C’è un’Inter in vendita: si cerca di piazzare cinque nerazzurri

La conferma di Maicon in nerazzurro di fatto è un vero e proprio acquisto effettuato dai nerazzurri. Se la sua cessione, che avrebbe portato 30 milioni nelle casse interiste, serviva a Moratti per affrontare il FFP ed il mercato in entrata che, aggiungendo i 30 ricavati dal passaggio di Mario Balotelli al City, metteva a disposizione dei nerazzurri 60 milioni. La sua conferma ora mette l’Inter nelle condizioni di cedere i giocatori non certo ‘insostituibili’. Sono infatti 5/6 i nerazzurri che verrebbero sacrificati sull’altare del bilancio: si tratta di Burdisso, Muntari, Obinna, Rivas, Suazo e Mancini. Situazioni e costi diversi per tutti questi calciatori.

Il primo ha già deciso da tempo, ‘O Inter o Roma’, meglio la Roma in ogni caso, tanto da rifiutare un passaggio al Napoli. La situazione riguardante Nicolas Burdisso è questa: l’Inter lo ha valutato 10 milioni, la Roma non è andata oltre la metà, ma ad 8 milioni si potrebbe chiudere. La sensazione è che l’affare possa andare in porto anche negli ultimi giorni di mercato, visto che l’argentino andrà in scadenza nel 2011 e visto che i giallorossi hanno ricevuto un’amara sorpresa dal Fenerbahce, che ha valutato l’uruguaiano Diego Lugano ben 12 milioni di euro.

Sulley Muntari invece, nonostante le belle parole di attaccamento ai colori nerazzurri, potrebbe essere piazzato in Inghilterra. Il ghanese in Premier ha molto mercato. La società conta di poter ricavare 10/12 milioni dalla sua cessione. Il Tottenham di Harry Redknapp, suo estimatore sin dai tempi del Portsmouth, potrebbe essere una gradita soluzione, meglio del Liverpool che non lo accetterebbe come parziale contropartita nell’affare Mascherano, giacché i Reds sono pronti a chiudere per Christian Poulsen dalla Juventus. Victor Obinna invece è il classico caso di ‘Tutti lo vogliono, ma nessuno lo prende’. Il nigeriano, classe 1987, è stato ultimamente richiesto dalla Fiorentina e dal Panathinaikos; oltre a loro rimangono in corsa lo Stoke City ed il Lecce, con i giallorossi però orientati verso il prestito. Obinna dovrà per forza di cose essere ceduto, poiché la società non gli ha rinnovato il contratto sino al 2012, contratto che scadrà il prossimo anno. David Suazo, al momento alle prese con un infortunio, frutterebbe 5 milioni di euro, ma il suo passaggio (ad esempio in Grecia) è stato reso vano dal pesante ingaggio. Restano poi Rivas, anche lui con un ingaggio oneroso: l’Inter dovrebbe prestarlo e magari aiutare il club pagandone una parte, come fatto con il Livorno lo scorso anno ed Amantino Mancini, forse l’unico che potrebbe restare.

Facendo un po’ di conti alla mano, gli 8 di Burdisso, i 10 di Muntari, e gli altri 10 milioni provenienti dai restanti, porterebbero all’Inter 28 milioni, quelli che sarebbero fruttati dalla cessione di Maicon. Il denaro servirà a finanziare le ultime decisive offensive di mercato, e Moratti lo ha detto: sistemati questi giocatori, arriveranno i rinforzi.

[Alberto Casavecchia – Fonte: www.fcinternews.it]