Fantacalcio, i consigli della seconda giornata: Juve-Lazio il big match nell’anticipo

CHIEVO VS NAPOLI: IL SEMAFORO DELLA SFIDA

SEMAFORO VERDE

CHIEVO: Dramè parte in vantaggio nel duello con Maggio. Radovanovic ha delle armi che con il Napoli potrebbe sfruttare come il tiro da fuori e i calci da fermo. Thereau, anche se non segna, può inventare comunque qualcosa.

NAPOLI: Hamsik è in forma strepitosa. Se non segna, regalerà assist. Insigne contro Sestu può fare parecchi danni. Inoltre sarà motivatissimo per il rinnovo del contratto e intenzionato a dimostrare di meritare un posto da titolare. Zuniga contro Sardo dovrebbe avere la meglio. Callejòn pare stia capendo come si gioca a calcio in Italia e di fronte avrà Hetemaj, giocatore non particolarmente veloce. Britos si è guadagnato i galloni da titolare e ora farà di tutto per tenerselo stretto. Higuaìn può infilarsi come burro nella difesa clivense e segnare il suo primo gol in A.

SEMAFORO ROSSO

CHIEVO: Cesar-Papp sono troppo lenti per reggere i ritmi forsennati dei partenopei. Rigoni rischia di sbattere contro Behrami. Paloschi non è ancora in forma.

NAPOLI: Albiòl continua a non convincere. Inler in questa gara soffrirà.

I JOLLY

CHIEVO: Pellissier ha un conto aperto con i partenopei. Estigarribia può sfruttare le sue accelerazioni a gara in corso, quando il Napoli sarà più stanco.

NAPOLI: Dzemaili può dare sostanza a centrocampo e sfruttare la sua capacità d’inserimento. Un’arma in più da sfruttare se le cose non dovessero andare per il verso giusto. Pandev, nei minuti finali avrà più spazi da sfruttare.

————————————————————————————————-

JUVENTUS VS LAZIO: IL SEMAFORO DELLA SFIDA

SEMAFORO VERDE

JUVENTUS: Lichtsteiner può ripetere la prestazione monster di Supercoppa. Vidal e Pogba possono schiantare Biglia e Gonzalez. Tevez ha un cambio di passo che può mandare in tilt Dias e Biava.

LAZIO: Candreva con il suo movimento tra le linee può far male. Hernanes, deve riscattare la partitaccia in Supercoppa.

SEMAFORO ROSSO

JUVENTUS: Bonucci rischia una gara di sofferenza. Barzagli e Chiellini avranno il loro da fare per fermare Hernanes e Candreva. Asamoah e Vucinic, per motivi diversi, non stanno rendendo come dovrebbero al momento.

LAZIO: Klose alla Juventus non ha mai segnato. Un rischio puntare su di lui in questa gara. Lulic a inizio stagione soffre sempre. Radu e Cavanda danno un apporto nullo in fase di spinta.

I JOLLY

JUVENTUS: Venduto Matri, Llorente diventa la prima alternativa di Conte davanti. I suoi centimetri potrebbero risultare preziosinel finale di gara.

LAZIO: Ledesma può dare maggiori geometrie ad un reparto che rischia di andare parecchio in difficoltà contro i mammasantissima bianconeri

————————————————————————————————-

ROMA VS VERONA: IL SEMAFORO DELLA SFIDA

SEMAFORO VERDE

ROMA: De Rossi e Pjanic sono in palla e hanno le qualità per vincere i rispettivi duelli contro Donati e Halfredsson. Maicon, pare essere tornato il treno di una volta. Florenzi è l’elemento di raccordo tra centrocampo e attacco che, con il suo movimento, può far saltare il banco. Le magie di Totti possono mandare in crisi la difesa del Verona, ordinata, ma che soffre terribilmente il gioco palla a terra.

VERONA: Jorginho e Martinho sono le armi tattiche dei Mandorlini capaci di mettere in difficoltà la Roma. Toni potrebbe sfruttare le lacune di Castan per segnare il gol dell’ex. Jankovic, in contropiede, può mandare in tilt la retroguardia giallorossa.
SEMAFORO ROSSO

ROMA: Balzaretti non fa ancora i movimenti che Garcìa gli chiede. Strootman, al ritorno dopo l’infortunio, potrebbe soffrire la vivacità di Jorginho. Borriello si batte, ma il fatto che sia con la valigia in mano, non lo aiuta a rendere al meglio.

