Germania – Italia 5-2: disfatta azzurra, reti di Gnonto e Bastoni

1431

Germania Italia cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Germania – Italia del 14 giugno 2022 in diretta: pesantissimo risultato per la Nazionale di Mancini, mai stata in partita. A rendere meno amara la sconfitta i gol di Gnonto e Bastoni

MONCHENGLADBACH – Martedì 14 giugno 2022, alle ore 20.45, al Borussia Park di Monchengladach, la Germania affronterà l’Italia per il quarto turno del Gruppo 3 dalla UEFA Nations League. Del Girone fanno parte anche Ungheria e Inghilterra.

Cronaca con commento in tempo reale

RISULTATO FINALE: GERMANIA - ITALIA 5-2

LA redazione di calciomagazine.net ringrazia per l'attenzione e dà appuntamento ai prossimi live. Buona notte a tutti!

SECONDO TEMPO

48' finisce qui. Per la Nazionale di Mancini pesantissimo 5-2 subito dalla Germania

47' GOL DI BASTONI he rende meno amara la disfatta azzurra

45' conclusione di Stach! palla alta sopra la traversa!

44' dentro Stach al posto di Gundogan

43' tre minuti di recupero

42' dentro Tah al posto di Sule

40' conclusione di Calabria! Facile parata di Neuer!

36' ammonito Sané per intevento falloso

33' GOL DELLA BANDIERA di Gnonto.  Dimarco prova la conclusione in porta, Neuer non trattiene la palla e Gnonto da due passi insacca!

32' dentro Scamacca al posto di Mancini infortunato

30' dentro Mnecha al posto di Werner

28' MANITA GERMANIA!  Donnarumma sbaglia un rinviopalla intercettata da Gnabry che serveancora a Werner il quale da due passi mette in rete!

23' Gnabry serva centro area a Werner che mette la palla alle spalle di Donnarumma!

20' dentro Di Marco al posto di Spinazzola

18' dentro Gnabry al posto di Hofmann

17' Calabria di testa mette la palla in mezzo, Caprari prova a colpire la palla  in semi-rovesciata davanti alla porta ma non ci riesce!

14' ammonito Rudiger per proteste

10' Caprari calcia dal limite dell'area trovando Barella in traiettoria, che prova  a sua volta la conclusione dal limite! Parata di Neuer! Era comunque stato fischiato il fuorigioco

6' TRIS GERMANIA! Verticalizzazione per Thomas Muller che calcia a colpo sicuro spiazzando Donnarumma!

2' conclusione di Cristante dal limite dell'area! Palla fuori di un soffio!

1' dentro Scalvini al posto di Raspadori e Caprari al posto di Frattesi

1'si riprende a giocare!

PRIMO TEMPO

48' Finisce il primo tempo con la Germania in vantaggio di due gol

47' dal dischetto Gundoman contro Donnarumma! GOL!! 2-0 per la Germania

45' spinta di Bastoni ai danni di  Hofmann  e CALCIO DI RIGORE per la Germania

44' dentro Luiz Felipe al posto di Politano

43' saranno tre i minuti di recupero

41' problemi alla caviglia destra per Bastoni

40' gran parata di Donnarumma su nuovo tentativo di Werner!

39'  conclusione troppo centrale di Sané! parata di Donnarumma!

35' cross basso di Calabria per Barella: la sua conclusione finisce alta sopra la traversa!

33' Werner favorisce l'inserimento in area sulla destra di Klostermann che calcia sul primo palo! Pronta respinta di Donnarumma!

30' retropassaggio rischioso di Süle a Neuer. Raspadori non ne approfitta

28' la Germania concede pochissimo all'Italia 

25' apertura di Gundogan t sulla destra per Klostermann che èerò spedisce il pallone sul fondo.

23' trattenuta di Cristante su Sané

21' punizione battuta tagliata da Raspadori, la conclusione di Cristante sfiora la traversa!

18' cross di Klostermann, uscita sicura di Donnarumma

15' calcio d'angolo dalla destra battuto Raum, colpo di testa sul secondo palo di Rudiger! Palla a lato!

13' cross basso di Kimmich, la difesa azzurra libera l'area

10' GERMANIA IN VANTAGGIO!!! lancio in profondità per Werner che mette in mezzo un pallone sul quale arriva Kimmich che, smarcato, da pochi passi  trafigge Donnarumma!

