Consigli Fantacalcio della 21 esima giornata: si parte con Palermo-Lazio

Seconda giornata di ritorno del campionato con gli anticipi di sabato 19 gennaio alle ore 18 tra Palermo e Lazio mentre alle 20.45 sarà la volta di Juventus-Udinese. Succulente anticipo delle 12.30 di domenica tra Fiorentina e Napoli con i campani con il morale alto dopo aver ripreso i due punti in classifica. Grande attesa anche per il posticipo delle 20.45 tra Roma e Inter.

Ricordiamo che sul sito Fantamagic Pro, trovate tutte le quotazioni dei calciatori e che è possibile registrarsi gratuitamente per consultare i giocatori e costruirsi una squadra.

Il Concorso a Premi Fantamagic Pro ti permetterà di gareggiare su tre differenti tornei come quello appena partita e che ci accompagnerà per tutto il girone di ritorno che metterà in palio una bicicletta elettrica Gepida dal valore di circa 2.000 euro. Per iscriversi è sufficiente acquistare a soli 5 euro pagabili con Paypal o un semplice Sms  la Guida al gioco e giocare fino a fine stagione. Ricordiamo che sono disponibili gli ultimi posti nel girone 20, ultimo di prima fascia con il maggior numero di promozioni.

Su www.fantacalciok.com trovi tutte le info necessarie per giocare.

sabato ore 18

Palermo-Lazio: rosanero a caccia di punti salvezza, Lazio obbligata a vincere per poter continuare a “tallonare” la Juventus. Assenti oltre ai soliti Hernandez e Mantovani anche Brienza per un risentimento alla coscia sinistra e Barreto per squalifica, Budan non convocato. Le speranze sono rivolte all’estro di Fabrizio Miccoli che se in giornata di grazia potrebbe mettere in difficoltà una delle difese meno perforate del campionato. Da valutare anche Aronica che si è ambientato bene e Dossena, chiamato agli straordinari. Dall’altra parte assenze pesanti come Klose, Konko e in solito Ederson ma importante recupero di Gonzalez a centrocampo. Nuove chance in avanti per Floccari che ha ben figurato con l’Atalanta mentre in crescita sono Radu e Hernanes con Biava solita sicurezza in difesa con Marchetti.

sabato ore 20.45

Juventus-Udinese: delicata sfida per i bianconeri che con Lazio e Napoli alla costole non possono più permettersi passi falsi. Di contro la squadra più in forma del momento. Una sfida che si preannuncia frizzante con diversi assenti illustri da Marchisio, Pirlo, Quagliarella, Asamoah e Chiellini (per citare i più utilizzati quest’anno) al portiere Brkic, Banatia e Badu. Sarà la notte di Matri? Segnali di miglioramento per Padoin e Lichtsteiner, mentre in difesa da valutare la resa di Caceres, con Barzagli e Bonucci in fase calante. Di contro tandem micidiale Muriel-Di Natale con Pinzi e Basta in salita. Con una Juve decimata anche Lazzari potrebbe avere ottime chance di far bene.

domenica ore 12.30

Fiorentina-Napoli: prima della sosta sarebbe stata una super sfida, adesso con i viola in mini crisi, rischia di diventare una grande occasione più per la squadra campana, galvanizzata dall’assoluzione con restituzione di 2 punti e Cannavaro-Grava. Potrebbe rientrare in difesa Roncaglia per Tomovic con Pizarro più no che si: al suo posto Migliaccio. Con un Jovetic in ombra chi ispirerà la squadra? Le ipotesi sono gli esterni Cuadrado e Pasqual e le imprevedibili geometrie di Borja Valero ma gli azzurri non staranno certo a guardare. Rientra Cannavaro mentre sulla corsia esterna di centrocampo Armero potrebbe rimpiazzare un Zuniga non al 100%. Da tenere d’occhio gli ex Gamberini e Behrami oltre che Cavani non solito a steccare più di una partita di fila… Che ci sia già spazio anche per Calaiò nel finale?

domenica ore 15

Atalanta-Cagliari: scontro salvezza con i neroazzurri che contano i cocci dopo aver fatto un’ottima prima parte di stagione. Assenti Carmona e Raimondi per squalifica la squadra può contare sempre su positivo Stendardo ed il talentuoso Bonaventura, confidando nella buona vena di Denis. Al Cagliari mancherà ancora Cossu ma questo potrebbe esaltare Nainggolan spostato in posizione più avanzata. Quello che preoccupa maggiormente è il “mal di trasferta” della squadra di Pulga-Lopez. In salita Conti, sempre positivo Sau, nota lieta Avelar in difesa.

