Finale Tim Cup: la Roma giocherà in casa la prima stracittadina

logo-lazioSono ore decisive per il prossimo derby; i massimi vertici della Lega Calcio ed i rappresentanti delle due squadre sono riuniti in via Panisperma presso l’Osservatorio del Viminale dove proprio in questi momenti si sta svolgendo la riunione per decidere la data e l’orario di svolgimento. Ancora dubbi sull’orario, ma c’è già il primo verdetto, sarà infatti la Roma a disputare in casa la prima stracittadina che assegnerà, per la prima volta nella storia, un trofeo. Il sorteggio è avvenuto in maniera classica tramite un’ampolla contenente due foglietti che riportavano entrambe le formule di enunciazione del match. A margine del sorteggio è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 100.7 Marco Brunelli, direttore generale Lega che ha dichiarato.

“Di data e orario non abbiamo parlato, abbiamo discusso del progetto organizzativo dell’evento con la totale collaborazione positiva delle squadre. É un grande evento di cui la città deve essere orgogliosa, il progetto è incentrato sulla divisone dello stadio, condiviso dalle società, che contemplerebbe apertura della Tribuna Tevere a tifosi fidelizzati ed un sotto settore che comprenda partecipazione delle famiglie, delle scuole calcio e spicchi di Tevere lasciati alle due società; questo aspetto è quello su cui ci siamo soffermati di più perchè la Tevere cosi creata presenta dei profili di criticità, ci siamo lasciati con il questore che si è riservato una valutazione più approfondita, entro sera arriverà una risposta sulla fattibilità del progetto”.

Il direttore generale spiega, poi, anche il criterio con cui sarà diviso lo stadio. “E’ un’occasione irripetibile per lanciare un modello di gestione di partecipazione della gente, l ‘idea è di accompagnare eventi calcistici con un’organizzazione che curi quello che succeda prima, durante e dopo la partita più orientato all’intertainment. E’ un modello che Fifa e Uefa adottano e non vediamo perchè non possa diventare la base. Tevere e Monte Mario saranno divise a metà, l’aternativa è quella della divisione in diagonale ed in questo caso chi avrebbe la Tevere avrebbe anche la Curva Nord, mentre chi avrebbe la Monte Mario avrebbe anche Curva Sud”

[Matteo Vana – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]