Diego, avanti march!

L’Argentina di Diego Maradona avanza spedita ai Quarti di Finale, mostrando un bel gioco, soprattutto efficace, per un collettivo di gran classe come non se ne vedono in questo Mondiale, un team che fa sognare di diritto un’intera Nazione, che si fa stuzzicare, fra l’altro, dal pensiero di rivedere il proprio “dio” Maradona alzare nuovamente la Coppa del Mondo, come avvenne nel lontano 1986.

Eventualità non remota, che sarebbe comunque avveniristica. Argentina che grazie a Diego si può avvalere dei favori non solo dei propri tifosi ma anche di quelli per natura neutrale, specie gli italiani, che non possono dimenticare le emozioni regalategli dall’ex genio del Napoli.

L’Albiceleste ieri notte si è sbarazzata, non senza patemi (a dispetto del risultato che potrebbe indurre in errore), dell’audace Messico, non proprio l’ultimo arrivato. I messicani hanno venduto cara la pelle, e si sono arresi solamente dinnanzi ad una magia da fuori area di Tevez, che fissava le ostilità sul 3-0, prima che il team di Aguirre realizzasse il meritato gol della bandiera con Hernandez. Argentina che si è avvalsa, per aprire le danze, di un gol in fuorigioco di Tevez convalidato dall’inadeguato Rosetti, che non ha di certo contribuito ad innalzare la categoria arbitrale italiana.

Poi il 2-0 è stato il frutto di un erroraccio da oratorio di Osorio (la papera per eccellenza dei Mondiali) che serviva Higuain, al 4° centro iridato che lo eleva al 1° posto in solitario fra i bombers. Biancocelesti dunque ai quarti con qualche strascico di polemiche, che non fanno certo bene allo spirito sportivo.

TABELLINO:

ARGENTINA-MESSICO 3-1

ARGENTINA: Romero; Otamendi, Demichelis, Burdisso, Heinze, Mascherano, Maxi Rodriguez (87′ Pastore), Di Maria (79′ Gutierrez), Messi, Tevez (69′ Veron), Higuain. All.: Maradona.

MESSICO: Perez; Juarez, Rodriguez, Marquez, Salcido, Osorio, Guardado (62′ Franco), Torrado, Bautista (46′ Barrera), Giovani Dos Santos, Hernandez. All.: Aguirre.

Arbitro: Roberto Rosetti (Italia).

Reti: 25′ Tevez (A), 28′ Higuain (A), 52′ Tevez (A), 72′ Hernandez (M).

Ammoniti: Marquez (M)