Bari, Garzelli: “Matarrese è pronto a continuare, anche senza cordata”

In questi giorni sono tante le voci che non promettono nulla di buono per il futuro societario dell’ As Bari Calcio.

In attesa che giungano degli sviluppi sulla trattativa della cordata di imprenditori locali, a preoccupare la piazza è anche l’incertezza derivante dalle casse molto esigue del club di Via Torrebella, da cui sono scaturite le richieste di spalmatura degli ingaggi dei giocatori. Per conoscere un po’ lo status reale dell’economia della società biancorossa Claudio Garzelli è stato intervistato da Repubblica, dove ha dichiarato: “Siamo in un momento importante, perchè c’è ‘ipotesi di nuovi ingressi. La proprietà attuale ha mostrato un’apertura nei loro confronti e questa può essere un’occasione importante, anche per un rilancio della società stessa. Qualora non ci dovrebbe essere l’ingresso di nuovi imprenditori, il presidente ha detto che continuerà a mantenere la società”.

Inoltre, in merito alla proposta, poi accettata dai giocatori, di spalmare l’ingaggio, il dg del Bari ha detto: “Il presidente è stato molto chiaro con loro, gli ha messi al corrente delle trattative con i partner e ha detto che, qualora la trattativa dovrebbe protrarsi a lungo, ci sarebbe bisogno di un intervento e ha chiesto la collaborazione dei giocatori, che hanno dato un’intesa di massima”.

Un dato di fatto della realtà biancorossa è lo stato quasi disperato delle casse societarie. Garzelli, a tal proposito, tende a far chiarezza: “Gli incassi dei diritti tv sono legati anche alle prestazioni della stagione corrente e, sotto quest’aspetto, si è già fatta registrare una prima perdita. La società ha sostenuto un grosso impegno nell’anno in cui si è vinto il campionato di B e anche per allestire la rosa dello scorso anno e ciò sta provocando delle ripercussioni sulla stagione attuale. Inoltre, a gennaio la società ha rinforzato l’organico, poi abbiamo ricavi sempre più bassi allo stadio e, devo dire, che ultimamente facciamo anche fatica ad aprire lo stadio, in termini di incassi. Tutto questo ha portato ad una carenza di liquidità, situazione presente anche in altre società, e stiamo affrontando la situazione con serenità e con forza“.

Infine, in merito alla cessione del logo alla Servizi Sportivi srl, Garzelli ha dichiarato: “E’ un’operazione di specializzazione della società nell’attività di marketing. Molte società affidano l’attività di valorizzazione del marchio, perchè questa società acquisisce i connotati di una società specialistica dell’ As Bari Calcio. E’ un’operazione – conclude – che non incide sui nostri bilanci e che è stata effettuata l’anno scorso“.

[Gaetano Nacci – Fonte: www.tuttobari.com]