Champion’s League, Roma-Manchester City 0-2: Ramsi superlativo, giallorossi eliminati

133

watch-uefa-champions-league-live-streamLa partita più importante della stagione. Così é stata definita Roma-Manchester City. Garcia se la gioca, lasciando fuori De Rossi e schierando il tridente Gervinho-Totti-Ljajic. Pellegrini risponde con Dzeko unica punta i trequartisti Milner, Nasri e Navas a supportare la punta bosniaca.

Parte forte la Roma che vuole subito imprimere i propri ritmi alla gara. Nei primi cinque minuti tre occasioni per i giallorossi. Prima Gervinho, dopo uno scambio con Pjanic, entra bene in area ma il suo cross viene deviato. Al 3′ Nainggolan serve Cholevas tutto solo a sinistra, a pochi passo da Hart. Il terzino greco con una finta, si libera di un difensore e tira col destro ma centra in pieno il portiere inglese. Dopo due minuti, i padroni di casa sfondano nuovamente a sinistra. Ljajic vede l’inserimento di Nainggolan che di prima la mette subito in mezzo: Gervinho di un soffio non arriva sul pallone e la difesa del City, con qualche difficoltà libera via. Partita intensissima, con continui capovolgimenti di fronte. Al 15′ pericolosi gli ospiti, con Navas che se ne va sulla fascia destra e crossa bene al centro ma la sfera attraversa tutta l’area di rigore senza che nessuno riesca a intercettarla. Sulla ripartenza Ljajic viene servito sulla trequarti sinistra: il serbo salta due uomini, si accentra ma spara alto. In questo inizio di partita é davvero un susseguirsi di emozioni. 19 minuti e si fanno pericolosi gli inglesi.

Milner viene servito fuori area, sulla sinistra e tira forte in porta: bravo De Sanctis a bloccare in due tempi. Dopo la parata, rilancio immediato del portiere abruzzese. Gervinho, letteralmente imprendibile, si fa 40 metri di campo, arriva in area e tira ad incrociare impegnando Hart a deviare in angolo. Al 24′ si fa vedere Dzeko. Jesus Navas effettua un grande passaggio filtrante per Nasri, che entra in area sulla destra e trova l’attaccante bosniaco, il quale però la manda alta. Dopo due minuti, goal annullato ai “Citizens”. Traversone dalla sinistra che giunge a Navas, che stoppa e batte De Sanctis con un tiro rasoterra. L’arbitro però annulla per un fallo di Dzeko su Holebas, che ha impedito al greco di intervenire. Al 37′ prima vera accelerazione di Maicon della gara, si accentra, smarca due giocatori avversari e tira in porta: attento Hart. Passa un minuto e grande occasione per il City: Milner si inserisce benissimo alle spalle di Manolas e si ritrova a tu per tu con De Sanctis. Reattivo il numero 26 romanista che blocca il centrocampista britannico.

Si ricomincia con gli stessi 22 del primo tempo e la Roma al momento qualificata agli ottavi. Al 5′ bell’azione dei giallorossi, con Ljajic che manda Pjanic in profondità. Il bosniaco crossa in mezzo ma é bravo Mangala ad allontanare di testa. Il City però risponde e Clichy sulla fascia sinistra, crossando bene in mezzo: nessuno però riesce ad intercettare la sfera e Cholevas allontana. Al 58′ Pjanic ci prova da lontano. Il centrocampista della Roma, riceve palla sulla trequarti d’attacco e tira in porta: si allunga Hart sulla sua destra. Al 60′ City in vantaggio. Nasri riceve palla sulla sinistra, si accentra e tira un bolide che si insacca sotto l’incrocio dei pali. Al Prova a reagire la squadra di Garcia, con Maicon che avanza e crossa in mezzo ma Totti non ci arriva d’un soffio. Al 65′ Nainggolan riceve la sfera a centrocampo, avanza e tira forte in porta: troppo centrale e Hart alza in corner. Dopo un minuto, grandissima occasione per i giallorossi. Ljajic ubriaca di finte Zabaleta sulla sinistra, rientra col destro e calcia verso la porta ma alzando troppo la sfera. Poco dopo é proprio il serbo ad uscire per Iturbe. Passano quattro minuti e sostituzione per entrambe le formazioni: fuori Totti e Navas dentro Destro e Silva. A venti dalla fine due incredibili chance per la Roma: punizione dalla destra di Pjanic che trova Manolas il quale impatta il pallone di testa e centra in pieno il palo. Dopo un minuto, corner e Destro al volo, a porta sguarnita trova il clamoroso salvataggio di De Michelis. All’80 arrivano gli ultimi cambi: entrano Florenzi e Jovetic ed escono Maicon e Dzeko. A tre minuti dalla fine, raddoppio del Manchester. Combinazione Nasri-Zabaleta e il terzino argentino spiazza De Sanctis, incolpevole. Nel finale c’è tempo anche per Kolarov che prende il posto di Nasri.

[Edoardo Badassa – Fonte: www.forzaroma.info]

Articoli correlati