VERONA: La difesa del Verona in blocco avrà parecchia difficoltà nel fermare gli attacchi della Roma.

I JOLLY

ROMA: Ljajic ha tecnica, cambio di passo e batte benissimo le punizioni. Un’arma tattica importante per Garcìa da giocarsi nella ripresa.

VERONA: Romulo ha una buona capacità di inserimento. Lui e Juanito saranno i primi a essere buttati nella mischia da Mandorlini per sfruttarne accelerazioni e  opportunismo.

————————————————————————————————

ATALANTA VS TORINO: IL SEMAFORO DELLA SFIDA

SEMAFORO VERDE

ATALANTA: Cigarini è il regista che al Torino manca. La sua capacità di verticalizzare e calciare angoli e punizioni può rivelarsi un’arma tattica importante per l’Atalanta. Livaja ha il fisico e la tecnica per mettere in crisi la retroguardia granata. Denis potrebbe sfruttare gli spazi che la difesa granata concede per sbloccarsi. Del Grosso contro Darmian dovrebbe avere vita facile. Carmona può avere la meglio su Brighi. Konè ha maggior dinamismo di Vives.

TORINO: Per quanto il ruolo di seconda punta lo soffochi, Cerci può comunque trovare gli spazi necessari per colpire la statica retroguardia bergamasca. Anche Immobile ha i numeri per poter far male. D’Ambrosio contro Raimondi è una sfida già vinta.

SEMAFORO ROSSO

ATALANTA: Yepes e Stedardo possono rivelarsi pericolosi davanti, sui calci piazzati, ma dietro sono troppo lenti e rischiano figuracce. Bonaventura a inizio anno fatica a entrare in forma.

TORINO: Moretti è l’anello debole della difesa granata, ma, in generale, neanche Glik e Rodtiguez hanno convinto finora. Probabilmente hanno un deficit di preparazione. Farnerud ha deluso. Ha ritmi troppo lenti per la serie A.

I JOLLY

ATALANTA: De Luca. La sua velocità a gara in corsa può spaccare la partita a vantaggio dell’Atalanta.

TORINO: Bellomo e El Kaddouri. Ventura potrebbe voler immettere qualità nella ripresa e i due ragazzi hanno entrambi le qualità per fare bene.

————————————————————————————————-

BOLOGNA VS SAMPDORIA: IL SEMAFORO DELLA SFIDA

SEMAFORO VERDE

BOLOGNA: Diamanti e Konè: la Sampdoria ha evidenziato contro la Juve automatismi che possono andare in tilt con il gioco palla a terra e improvvisi cambi di passo. Proprio le caratteristiche che hanno il greco e l’italiano.

SAMPDORIA: Gabbiadini, ex di turno, può far male se sarà in grado di infilarsi negli spazi che gli concederanno Antonsson e Natali, notoriamente lenti e macchinosi. Il ritorno di Regini potrebbe dare maggior solidità alla fascia sinistra, anche se l’ex empolese non si trova ancora a suo agio in quel ruolo. Costa dietro, pare il più sicuro. De Silvestri contro Cech può tornare a macinare chilometri, dopo aver toppato contro la Juve. Obiang dominerà in mediana.

SEMAFORO ROSSO

BOLOGNA: Garics  non dà ancora adeguate garanzie di rendimento. Della Rocca-Khrin: mediana molle e senza qualità. Christodoulopoulos è ancora fuori fase. Bianchi è in fase di rodaggio. Curci è meglio averlo contro che a favore.

SAMPDORIA: Palombo manifesta ancora dubbi sui movimenti da compiere da difensore puro. A Krsticic manca la personalità necessaria per far emergere le sue qualità. Eder corre molto, ma i gol quando li fa? Renan: c’è un motivo se la Samp cerca un interno di centrocampo.

I JOLLY

BOLOGNA:  Moscardelli è sempre la prima carta che Pioli si giocherà in caso di necessità. Però noi puntiamo anche su altri due giocatori. Laxalt potrebbe dare maggiore sostanza ad una mediana di burro, mentre Yaisien ha le qualità per poter risolvere la gara con un numero.

SAMPDORIA: Pozzi. Se Eder si dimostrasse inconcludente come spesso gli accade, Rossi potrebbe decidere di lanciare l’ex empolese per provare a scardinare la difesa rossoblù. L’alternativa è sempre la velocità e la tecnica di Sansone.

