Genoa-Juve: Giaccherini, “La squadra ligure è un avversario ostico”

Emanuele Giaccherini scalda i motori in vista del match che domenica al Ferraris opporrà la Juventus al Genoa. A tale riguardo, l’esterno aretino ha rilasciato alcune dichiarazioni a Filo Diretto, su Juventus Channel: “Ci aspetta una partita difficile in un campo ostico – ha detto – Dovremo essere bravi a giocarla sui nostri ritmi, ritrovando quell’intensità che forse ci è un po’ mancata nelle prime due partite di campionato, vinte comunque meritatamente. Ma è una cosa normale, in tanti abbiamo giocato l’Europeo e siamo al lavoro solo da fine luglio”.

Sull’assenza di Conte in panchina: “Non abbiamo il suo carisma in campo, ma la carica ce la dà in settimana e ci aiuta a trovarla dentro noi stessi. Carrera sta facendo un grande lavoro e ci dà tanto. Tuttavia speriamo che con il mister venga fatta giustizia e che torni presto al suo posto”.

I bianconeri, a cominciare dalla gara contro la squadra ligure, saranno chiamati ad affrontare ben sette sfide ufficiali in meno di un mese. Tutti scontri importanti, ma Giaccherini è stuzzicato soprattutto da quelli in Champions League: “Se dipendesse da me, queste partite le giocherei tutte. Ma il calcio è cambiato, c’è più intensità e c’è necessità per tutti di doversi fermare ogni tanto per recuperare, per essere sempre al meglio ma anche per evitare infortuni. La Champions è una bella esperienza, io non l’ho mai affrontata e non vedo l’ora di giocarla”.

L’esordio sarà di quelli che fanno girare la testa: a Londra contro il Chelsea. “Come immagino l’esordio a Stamford Bridge? Speriamo di andare là per vincere, magari con un mio gol”, ha concluso il giocatore juventino.