F1 Gp Corea del Sud: Alonso slitta via, la Corea lo proietta in vetta

Fernando Alonso si è aggiudicato il primo Gran Premio della Sud Corea, disputatosi in condizioni proibitive, su un asfalto fradicio d’acqua che ha fatto pagare dazio a diversi piloti, alle prese con una vera sfida ad eliminazione. Fra coloro che si sono autoesclusi vi sono stati proprio i drivers della RedBull, Webber e Vettel (problemi al motore per il tedesco), che si erano guadagnati la prima fila in griglia, mettendo il muso innanzi al ferrarista.

In tal modo, la stessa pioggia, rivelatasi fatale per le ambizioni della RedBull, si è palesata partecipe  della gloria del cavallino rampante, che fa…slittare (è proprio il caso di adoperare tale verbo) via il due volte iridato Alonso. Dopo una rincorsa utopistica durata più di un mese, dunque lo spagnolo si è riportato in vetta al Mondiale, sapendo ben approfittare delle insperate disavventure altrui, da quelle di Hamilton a quelle di Vettel, che sembrava in procinto di aggiudicarsi codesta gara, prima che il destino birichino vi mettesse ancora lo zampino, fra la goduria della Rossa e la stizza della scuderia austriaca, incredula dinnanzi ad una sfortuna troppo sfacciata per essere vera.

Un Gran premio che è stato l’essenza dello spettacolo e dell’imprevedibilità, SOSTANTIVI che in F1 vanno quantomai a braccetto. E che in questi ultimi anni la fanno da padrone nel mondo delle quattro ruote. Ricordiamo che oggi Alonso ha preceduto Hamilton su McLaren e l’altro ferrarista Massa. Quarta piazza per Schumacher su Mercedes. Adesso la Classifica Piloti vede, come detto, Alonso davanti a tutti (stentiamo ancora a crederci!) con 231 punti.

Segue l’ex leader Webber con 220, più staccato Hamilton con 210. Ferrari che torna in corsa anche per il Mondiale Costruttori: 374 punti contro i 399 della McLaren e soprattutto i 426 della RedBull, che oggi ha raccolto zero in tutto e per tutto.