Ficcadenti: “Bisogna essere più convinti in fase conclusiva”

Seconda sconfitta per i bianconeri, dopo la vittoria in casa contro la Lazio. La partita di oggi mette nuovamente un freno all’entusiasmo, soprattutto perché arriva al Manuzzi. Queste le parole di Massimo Ficcadenti: “A caldo è difficile fare un’analisi precisa di questa partita, posso dire che nei primi 15′ il Palermo ha meritato il vantaggio, ma dopo il Cesena ha reagito, è cresciuto, ha creato molte situazioni di pericolo e ha giustamente pareggiato. E’ stata una bella partita ma loro sono stati molto bravi a concretizzare il rimpallo del 2-1. Penso che in altre occasioni il Palermo sia però stato molto più devastante, oggi siamo riusciti a contenerli bene e a fare noi la partita”.

Secondo l’allenatore bianconero la soluzione è solo una: “Continuare a lavorare e a giocare così, adesso incontreremo squadre con meno qualità del Palermo sicuramente e dobbiamo sfruttare l’occasione. Certo il rammarico nell’andare via per l’ennesima volta con zero punti c’è, ma ci abbiamo provato in tutti i modi, il loro portiere è stato bravo in un paio di occasioni e noi poco bravi a concretizzare, soprattutto sulle due occasioni di Appiah e Parolo. Posso dire che questa sconfitta è dura da accettare ma dobbiamo cercare di mantenere questo equilibrio, perché nelle ultime 7/8 partite abbiamo giocato alla pari con tutte le avversarie, anche con le grandi, e alla squadra si può rimproverare davvero poco. Oggi avremmo meritato almeno un pareggio”.

Una scelta che ha destato non poche perplessità è stato il cambio di Emanuele Giaccherini, uno dei migliori in campo. ” Ho inserito Malonga perché in un certo senso è più “attaccante”, e infatti ha fatto un paio di conclusioni buone. Inoltre c’era grande stanchezza a causa del campo pesante”.

Un ritrovato Bogdani e un Malonga che sta riprendendo gradualmente fiducia possono essere considerate due delle note positive di questa giornata, anche secondo Ficcadenti: “Bogdani è un giocatore che sa creare spazi per i compagni e per fortuna oggi l’abbiamo ritrovato. Malonga riesce a vedere bene la porta. Inoltre Budan si sta allenando e tra poco sarà disponibile, forse a partire da Bari”.

Molti gli spunti di riflessione per la settimana che viene, in vista di tre scontri diretti importantissimi per classifica e morale. A Bari potrebbe entrare Budan, sicuramente non sarà convocato Caserta che ancora non si allena con il gruppo. Dal mister arriva infine un monito per tutti: “Essere più convinti è decisivo, bisogna fare un salto di qualità in questo senso. Giaccherini e Jimenez hanno giocato benissimo entrambi, ad esempio, ma sono un po’ mancanti in fase conclusiva”.

[Valeria Del Sordo – Fonte: www.tuttocesena.it]