Genoa-Empoli: la presentazione

logo-serieaGenoaEmpoli, sfida della settima giornata, è anche una gara particolare sul modo di segnare. Da una parte il Genoa, che non ha mai segnato da fermo, dall’altra l’Empoli, squadra che ha sfruttato al massimo le palle inattive per andare in gol.

GENOA A SECCO – Il Genoa ha a disposizione un bell’arsenale di tiratori scelti. Si va dalle punizioni a giro di Perotti, ai tiri di potenza di Kucka. Anche Sturaro,l ogni tanto si cimenta con i calci da fermo, per non parlare dei vari Iago, Greco e Lestienne. A questi vanno aggiunti colpitori di testa del livello di De Maio, Pinilla, Matri e Burdisso. Nonostante ciò, la squadra rossoblù non si è ancora sbloccata da fermo. Tutti i gol siono nati da azione manovrata.

EMPOLI IN CARROZZA – Diverso il discorso per l’Empoli. La squadra di Sarri non ha ancora segnato su calcio di punizione diretto, ma ha messo a segno 4 su 8, esattamente il 50%. A questo va aggiunto un calcio di rigore trasformato da Tavano. Le reti di Maccarone e Pucciarelli al Palermo e dello stesso Pucciarelli contro il Chievo, sono invece stati realizzati su azione manovrata. Questo, nonostante la varietà di tiratori di Sarri, sia inferiore a quella di Gasperini, Sui calci da fermo, l’Empoli può infatti contare su Vecino, Tavano e Valdifiori. Sono soprattutto le punizioni e gli angoli di quest’ultimo  a generare i gol. I cento schemi su punizione di Sarri forse sono leggenda, ma l’Empoli va che è una bellezza da fermo.

PEROTTI VS VALDIFIORI – Questo significa che il valore di Valdifiori, giocatore poco reclamizzato, rischia di essere più alto di quello di un big. Se l’andazzo verrà confermato, il centrocampista dell’Empoli si rivelerà una vera e propria miniera di bonus. Ora si aspetta che si sblocchi Perotti. L’argentino ha la tecnica per far male da fermo, sia con assist che con gol. Magari sarà proprio la sfida a distanza con Valdifiori a stimolarlo.

[Redazione Fantacalcio News – Fonte: www.fantacalcionews.com]