————————————————————————————————-

CATANIA VS INTER: IL SEMAFORO DELLA SFIDA

SEMAFORO VERDE

CATANIA: Leto non ha ancora autonomia per una gara intera, ma, nei 70 minuti in cui starà in campo, può far male ai nerazzurri. Torna Almiròn e la sua capacità di dare equilibrio alla squadra potrebbe risultare decisiva. Barrientos e Castro: è sulle fasce che l’Inter soffre. Bergessio con il suo movimento lungo tutto il fronte d’attacco può mandare in tilt una difesa ancora in fase di rodaggio. Spolli con la Fiorentina ha fatto malino e cerca il riscatto.

INTER: Palacio è l’unica certezza su cui Mazzarri può contare lì davanti. Kovacic e Guarìn hanno tecnica e senso d’inserimento per far male al Catania.

SEMAFORO ROSSO

CATANIA: Tachtsidis rischia il posto o l’ennesima figuraccia in serie A. Monzòn potrebbe essere ancora scioccato dopo quello che gli ha fatto passare Cuadrado. Bellusci è troppo falloso e sempre fuori posizione. Alvarez è veloce, ma gli manca il senso dell’anticipo.

INTER: Cambiasso non dà adeguate garanzie di tenuta. Icardi sta migliorando, ma è ancora un po’ arrugginito. Juan Jesus è il primo che crollerà, se il Catania dovesse aumentare il ritmo di gioco. Campagnaro e Ranocchia potrebbero trovarsi in difficoltà perché il Catania è solito allargare il gioco e nell’uno contro uno i due interisti andrebbero in apnea. Jonathan e Nagatomo dovranno vedersela contro ali vere: non avendo ancora gli automatismi che Mazzarri chiede loro, sembrano vittime sacrificali.

I JOLLY

CATANIA: Maxi Lopez non ha scordato come si gioca e può ancora dire la sua. Ovviamente molto dipenderà dalle motivazioni che avrà.

INTER: Alvarez se gettato in mischia a squadre stanche, può avere qualche spunto interessante da cui poter fare scaturire un occasione gol.

—————————————————————————————————

GENOA-FIORENTINA: IL SEMAFORO DELLA SFIDA

SEMAFORO VERDE

GENOA: Lodi può sempre inventare qualcosa. Vrsaljko potrebbe tenere basso Pasqual. Cofie può prevalere su un Aquilani non ancora al massimo della condizione. Santana può farsi beffe di Tomovic, troppo lento e compassato.

FIORENTINA: Cuadrado contro Antonelli ha un’autostrada spianata. Rossi ha la tecnica e il fiuto del gol per mandare in bambola la difesa genoana. Borja Valero ha in mano le chiavi della squadra. Gomnzalo Rodriguez difficilmente si farà cogliere impreparato dagli attacchi rossoblù.

SEMAFORO ROSSO

GENOA: Portanova-Manfredini se la vedranno molto brutta con i veloci giocatori viola. Kucka è un carrarmato con i cingoli da oliare. Gilardino: difficile che faccia male alla difesa viola. Bertolacci non si trova a suo agio nel ruolo di esterno.

FIORENTINA: Neto, un pericolo vivente. Savic balbetta ancora troppo. Pizarro deve recuperare per bene dall’infortunio. Gomez: la volontà c’è, ma manca la lucidità.

I JOLLY

GENOA: Konatè è un giocatore che fa della velocità il suo punto di forza. Potrebbe risultare decisivo in contropiede negli ultimi minuti se a Fiorentina fosse sbilanciata in avanti alla ricerca della vittoria.

FIORENTINA: Joaquìn potrebbe fare una staffetta con Cuadrado. Tra punizioni e assist al bacio, potrebbe risultare decisivo. Altro giocatore che può risultare decisivo nel finale è Ilicic.

————————————————————————————————-

MILAN VS CAGLIARI: IL SEMAFORO DELLA SFIDA

SEMAFORO VERDE

MILAN: Balotelli deve iniziare a segnare in campionato. De Jong darà un po’ d’ordine in mediana. Poli contro Dessena se la caverà egregiamente. De Sciglio dovrebbe triturare Perico.

