Cento: “Borriello? La Lega straparla, Unicredit non ha tirato fuori un centesimo”

207

“Quello di Borriello è stato un colpo magistrale e non solo per la qualità del giocatore. L’ex milanista è tra le migliori 4-5 punte in Italia e tra le prime 10 in Europa. Un attaccante così mancava dai tempi di Batistuta. Rosella Sensi ha fatto un gran colpo in 48 ore con tutte le difficoltà del caso, convincendo il Milan, Borriello e la Banca.

La Lega dice che Unicredit non doveva dare i soldi? La Lega rosica e straparla. La Banca non ha tirato fuori un centesimo. Ha semplicemente garantito con una fidejussione il costo del giocatore.

Lo scudetto? L’inter rimane comunque la grande favorita; il Milan l’anno scorso ha finito la stagione molto lontano dai nerazzurri, ha fatto due grandi acquisti ma bisogna vedere se avrà colmato il gap. Quando l’Inter gioca da Inter è una squadra assolutamente forte, sia in attacco che in difesa. Il Milan mi sembra molto sbilanciato mentre la Roma attualmente è la squadra che più si avvicina ai nerazzurri. Ha confermato Burdisso, non ha ceduto nessuno, ha un giocatore più giovane di Toni in avanti, ha un Menez in più e ha Simplicio e Adriano. Se Simplicio gioca come nelle scorse stagioni e se Adriano arriverà almeno al 70% ci godremo una gran bella Roma.

Rosella Sensi ha detto che quello di Borriello è stato probabilmente il suo ultimo acquisto? Ho provato amarezza. La sua gestione merita critiche ma anche tanti apprezzamenti. Mi auguro che dopo di lei venga un grande miliardario in modo che la Roma possa competere con Barcellona e Manchester, ma non sarà facile trovare una proprietà che ci terrà con questa continuità al top del calcio italiano.
Dovremo stare molto attenti come tifosi per evitare che arrivi qualcuno che ci illuda e che poi voglia solo fare cassa con la Roma.

Rosella ha agito sempre nell’interesse della Roma. Doveva fare di più nell’ambito della comunicazione, aspetto fondamentale per tutte le società. Ha sbagliato a gennaio quando non ha dato Baptista per Burdisso, ci avrebbe risparmiato il tormento estivo per prendere l’argentino. Un altro errore è stato non responsabilizzare la città in merito alla situazione della società ma, nel complesso, trovo più fattori positivi che negativi nella gestione Sensi.

Borriello non è stato certo un regalo di Berlusconi. Sarebbe stato solo un costo per Milan, se fosse rimasto.
Mexes? Pure quest’anno lo davano tutti per partente. Anche io ho temuto all’ultimo che sarebbe partito per far arrivare Borriello. Credo invece abbia ragione Montali: Mexes sarà il prossimo acquisto quando gli sarà rinnovato il contratto. Con l’ex milanista credo che la Roma giocherà con Menez e Totti dietro di lui. Vucinic potrebbe avere delle difficoltà, soprattutto ora che non è in forma. Lui è un grande, ma ora non è al meglio.

De Rossi? Può dare molto di più di quello che sta dando ora e Roma deve avere pazienza per un giocatore straordinario che anche quando gioca male non scende mai sotto la sufficienza. Il fatto che Borriello abbia scelto la Roma e non la Juve significa che la società giallorossa è molto cresciuta negli ultimi anni e questo è sicuramente motivo di soddisfazione

[Alessandro Carducci – Fonte: www.vocegiallorossa.it]

Articoli correlati