Atalanta, colpo Schelotto: Chapeau!

Forse l’acquisto a titolo definitivo di Schelotto è passato un po’ sotto silenzio, quando invece merita un grande paluso alla società nerazzurra. Schelotto era richiesto da numerosi club italiani di serie A, soprattutto dopo i cattivi rapporti tra il presidente cesenate Campedelli e la vecchia dirigenza atalantina nel gennaio scorso.

Con l’arrivo di Percassi è tornato il sereno tra le due società e con un colpo di coda, Schelotto è stato soffiato alla Lazio di Lotito che pensava di aver già chiuso l’affare con il Cesena.

L’Acquisto dell’italo-argentino è da vedere in prospettiva. Il desiderio del giocatore è quello di potersi confrontare con la massima serie e lo farà nella prossima stagione nelle file del Cesena a cui sono stati girati anche Pellegrino e Caserta (non gravi perdite).

La domanda però che ci è stata posta è:”Perchè non tenerlo fin da subito con noi?”. Bè, ricordiamoci sempre che siamo in serie B, e per alcuni giocatori la serie cadetta sta decisamente stretta, tra cui proprio Schelotto.

Se farà male? Non sarebbe il primo e l’ultimo giocatore di ottima qualità a scontrarsi con la serie A, ricordiamo i vari Zidane, Platini e Nedved che il primo anno in bianconero sembravano giocatori mediocri e poi dopo pochi anni hanno vinto un pallone d’oro.

Se farà bene, le piste da seguire sono due. Tenerlo con la maglia dell’Atalanta (sperando di risalire in A), oppure fare cassa triplicando il valore del suo cartellino. Insomma, possiamo dire che il colpo Schelotto è stato davvero un segnale forte che la società ha voluto lanciare ai propri tifosi e non solo.

A questo punto è legittimo sognare un grande colpo che i tifosi vogliono assolutamente per accendere l’entusiasmo definitivamente: Donati e Bianchi sono i nomi in cima alla lista nei sogni della tifoseria. Con questa società sognare si può, nulla è impossibile.

[Luca Ronchi – Fonte: www.atalantanews.com]