Genoa: Andrea Possa: «Zè Eduardo la sorpresa, Frey la sicurezza»

127

Chiacchiere, risate e solidarietà sotto il segno del Grifone. E’ quello che proporrà domani sera il noto comico genovese Andrea Possa, tifosissimo rossoblù, nel corso della festa che si svolgerà a Paravagna. La manifestazione è stata indetta per raccogliere fondi a favore del Genoa Club Davagna, colpito da un incendio nel novembre scorso che lo ha distrutto completamente. Assieme a Possa saranno presenti i comici dei Soggetti Smarriti. «Ci sarà anche una sorpresa – spiega Possa – saranno presenti alcuni giocatori del Genoa. I nomi? Se ve li dico non è una sorpresa». La festa avrà inizio alle 17.00. Dalle 18:30 in poi il via allo spettacolo dei Soggetti Smarriti, con in coda una ricca grigliata di carne per tutti. Il noto comico genovese, volto noto diColorado Cafè su Italia 1, ha voluto anche raccontare a Pianetagenoa1893.net la sua opinione anche sul mercato appena concluso.

Cosa ne pensa della campagna acquisti del Grifone? Qual è il suo voto?
«Io la penso come Preziosi: un 6/7, ciò significa che la squadra che può restare tranquillamente tra il 6° e l’ 8° posto. La rosa è stata cambiato molto e naturalmente ci vorrà qualche tempo prima di trovare la giusta intesa, ma qui si vedrà l’abilità di mister Malesani. Quest’anno il presidente ha voluto scommettere su qualche giocatore, come ad esempio Miguel Veloso, che nella scorsa stagione non ha mostrato il suo valore, e non si è adattato al meglio al calcio italiano, perché secondo me fa sempre un passo in meno ma un tocco in più del dovuto, ma ho notato che la società intorno a lui ha messo giocatore fisici come Constant e Kucka».

Per quanto riguarda l’attacco, cosa cambierà con l’arrivo di Caracciolo?
«Caracciolo credo che può essere il giocatore adatto, con le sue caratteristiche, allo schema del Genoa. Forse qualcuno ha storto un po’ il naso al suo arrivo, perché prima si sentiva parlare di nomi come Gilardino, Maxi Lopez, Guerrero e il nome di Caracciolo ha lasciato forse l’amaro in bocca a qualche tifoso. Ormai le società devono stare attenti ai conti e in questo caso il Genoa ha operato bene, perché se per Gilardino dovevamo rinunciare a Palacio e non solo, è meglio essere più completi con un campione di meno ma con una squadra più competitiva e con l’argentino in più».

Quali potrebbero essere le sorprese del campionato del Genoa?
«Questa è una bella domanda, faccio a fatica a rispondere perché non vedo un vero e proprio giocatore che possa fare la differenza, uno potrebbe essere Zè Eduardo, arrivato qui da poco ma ha subito già un infortunio. Nel suo paese ha vinto tanto: dovrà però abituarsi ai ritmi del calcio italiano, ma credo che potrà essere una lieta nota per il Genoa. Ma un altro nome che non è una sorpresa, ma vederlo con la maglia del Genoa mi rende molto contento è Sebastian Frey: lui potrà essere l’uomo in più sia in campo che fuori, grazie alle sue doti tecniche e personali che lo contraddistinguono».

[Alessandro Casu – Fonte: www.violanews.com]

Articoli correlati