Bologna: doccia fredda, 2-0 a Cagliari

Contro il Cagliari era il primo vero esame per il Bologna, la gara che doveva dare le prime risposte sui rossoblu. E la squadra di Malesani esce dal Sant’Elia con una sconfitta per 2-0 che ora complica terribilmente la classifica. Succede tutto nella ripresa, dopo un primo tempo in cui è il Cagliari a fare  possesso palla e ad avere le occasioni migliori, mentre il Bologna se ne sta rintanato dietro, riesce a difendersi ma non si fa mai vedere dalle parti di Agazzi.

Malesani, che era partito con la formazione preventivata alla vigilia, spedisce un chiaro segnale ad inizio ripresa: dentro Gimenez ed Ekdal per Paponi e Radovanovic, a dimostrazione del fatto che si deve cambiare registro. La squadra di Bisoli passa al 50’: cross al bacio di Cossu, piattone destro di Nenè che batte Viviano.

Sarà per i nuovi innesti, sarà per la rete del Cagliari che scuote la gara, fatto sta che a differenza del primo tempo il Bologna nella ripresa è più vivo e, soprattutto con Di Vaio, prova a cercare la rete del pareggio. Il capitano al 58’ spedisce la palla a lato con un colpo di testa su cross di Garics, al 62’ viene fermato al limite dell’area da Astori e al 65’ spedisce alto un calcio di punizione. Un minuto più tardi si fa vedere ancora il Cagliari, con un colpo di testa di Matri che finisce fuori. Al 78’ arriva il raddoppio della squadra di Bisoli: gran destro di Naiggolan dal limite dell’area che si insacca nell’angolino. Cagliari ancora pericoloso prima della fine con Acquafresca e Agostini, ma il risultato non cambia.

Ed è un risultato pesante per il Bologna, che resta inchiodato a quota 8 ed così ultimo in classifica, in coabitazione con Parma, Fiorentina, Cesena e Bari, aspettando il posticipo di questa sera della squadra viola. Sabato prossimo (ore 18) arriva il Lecce, e l’appuntamento con i tre punti non potrà più essere rimandato.

[Redazione Zero Cinquantuno – Fonte: www.zerocinquantuno.it]