Bisoli: “Il Bari? Se arriva la chiamata, rispondo presente”

Il Bari del prossimo futuro avvolto da mistero. In questi ultimi giorni, alla ribalta e all’attenzione della piazza biancorossa, è piombato il possibile cambio di proprietà, con la famiglia Matarrese pronta a lasciare il passo a nuovi e motivati investitori.

Ma non saranno solo i vertici societari ha subire modifiche. Il Bari che verrà, probabilmente, non avrà più Bortolo Mutti come sua guida tecnica e spirituale. L’allenatore bergamasco ha, in quel di febbraio, sottoscritto un contratto con la società barese sino al prossimo giugno. Ciò lascia immaginare che, a partire già dalla prossima stagione, l’ex tecnico di Messina ed Atalanta non siederà più sulla panchina biancorossa. Ma chi sarà, allora, il tecnico del futuro? Tra i diversi nomi ipotizzati, è spuntato fuori quello di Pierpaolo Bisoli, ex giocatore e tecnico del Cagliari che, contattato in esclusiva da TuttoBari.com, ha dichiarato: “Sinceramente non ho avuto nessuna chiamata dalla società Matarrese. Qualora arrivasse, sarei ben lieto di accettare l’incarico”.

Sarebbe, quindi, disposto a rescindere immediatamente il contratto che lo lega ancora alla società sarda per sposare il progetto biancorosso? “E me lo chiede (ride ndr)? Certo che si. Non ne farei nemmeno un caso economico. L’unica cosa che conta è il lavoro, il progetto, e a Bari hanno sempre dimostrato di tenere molto al proprio tecnico. Questo per noi allenatori è essenziale. Sentirsi protetti è importantissimo, e la famiglia Matarrese protegge i suoi allenatori. Io, poi, sono un perfetto aziendalista, non farei problemi di nessun genere (ride ndr)”.

Lei sa, però, che la famiglia Matarrese è lì pronta a lasciare, in toto o in parte, la presidenza del Bari… “No, questo non lo so. Conosco di fama la famiglia Matarrese, e non posso che essere orgoglioso che il mio nome venga accostato alla loro squadra. Se mi chiamano, io rispondo presente”.

[Andrea Dipalo Fonte: www.tuttobari.com]