Catania, Lo Monaco: “Gomez Stanco, Non gioca dall’Inizio”

Torre del Grifo (Mascalucia – CT) Nella tanta retorica, tra scaramanzia e pretattica, la conferenza stampa dell’addì Pietro Lo Monaco regala anche importanti aneddoti sulla formazione che il Catania presenterà in campo nel derby. Quasi certa l’assenza di Gomez, si giocherà col 4-3-1-2, in campo Schelotto e Ricchiuti. Immancabile lo sprone ad un derby corretto sugli spalti, come l’ennesimo affondo sui tifosi, stavolta del web.

“E’ stata una settimana proficua. Abbiamo approfittato della sosta per recuperare alcuni giocatori importanti, come Biagianti, Izco e Sciacca (che oggi scenderà in campo con la Primavera nella sfida contro la Roma, ndr) che ci danno parecchia serenità per il prosieguo della stagione proprio adesso che alcuni giocatori, come Gomez, stanno risentendo della durezza del campionato, e quindi non riescono ad esprimersi al top. Non credo che l’argentino partirà dall’inizio ma sono certo che, dovesse entrare a partita in corso, saprà fare la differenza.

“Il derby non è una sfida che un singolo riesce a decidere a prescindere dal contributo della squadra. Il Palermo ha Miccoli, Pastore ed Hernandez che possono fare la differenza, il Catania (svelando buona parte della formazione che scenderà domenica in campo) ha Ricchiuti, Lodi, Bergessio e Lopez. L’avvento di due nuovi tecnici sulle panchine d’entrambe le squadre ha certo portato aria di novità rispetto al derby dell’andata ma penso che entrambe le squadre giocheranno con un modulo molto simile a quelli editi nelle ultime giornate.

“Siamo pronti a questa sfida, che cade nel momento clou della stagione. Ho visto nei ragazzi la giusta mentalità e la consapevolezza non solo della nostra forza ma anche di come, vincendo, potremmo ritagliarci una buona fetta di salvezza. Certo è, il Palermo arriverà gasato dalla vittoria contro il Milan, ma le nostre motivazioni ed i nostri obiettivi sono certamente più importanti di quelli dei rosanero: dobbiamo salvarci.

“Sono convinto che il Massimo sarà una bolgia da tutto esaurito. Le tifoserie di Catania e Palermo animeranno un sano derby, fatto di correttezza e di sfottò, che sono l’essenza di gare così sentite. Sarà bello vedere e sentire l’atmosfera, ma io come ben sapete girerò alla larga, passeggerò per Catania, come mio solito.

“Il Catania è una squadra che in questa stagione ha viaggiato tra alti e bassi, smarrendosi per un breve periodo, ma adesso si è ritrovata, riacquistando morale e motivazioni un tempo carenti o dimenticate. Per il resto, le critiche mosse a questi giocatore ed a questa dirigenza sui muri – internet, le reputo “minchiate” scritte da chi non conosce il lavoro ed i sacrifici che stanno dietro il lavoro quotidiano di questa dirigenza e di questi giocatori.

“Non è proprio il momento di parlare di giocatori od allenatori per l’anno prossimo. Noi l’allenatore ce l’abbiamo già. Pensiamo solo alle 8 finali che ci attendono da qua alla fine del campionato, nelle quali, chiunque venga a giocare a Catania è bene sappia di dover affrontare una città intera che vuole la salvezza di questa squadra. Rimanere ai massimi livelli richiede impegno, lotta e sacrificio da parte di tutti, anche se a volte può anche non bastare, sono scese in B grandi squadre come Napoli, Parma, Sampdoria.

[Giuseppe Puglisi – Fonte: www.tuttocagliari.net]