Antonelli: “Cerco una sistemazione definitiva”

Dopo essere arrivato, la scorsa estate, alla corte biancorossa ed essere finito in prestito al Torino in quel di gennaio, Filippo Antonelli, finita la stagione con la maglia granata, è tornato alla base, ovvero in Puglia. Il futuro, però, è tutto ancora da decifrare al meglio. Spazio, per l’ex Triestina, ce ne sarà poco anche la prossima stagione. Lo sa il ragazzo che, in una lunga intervista rilasciata a Tuttomercatoweb, non nasconde tutte le sue perplessità per il prossimo futuro, ammettendo di essere felice di stare in biancorosso ma anche di voler, giustamente diremo, giocare con una certa continuità, cosa che, ad oggi, nessuno in riva all’Adriatico può garantirgli nella maniera più assoluta. Ecco quanto evidenziato da Tuttobari.com:

Dopo il campionato con il Torino speri di rimanere a Bari quest’anno?

“Se dovessi partire per il ritiro è normale che ci spero essendo anche serie A. La cosa migliore sarebbe quella di partire con una squadra e andare fino in fondo, ma se dovessi partire col Bari, come ho detto, vediamo che succede”.

Il Torino partirà domenica, ti dispiace non essere con loro?

“Sì, mi dispiace perché sono stato bene e poi ero legato avendo fatto lì il settore giovanile. In ogni caso loro hanno fatto le loro scelte e va bene così”.

Si parlava negli ultimi tempi di un tuo passaggio al Livorno e di un approdo di Pulzetti a Bari. Ora che lui è arrivato per te può esserci il trasferimento in amaranto?

“Credo sia possibile e comunque Livorno è una piazza che mi piace molto”.

A cercarti sono anche Pescara e Vicenza

“Pescara è la squadra della mia città e giocarci sarebbe bellissimo essendo anche tifoso. A Vicenza c’è Maran, che conosco, e sicuramente andrei a stare bene. L’unica cosa che chiedo è trovare per me una soluzione ideale e definitiva. Non vorrei andare in prestito e poi tornare indietro ancora una volta”.