Calciatori Interisti da leggenda: Virgilio Fossati

In questo finale di stagione l’Inter è stato protagonista in tutti i fronti, dalla Coppa dei Campioni (quasi finalista) alla Coppa Italia, passando per il Campionato (a -1 dalla Roma). Un’Inter insomma che si appresterebbe a rinverdire persino i fasti della Grande squadra di Herrera. In questa sede ripercorriamo in poche puntate le gesta dei calciatori che più di altri l’hanno resa grande. Iniziamo questa galleria di leggende con Virgilio Fossati.

VIRGILIO FOSSATI – Virgilio Fossati (Milano, 12 settembre 1889 – 1918) è stato un calciatore italiano che giocava nel ruolo di centrosostegno. Fra il 1909 ed il 1915, giocando sempre nell’Inter, disputò 97 partite (4 gol), vincendo 1 Scudetto nel ’10. Fossati fu il primo capitano e allenatore dell’Inter nonchè il primo nerazzurro a vestire la maglia della Nazionale, il 15 maggio 1910 contro la Francia. Con la casacca della Nazionale prese parte a 12 incontri segnando 1 gol. Malauguratamente la carriera di Fossati sarà interrotta precocemente dalla Prima Guerra Mondiale. Morì nel 1918 sul fronte orientale, nel corso di una battaglia tra l’esercito italiano e quello austriaco.