Giocatori poco utili alla causa. Ecco chi serve alla Roma

Il difficile inizio di stagione sta a dimostrare la scarsa vena di tanti giocatori, rimasti a Roma senza alcuno stimolo e solo per continuare a percepire stipendi che hanno poco a che fare con i risultati e le prestazione sul campo. Se non fosse stato per l’arrivo al foto finish di Marco Borriello, forse staremo a parlare di una Roma ancora più indietro in campionato e forse non più in lotta per il passaggio del turno in Champions.

Ecco che già da gennaio bisogna portare qualche ritocchino ad una rosa troppo logora soprattutto a centrocampo, con infortuni a valanga in questo inizio di stagione. Il nome sempre più gettonato di Valon Behrami, sembra aver perso di smalto. Il centrocampista svizzero è uno, anch’egli, dall’infortunio facile e in questo avvio di stagione non sta facendo tanto bene in quel di Londra sponda West Ham. Alla Roma servono giovani centrocampisti capaci di sacrificarsi e allo stesso tempo di impostare la manovra.

Gli anni per gli attuali titolari in quei ruoli passano, vedi Pizarro, Brighi, Perrotta, Taddei e anche Simplicio, tutti giocatori sui o sopra i trent’anni, il solo De Rossi in quella zona del campo è rimasto sotto la soglia. Vedi il Palermo su tutte, in soli due anni con pochissimi soldi è riuscito a portare in Italia gente del calibro di: Pastore, Hernandez, Ilicic e Bacinovic. Giocatori che superano a stento i vent’ anni e che ora valgono minimo il doppio di quanto sono stati pagati. Bisogna lavorare su quella strada, la Roma non ha la possibilità di acquistare grandi campioni affermati a cifre e stipendi esorbitanti, a meno che la nuova proprietà, si spera in arrivo il prima possibile, non voglia fare e regalare un bel sogno ai tifosi giallorossi.

[Pascal Desiato – Fonte: www.vocegiallorossa.it]