Cagliari, è ora di cambiare passo

7 partite giocate: 4 fuori casa (Palermo, Bari, Juventus e Chievo) e tre in casa (Roma, Sampdoria e Inter). Questo finora il calendario del Cagliari. Un inizio di campionato piuttosto duro, dove i ragazzi di Bisoli hanno affrontato tutte le grandi, Milan escluso. Domenica i rossoblù andranno a far visita alla capolista Lazio, come conclusione di una prima parte di campionato durissima. Poi Bologna, Udinese, Napoli, Genoa, Brescia, Lecce, Fiorentina, Catania e Cesena.

Nove partite dove il Cagliari dovrà cominciare a macinare punti. Il bel gioco latita, il gol anche. Pochi gol subiti (esclusi i 4 presi contro la Juve), ma pochi anche quelli fatti (7, ma concentrati in due partite su 7). Il Cagliari di Bisoli non è quello di Allegri. Meno arioso dal punto di vista offensivo, più quadrato in difesa. C’è da dire anche che su 7 partite, il Cagliari ne ha giocate due alle 12.30, orario poco indicato per una partita di pallone. Aggiungiamo anche che su tre partite casalinghe – il Sant’Elia è da sempre l’arma in più dei rossoblù – il Cagliari ha affrontato la prima, la seconda e la quarta forza del campionato scorso.

Per non parlare poi delle trasferte: l’Olimpico di Torino di una Juve rinata, il Barbera di Palermo con le magie di Pastore e due campi tosti come Bari e Verona. Insomma, il Cagliari non entusiasma, è vero, ma non c’è da fasciarsi la testa prima di essersela rotta. Già ieri la squadra ha dato risposte importanti. L’Inter ha vinto sì, ma grazie al colpo di un fuoriclasse come Eto’o. Per il resto il Cagliari avrebbe probabilmente meritato almeno un punto, negatogli da un ottimo Julio Cesar (migliore in campo Sky) e da un pizzico di sfortuna e imprecisione sottoporta.

Ora però è necessario cambiare passo. E’ necessario che Conti e Cossu prendano la squadra per mano, che Acquafresca e Nenè comincino a far gol con continuità e che i tifosi sostengano la squadra sempre di più. Le possibilità di far bene ci sono ancora tutte,ma tempo e pazienza non sono infiniti.

[Giampaolo Gaias – Fonte: www.tuttocagliari.net]