proporre gioco nostro. Voto a Lamela? 2 gol, ormai ha imparato: se continua a 2 a 2 a me va bene. Ha coperto la fascia, ma a volte poteva ripartire meglio”.

Zeman in conferenza stampa

“Oggi abbiamo fermato il Milan che nelle ultime partite ha vinto anche con distacchi grandi, son contento della prestazione, dobbiamo guardare avanti. De Rossi? Oggi grande partita, primo tempo eccezionale nel secondo tempo di meno ma è calata tutta la squadra, poi ha preso anche una botta. Nel primo tempo ha fatto una prestazione da De Rossi. Come ho visto l’espulsione? Ero convinto che Marquinhos l’avesse presa con la spalla, poi in televisione ho visto ha preso col braccio, per me era da ammonizione. Se fare calcio a Roma è più difficile del ’99? E’ sempre difficile. Non siamo una squadra che deve gestire la partita, sul 4-0 la squadra si rilassa, non va così convinta su contrasti e marcature. Qualsiasi squadra sul 4-0 molla qualcosa, poi siamo rimasti in 10 anche. Dove può migliorare la squadra? Si può migliorare in tutte e due le fasi, oggi Totti ha fatto grandissimo lavoro difensivo, e non è solito. Se si continua così insieme, si va. In fase offensiva abbiamo sbagliato certe giocate facili, bisogna migliorare. Se i giocatori iniziano ad amarla? A me non mi interessa se mi odiano o se mi amano, mi interessano che rendano, con qualcuno devo litigare più per finta che per vero, li devo stimolare. A volte non piace, è normalissimo. De Rossi ha giocato più alla Tachtsidis? Per me primo tempo eccezionale, da De Rossi, in altre partite non l’ha fatta. Migliore partita di De Rossi, per me sicuro”.

Zeman a Roma Channel

“Grande soddisfazione? Speriamo che duri, penso che dobbiamo lavorare tanto e cercare di imparare da queste prestazioni, la squadra ha ancora margini di miglioramento e bisogna crederci. Cosa ho pensato sul 4-0? Il Milan nelle ultime 3 partite ha fatto 11 gol, ha fatto sempre bene la fase offensiva, hanno preso gol su palle ferme e ne abbiamo approfittato, è sempre una squadra che gioca e che ha qualità. Siamo stati molto bravi a interrompere il gioco a centrocampo e giocare la palla lunga per gli attaccanti. Se ho trasformato i giocatori? Partivamo da una squadra che giocava sul possesso palla, i ragazzi si stanno applicando e penso che cerchino di seguirmi. Lamela? Ha giocato due mesi eccezionali, non sempre riesce a fare tutto quello che gli dico ma sta migliorando e sta andando avanti. Se i tifosi possono sognare? Mi auguro che stiano vicino alla squadra, l’ambiente di Roma mi piace tanto sugli spalti, ma bisogna che ci creda e si applichi la squadra, finora lo ha fatto molto bene. La squalifica di Marquinhos? Sono valutazioni dell’arbitro, se lo considera come chiara occasione da gol… a me non è sembrato. La rosa è abbastanza numerosa e speriamo che si possa sopperire, oggi ha fatto molto bene, ha rischiato con quel tacco ma ha fatto molto bene. E’ considerato bene anche fuori dalla squadra. Lui esagera in tutto, ma certe volte va bene”.

[Claudio Lollobrigida – Fonte: www.vocegiallorossa.it]