Cagliari-Juventus: la presentazione, le probabili formazioni

Quella del Tardini di Parma questa sera sarà una sfida fra mille polemiche. Non può essere altrimenti dopo gli avvenimenti degli ultimi giorni. Con l’Is Arenas di Quartu dichiarato nuovamente inagibile, dopo essere stato aperto al pubblico in altre occasioni, e il Cagliari costretto a trovare in fretta e furia una nuova sistemazione per la sfida coi piemontesi. Niente Trieste, dove lo scorso anno i sardi giocarono l’ultima parte di campionato, niente Bari, logisticamente scomodo per entrambe le squadre, con alla fine – appena 48 ore prima del calcio d’inizio – il Tardini di Parma che vince la lotteria per ospitare l’ultima gara dell’anno di Cagliari e Juventus.

Decisione che non è stata però mandata giù dal presidente Cellino che ieri ha attaccato la Juventus, rea di aver rifiutato di giocare a Is Arenas dopo che la società sarda aveva trovato l’accordo con la Lega, mettendo in mezzo le ire del dio del calcio e dello sport.

Così come non l’hanno mandata giù i tanti tifosi, sia cagliaritani sia juventini, che avevano già acquistato i biglietti per la partita e che si sono trovati costretti a cambiare i propri piani, chiedendo rimborsi e disdicendo prenotazioni aeree o navali e quelle degli alberghi. Un caos dove al solito pagano sopratutto i tifosi, sopratutto di casa, che saranno costretti a una nuova trasferta pur giocando in casa come troppe volte è accaduto nella scorsa stagione e rischia ancora di accadere se non verrà trovata una soluzione definitiva.

COME ARRIVA IL CAGLIARI – Parlando di calcio giocato la squadra di Pulga e Lopez questa sera dovrà fare a meno di Conti in mezzo al campo: al suo posto Ekdal con Nainggolan e Dessena a completare il reparto. In difesa conferme per Ariaudo al fianco di Astori e Avelar sulla sinistra. In avanti spazio al due Pinilla-Sau con Cossu a supporto. Ibarbo non ce la fa e resta in Sardegna. I sardi proveranno a tornare alla vittoria che manca da 7 giornate (con 4 sconfitte consecutive) per chiudere l’anno nel migliore dei modi e tenere a distanza la zona retrocessione. Impresa non facile visto che di fronte ci saranno i freschi campioni d’inverno della Juventus che nelle ultime giornate hanno dimostrato un grande stato di forma.

COME ARRIVA LA JUVENTUS – Conte vuole chiudere l’anno con una vittoria che possa rafforzare il primato in classifica e chiudere l’anno in maniera più che positiva, mettendo pressione alle inseguitrici che scenderanno in campo domani. Per quanto riguarda la formazione i bianconeri devono fare a meno di Chiellini, che resterà fuori almeno 2 mesi, e si affidano a Caceres sul centrosinistra. In mezzo al campo confermata la linea titolare con Pirlo in cabina di regia, Lichtsteiner a destra e Asamoah a sinistra. In avanti Vucinic potrebbe rifiatare con Quagliarella titolare al fianco di Giovinco.

LE PROBABILI FORMAZIONI:

Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Astori, Ariaudo, Avelar; Dessena, Nainggolan, Ekdal; Cossu; Pinilla, Sau. All. Lopez-Pulga

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Caceres; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah;Quagliarella, Giovinco. All. Conte

[Tommaso Maschio – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]