9' Sané cerca Raum ma sbaglia il passaggio

7'cross di sinistro di Politano per Raspadori che a pochi passi dalla porta impatta male la palla e consente a Neuer una parata strepitosa! Ma Gnonto era in posizione di fuorigioco

6' ripartenza della Germania proprio nello spazio lasciato libero da Calabria che termina con la conclusione di Sané! Palla sul fondo!

6' Calabria cerca Gnonto ma viene intercettato da Klostermann

5' cross di Muller intercettato da Spinazzola

4' fallo ai danni di Klostermann. Punizione per la Germania

3' palleggio basso della Germania in queste prime battute di gioco

2' lancio lungo e in profondità di  Kimmich per Werner. Donnarumma anticipando l'attaccante tesdesco. Prima azione della partita dopo soli pochi secondi

1' Partiti! Primo pallone giocato dai padroni di casa.

si ascoltano gli Inni Nazionali

squadre in campo

Tutto pronto al Borussia Park di Monchengladbach, dove sarà l'ungherese Istvan Kovacs a dirigere il match.

Un cordiale buonasera a tutti i lettori collegati per vivere insieme alla redazione di calciomagazine.net ogni emozione di Germania-Italia

GERMANIA (4-2-3-1): Neuer; Klostermann, Sule (dal 42' st Tah), Rudiger, Raum; Gundogan, Kimmich; J. Hofmann (dal 18' st Gnabry), Muller, Sané; Werner (dal 30' st Mnecha). A disposizione.: Trapp, Baumann, Kehrer, Havertz, Goretzka, Henrichs, Brandt.CT: Flick

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Mancini, Bastoni, Spinazzola (dal 20' st Di Marco); Frattesi (dal 1' st Caprari), Cristante, Barella; Politano (dal 44' Luiz Felipe), Raspadori (dal 1' st Scalvini), Gnonto. A disposizione: Gollini, Cragno, Di Lorenzo, Esposito, Locatelli, Pessina, Acerbi.CT: Mancini.

Reti: al 10' Kimmich, al 45 4 Gundogan su rigore, al 6' st Muller, al 23' st e al 28' st Werner, al 33' st Gnonto

Ammonizioni: Rudiger, Sané

Recupero: 3' nel primo tempo e 3' nella ripresa

Formazioni ufficiali

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Mancini, Bastoni, Spinazzola; Frattesi, Cristante, Barella; Politano, Raspadori, Gnonto. CT: Mancini.

GERMANIA (4-2-3-1): Neuer; Klostermann, Sule, Rudiger, Raum; Gundogan, Kimmich; J. Hofmann, Muller, Sané; Werner. CT: Flick

Le dichiarazioni di Mancini alla vigilia

“Metterò giocatori freschi, è l’ultima e non è facile. La Germania gioca bene, forse anche meglio rispetto al passato. Hanno tanti giocatori di talento e hanno un ottimo possesso palla. Tengono bene il campo, stanno alti, pressano: sono una delle squadre migliori”. Il nuovo corso azzurro, inaugurato all’indomani della netta sconfitta con l’Argentina nella ‘Finalissima’ di Wembley, sta andando oltre le migliori aspettative anche a detta del Ct. Nelle gare con Germania, Ungheria e Inghilterra si è vista infatti in campo un’Italia determinata, coraggiosa e soprattutto vogliosa di recuperare quel terreno perduto dopo la delusione per la mancata qualificazione al Mondiale di Qatar. Sono stati giorni belli prima di tutto per lavorare. La squadra ha fatto cose ottime e ho visto dei ragazzi che possono avere un grande futuro. La sconfitta con l’Argentina mi è dispiaciuta, ma era la seconda volta dopo il match con la Francia di quattro anni fa in cui non abbiamo giocato bene e perso giustamente. Due partite in quattro anni ci possono stare. È fondamentale che i più giovani in questi 25 giorni si siano allenati con calciatori più esperti. Possono essere migliorati a livello di personalità. Pensavo potessero fare un po’ più di fatica. Abbiamo fatto un buon lavoro, ma c’è tanto ancora da fare. Cercherò di far debuttare Scalvini, Luiz Felipe e Caprari anche perché crediamo molto in loro. Scalvini è molto bravo, tecnico, ha un bel fisico e può giocare in due ruoli. Deve solo fare esperienza, diventerà un grandissimo calciatore. Luiz Felipe può diventare importante così come Caprari, che è stato infortunato per 15 giorni”. Un tasto dolente di questa Nazionale è lo scarso feeling con il gol:  “Quando saremo dominanti e fluidi in fase realizzativa saremo un passo avanti. La mediana deve essere molto offensiva, quando c’è un giocatore a copertura gli altri devono attaccare. Contro l’Ungheria lo hanno fatto spesso, con l’Inghilterra un po’ meno. Scamacca deve imparare a muoversi, essere collegato con la squadra, visto il fisico deve farla salire. Deve iniziare a prendere decisioni in area di rigore, capendo dove può andare a finire la palla. Se sta fermo in area, il pallone difficilmente arriva”.

