Genoa in casa, Bari in trasferta: cammino parallelo

238

Il Genoa non ha ancora vinto in casa (dove ha conseguito solo un pareggio), il Bari è a secco in trasferta (unico risultato utile il 2-2 di Napoli). Mal comune, mezzo gaudio, ma al “Ferraris” conteranno solo i tre punti, non le statistiche. Nelle due gare disputate in casa, i rossoblù hanno sempre segnato un gol e non sono mai riusciti a blindare la porta di Eduardo. Anche Gillet, lontano dal “San Nicola” ha avuto i propri problemi, con ben sei reti al passivo. L’attacco biancorosso ha fatto quel che ha potuto, ovvero due reti a Napoli, utili per strappare un pareggio in extremis. Due come le volte in cui, a Marassi, il Genoa è riuscito a battere i portieri avversari: Destro e Mesto giustizieri di Sorrentino e Frey.

Premesse che indicano Genoa – Bari una possibile sfida da “over”, anche se è doveroso sottolineare che il Grifone, negli ultimi cinque confronti diretti contro il Bari, ha raccolto solo due punti, senza mai riuscire a segnare più di un gol a partita.

Gasperini non ha mai battuto Ventura. Nei due precedenti, che risalgono allo scorso anno, un pareggio ed una vittoria barese.

I galletti non si impongono a Genova dal 18 aprile 1992: finì 1-3 con gol di Skuhravy per i locali e centri di Carbone, Soda e Boban per i pugliesi. Genoa vittorioso, ma a livello di serie B, il 27 febbraio 2005: a Dionigi risposero Stellone e Milito. Per ritrovare l’ultima affermazione nella massima serie bisogna tornare addirittura alla stagione 1990 – ’91, quando il tris d’assi Aguilera, Skuhravy e Branco vanificarono il gol su rigore realizzato da Maiellaro.

[Claudio Baffico – Fonte: www.pianetagenoa1893.net ]