Di Carlo: “Gambe pesanti, Porto con una marcia in più”

197

E’ sereno Mimmo Di Carlo al termine della sfida di Oporto, terminata 2-1per i padroni di casa che hanno preso in mano le redini dell’incontro sin dai primi minuti. Il tecnico di Cassino può tracciare un primo bilancio a seguito di questo test, comunque molto impegnativo. Nonostante la sconfitta il mister non si scoraggia, alcune cose sono andate per il verso giusto, altre meno e, come riporta sampdoria.it, afferma:”

“Avevamo di fronte una squadra più avanti nella preparazione, a livello fisico, atletico, e molto forte sul piano tecnico. Nel primo tempo il Porto aveva una marcia in più e ci ha messo in difficoltà sul piano della brillantezza e della velocità, mentre noi siamo stati poco aggressivi e troppo imprecisi in alcuni frangenti. Siamo stati bravi a reagire subito dopo il doppio svantaggio e a prendere in mano il pallino del gioco nella ripresa quando i ritmi sono calati. Prima con Mannini e poi con Tissone avremmo anche potuto pareggiare, ma il 2-2 non avrebbe cambiato i miei giudizi”.

“Ci sono molte situazioni su cui dovremmo lavorare, ma non dimentichiamo che ne veniamo da due settimane di ritiro, avevamo le gambe pesanti, le idee c’erano ma raramente le abbiamo messe in pratica. E’ normale in questo momento. Per fortuna un incontro amichevole lo abbiamo fatto adesso, e questo ci permette di tracciare un primo bilancio per guardare cosa ha funzionato di più e cosa meno, ovviamente con la massima serenità”.

“Questo tipo di amichevoli ci calano subito nella realtà giusta, quella della Champions, per questo le voglio fare. Inoltre gli avversari, sotto il profilo del gioco, non ti permettono di fare troppo possesso palla. Credo che l’impatto generale della squadra davanti a 40.000 spettatori sia stato buono e già a partire dalla sfida contro l’Espanyol mi aspetto ulteriori passi avanti sotto questo aspetto e non solo”.

Nella prossima amichevole, proprio contro l’Espanyol sabato prossimo, potrebbero esserci innesti importanti, vedi i quattro Nazionali che ad Oporto non erano presenti. In riguardo il mister afferma che “ci sono sicuramente mancati in Portogallo. Ma non dobbiamo neanche dimeticare uno come Semioli; giocatori della loro qualità penso mancherebbero a qualsiasi squadra. Valuteremo se farli giocare sabato a Barcellona. Intanto però ho già visto un Antonio Cassano in palla e in perfetta forma, questo non è poco”.

[Stefano Sommariva – Fonte: www.sampdorianews.net]

Articoli correlati