Chievo Verona-Parma: due squadre che attraversano un buon momento potranno giocare una gara più “spensierata” e perchè no diversi gol. Nel Chievo rientra Dainelli dalla squalifica mentre sarà assente Cesar, assieme a Luciano e Hetemaj. Se a questi aggiungiamo anche Dramè e Frey in difesa, con Guana in dubbio, la situazione non è delle più rosee per i ragazzi di Corini. Nuove chance allora per Cofie, con Thereau con ottima media e Paloschi che non si sblocca da diverse giornate. Attenzione anche a Sardo. Rientrano Benalouane e Lucarelli con Donadoni che può schierare l’11 migliore. Parolo in ripresa, Belfodil punta temibile ma anche la velocità di Biabany che appare in gran spolvero.

Genoa-Catania: sfida da non fallire per il Genoa contro un Catania che dovrà far tesoro della sconfitta di Pescara per non ricadere in trasferta. Padroni di casa senza Pisano e Seymour ma che recuperano Immobile a far coppia con Borriello: una garanzia. Da tenere d’occhio anche Matuzalem e la posizione più avanzata di Antonelli con Granqvist baluardo difensivo. Tra gli etnei peseranno le assenze di Legrottaglie e Lodi oltre che Almiron e difesa che rischia dunque grosso. Per fortuna che in avanti Gomez fa scintille e Barrientos è sempre molto ispirato. Bene anche Izco ma mancherà un pò di fosforo senza Lodi?

Milan-Bologna: guardando l’andamento della stagione, in particolare questi ultimi due mesi, ci sarebbe da dire gara più che incerta. Rossoneri saranno senza Ambrosini a centrocampo oltre Yepes e Mesbah. Spazio a Mexes che se da un lato potrebbe avere più di un problema a marcare il duo dalla G maiuscola, dall’altro potrebbe prendersi qualche licenza in più su palle inattive. Chance anche per Niang ma tra i più attivi troviamo il solito De Sciglio mentre in avanti Pazzini potrebbe tornare ad esaltarsi … anche Nocerino potrebbe fare una buona gara. Oltre al duo offensivo in gran spolvero troviamo il sempre più sorprendente Kone e perchè no Perez. Dietro spaventa un pò la difesa lenta. Su Diamanti che dire? Sempre imprevedibile vale la pena di rischiarlo in ogni campo.

Pescara-Torino: sfida che si prevede incandescente all’Adriatico con due squadre chiamate a vincere per guadagnare metri importanti nella corsa salvezza. Gara a viso aperto dove i ragazzi di Bergodi proveranno a confermare le belle cose viste ultimamente (se si esclude la sfida con l’Inter). Possibile esordio di Arce in difesa con Terlizzi che da forfait. Rientra Togni a centrocampo formazione che pare fatta con Celik-Weiss “schegge” impazzite che possono far male come diventare semplici “meteore”. Assente Bianchi, attenzione sulle fasce dove Cerci può avere una marcia in più. Tradizione favorevole per Sansone mentre a centrocampo sempre prezioso Gazzi. Gara dall’esito incerto.

Siena-Sampdoria: gara dal sapore di “ultima spiaggia” per un Siena orfana di Calaiò e in attesa di qualche bel colpo per puntare a risalire posizioni in classifica. Contro la Samp una gara dove poter rischiare il tutto per tutto. Terminale offensivo Reginaldo che nelle ultime giornate sembra avere una marcia in più. Al di là del rigore anche Rosina potrebbe fare la differenza mentre in difesa possibile buona gara per Paci come per Bolzoni a centrocampo. Nella Samp ancora assente Maresca, squadra tonica con Eder-Icardi temibili nel gioco di rimessa. Ottimo momento anche per Poli mentre per Palombo trattasi di una “nuova giovinezza”.

domenica ore 20.45

Roma-Inter: super big match con le due squadre obbligate a vincere per non perdere altri treni. La Roma recupera Osvaldo e ha solo Balzaretti in dubbio. Gente come Totti e De Rossi adorano questo tipo di sfida. L’ex Burdisso sempre temibile di testa con Lamela vero e proprio incubo per i neroazzurri. La situazione dei neroazzurri non è la migliore anche se i successi con Pescara e Bologna in coppa fanno sempre morale. Senza Milito e forse anche Cassano la squadra farà peso su Palacio con Guarin in posizione molto avanzata e centrocampo molto compatto, difficile da passare. C’è sufficiente forza fisica per sta dietro ai giallorossi ma occhio che ogni piccolo errore potrebbe costar caro. La gara d’andata insegna…