Le parole di Raspadori alla vigilia

 “Per noi attaccanti il gol è la cosa più importante, viviamo per quello. Sentiamo la responsabilità, ma la viviamo con equilibrio. Tanti di noi non hanno giocato insieme, queste partite ci portano più conoscenza. Io ho la possibilità di adattarmi a più ruoli, penso di potere dire di trovarmi bene con tutti. Siamo giocatori che hanno caratteristiche complementari, che ci portano a esprimerci bene insieme. Dopo una delusione così grande come quella della mancata qualificazione, reagire immediatamente non è una cosa facile. Si sta ritrovando l’entusiasmo, la giusta voglia di ricostruire, di ripartire. E non vogliamo fermarci qua. Si può dire che la Germania sia più forte di noi,  ha molti giocatori d’esperienza che hanno tante gare in più in campo internazionale. Per questo dico che sono superiori, poi nel calcio bisogna andare in campo e dimostrarlo. Apprezzo che mi possano accostare a Thomas Muller, al suo modo di stare in campo. E’ un giocatore fantastico, che ho ammirato tante volte in nazionale e con il club soprattutto per il carisma e per la facilità di svolgere tutti i ruoli, di essere sempre di aiuto”.

La presentazione del match

Ecco come le due squadre si presentano all’appuntamento. La Germania ha pareggiato 1-1 contro l’Italia nella gara di andata, 1-1 contro l’Inghilterra e non é andata oltre l’1-1 nemmeno nell’ultima sfida contro l’Ungheria. Si é qualificata al Mondiale essendo arrivata prima nel Gruppo J a quota 27 punti, con un cammino di nove partite vinte e una persa, con trentasei reti realizzate e quattro incassate. Nelle ultime cinque sfide ha vinto una volta e pareggiato quattro, con quattro gol fatti e sei presi. L’Italia é in testa al raggruppamento in quanto, oltre al pareggio contro la Germania, ha battuto l’Ungheria per 2-1 e pareggiato a reti bianche contro l’Inghilterra. Risultati che fanno ben sperare per il futuro e riscatta le recenti delusioni per la sconfitta per 3-0 rimediata dall’Argentina nella Finalissima e soprattutto per la mancata qualificazione ai Mondiali del Qatar 2022, battuta dalla Macedonia nella semifinale dei playoff. Il bilancio delle ultime cinque sfide parla di due vittorie, due pareggi e una sconfitta, con otto reti siglate e sette incassate. A dirigere il match sarà István Kovács, assistito da Vasile Florin Marinescu e Ovidiu Artene. Quarto arbitro Andrei Chivulete. Tutti di nazionalità rumena. Al Var ci sarà l’olandese Guillermo Jochem Kamphuis mentre assistente al Var sarà il connazionale Pol van Boekel.

QUI GERMANIA – Flick dovrebbe affidarsi al modulo 4-2-3-1 con Neuer tra i pali e difesa composta da Kehrer, Sule e Henrichs. In mezzo al compo Goretzka e Kimmich con Hofmanne eRaum sulle corsie esterne. Unica punta Werner davanti ai trequartisti Havertz e Muller.

QUI ITALIA –  Mancini dovrebbe rispondere col consueto modulo 4-3-3 con Donnarumma in porta e difesa formata al centro da Acerbi e Gatti e ai lati da Di Lorenzo e Spinazzola. A centrocampo Barella, Cristante e  Locatelli. Tridente offensivo composto da Pessina, Scamacca e Pellegrini.

Le probabili formazioni di Germania – Italia

GERMANIA (3-4-2-1): Neuer; Kehrer, Sule, Henrichs; Hofmann, Goretzka, Kimmich, Raum; Havertz, Muller; Werner. Ct. Flick.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Gatti, Acerbi, Spinazzola; Barella, Cristante, Locatelli; Pessina, Scamacca, Pellegrini. Ct. Mancini.

Dove vederla in TV e in streaming

L’incontro verrà trasmesso in diretta e in esclusiva su Rai Uno e in streaming su RaiPlay.