CAGLIARI: La velocità e la tecnica di Sau contro Mexes e Zapata: i milanisti hanno già gli incubi. Naingollan ha fisico, personalità e tecnica: tutte cose che servono in sfide di questo livello. Murru ha la sfrontatezza per impensierire Abate. Astori tra i quattro centrali in campo domenica, è quello con più qualità.

SEMAFORO ROSSO

MILAN: Montolivo in tre partite ufficiali con il Milan è sempre stato tra i peggiori in campo. A El Shaarawi non riescono neanche le cose elementari. Robinho, dopo la cessione di Boateng dovrebbe partire titolari, ma in che condizioni sarà?

CAGLIARI: Conti soffrirà la prestanza fisica di De Jong. Ekdal non trova ancora la giusta posizione in campo. Rossettini avrà parecchie difficoltà contro Balotelli.

I JOLLY

MILAN: Matri, ex di turno. Non sappiamo ancora se partirà titolare o andrà in panca, ma siamo certi che Allegri lo getterà nella mischia e lui ha sempre un ottimo impatto con le partite.

CAGLIARI:Ibarbo può spaccare la partita con la sua potenza e la sua velocità. Cabrera ha già risolto la pratica Atalanta.

————————————————————————————————-

SASSUOLO VS LIVORNO: IL SEMAFORO DELLA SFIDA

SEMAFORO VERDE

SASSUOLO: Missiroli, partendo dalle retrovie, può infilarsi come burro nella difesa del Livorno. Farias e Alexe sanno far male se lanciati nello spazio. Kurtic può imporre la sua qualità a centrocampo.

LIVORNO: Schiattarella è il più in forma tra i toscani. Emeghara ha numeri importanti: già a Siena ha fatto vedere ciò di cui è capace. Duncan dovrebbe avere la meglio su Magnanelli. Emerson dà sicurezza dietro e può decidere la gara su punizione.

SEMAFORO ROSSO

SASSUOLO: Terranova-Rossini fanno venire i brividi. Gazzola e Ziegler hanno i piedi ancora piantati a terra. Zaza fa molto movimento, ma manca di lucidità sotto porta. Magnanelli ha ritmi troppo compassati per la A.

LIVORNO: Luci e Greco sono apparsi fuori condizione contro la Roma. Mbaye è ancora acerbo. Paulinho fatica a decollare.

I JOLLY

SASSUOLO: Se Schelotto è arrivato con le giuste motivazioni in Emilia può risultare decisivo da subito perché sa saltare l’uomo e mettere palloni invitanti in mezzo.

LIVORNO: Belingheri e Dionisi possono risultare decisivi in questa sfida perché potrebbero sfruttare la loro freschezza per incunearsi in una difesa tutt’altro che di ferro.

————————————————————————————————

UDINESE VS PARMA: IL SEMAFORO DELLA SFIDA

SEMAFORO VERDE

UDINESE: Basta a destra può fare parecchi danni. Gli scatti di Muriel semineranno il panico nella retroguardia emiliana. Lazzari, se in giornata, può fare la differenza. Allan dovrebbe vincere la sfida contro Valdes. Domizzi è rimasto l’unica certezza dietro.

PARMA: Cassano. L’Udinese ha parecchie difficoltà dietro e Fantantonio potrebbe trovare la giocata risolutiva per risolvere la gara. Biabiany contro Pasquale dovrebbe avere vita facile. Amauri, sfruttando gli assist di Cassano e le disattenzioni dei friulani può timbrare il cartellino.

SEMAFORO ROSSO

UDINESE: Seconda bocciatura di fila per Di Natale. Non ci sembra ancora a posto fisicamente. E non può reggere 4 partite in due settimane. Danilo è irriconoscibile. Tra Heurtaux e Naldo non si sa chi fa più rimpiangere Benatia. Kelava è sempre insicuro.

PARMA: La difesa emiliana contro Muriel rischia di vedere i sorci verdi. A Marchionni e Parolo manca ancora qualcosa per raggiungere una forma ottimale. Valdes continua ad andare a intermittenza.

I JOLLY

UDINESE: Maicosuel se evita i giochetti, può risultare decisivo, perché la difesa emiliana soffre i giocatori tecnici.

PARMA: Sansone. Vista come è messa la difesa friulana, uno con il suo cambio di passo può far male.

[Redazione Fantacalcio News – Fonte: www.fantacalcionews.com]