Castori: “Non meritavamo di lasciare la Serie A, abbiamo fatto tutto quello che era nelle nostre possibilità”

281

carpi calcio

UDINE – Al Carpi non è stato sufficiente il successo nell’ultima di campionato ma soprattutto 38 punti in classifica per garantirsi la salvezza. Il tecnico biancorosso, Fabrizio Castori, ha commentato così:

“A fine partita mi sono complimentato con i ragazzi, perché sono stati splendidi, un gruppo fantastico. Da gennaio in poi abbiamo collezionato 28 punti, una rincorsa clamorosa, un qualcosa di straordinario. Retrocedere a 38 punti ci lascia l’amaro in bocca. Non meritavamo di lasciare la Serie A, abbiamo fatto tutto quello che era nelle nostre possibilità ma non è bastato. Siamo orgogliosi di quanto fatto, il Carpi ha dimostrato di essere una squadra giovane, forte, pulita: usciamo a testa alta da questo campionato. Sappiamo quello che abbiamo passato durante questa stagione. Siamo una squadra che veniva dalla Serie B, dopo un campionato vinto in modo straordinario. Ci siamo rimessi in sesto a campionato in corso, ritornando a quella che era la forza di questo gruppo, ovvero la freschezza, il lavoro e la gioventù di tanti ragazzi che erano esordienti in Serie A e hanno fatto qualcosa di straordinario“.

Resta la soddisfazione per aver disputato una buona partita in quest’ultima gara mentre durante il campionato sono state pagate a caro prezzo alcune inesperienze di inizio stagione

“Non abbiamo pagato l’inesperienza, ma la rivoluzione impropria e fuori luogo fatta a inizio campionato. Abbiamo cercato di rimettere a posto le cose, ma in un campionato difficile come la Serie A non è facile. Retrocediamo per un punto, la realtà dice questo”.

Articoli correlati