Gran Prix Aquabike Città di Chioggia 2024: i risultati

38

piloti campionato moto d'acqua 2024

Seconda tappa del Campionato Italiano Moto d’Acqua allo specchio d’acqua antistante l’arenile del Park Diga con oltre 120 piloti da tutta Italia

CHIOGGIA – Domenica 19 maggio alle ore 10.30 hanno preso il via le gare per le seconde manche delle competizioni della seconda tappa del Campionato Italiano Moto d’Acqua 2024 – Gran Prix Aquabike Città di Chioggia. Oltre 120 piloti provenienti da tutta Italia, dai più giovani alle donne e agli uomini, hanno gareggiato nel mare di Sottomarina, famosissima località, nella quale si svolgeva, fino a 10 anni fa,  la conosciutissima King of Diga, la competizione internazionale di moto d’acqua.

Le gare sono state disputate nello specchio d’acqua antistante l’arenile del Park Diga (Via San Marco – Sottomarina Lido). L’appuntamento è organizzato dall’A.S.D. Kanarin Experience, sotto l’egida della Federazione Italiana Motonautica C.O.N.I. . I migliori riders d’Italia, campioni di Freestyle, di circuito Ski, Runabout ed Endurance, si sono confrontati in sfide spettacolari, tenendo il pubblico con il fiato sospeso.

Le categorie e le 20 classi che hanno gareggiato sono state:
Runabout F1, Runabout F1 Veteran, Runabout F2, Runabout F4, Runabout F4 Femminile, Runabout Novice. Spark Giovanile 12-14, Spark Giovanile 15-18. Ski F1, Ski F1 Veteran, Ski F2, Ski F4, Ski Open, Ski Superjet , Ski Giovanile 12-14, Ski Giovanile 15-18. Freestyle Pro, Endurance F1, Endurance F2, Endurance F3.

Dopo le prove libere le competizioni della giornata conclusiva di questa seconda tappa del Campionato Italiano Moto d’Acqua 2024 a Chioggia, si sono aperte alle 10.30, con la categoria Freestyle. Sandro Sardelli è stato il primo pilota a scendere in pista, l’acqua molto bassa non ha facilitato la gara, ma Sardelli ha fatto un’ottima esibizione, è stato poi il momento di Massimo Accumulo, Campione italiano 2023, che ha fatto una esibizione che ha lasciato il pubblico con il fiato sospeso, completando la sua prova molto bene e con un ottimo punteggio. Il pluri titolato tra campionati italiani, europei e mondiali, il grande Roberto Mariani ha poi iniziato i suoi 3 minuti esibizione, che gli hanno fatto aggiudicare la manche di oggi, al secondo posto si è posizionato Massimo Accumulo e al terzo Sandro Sardelli. La tappa è stata vinta da Roberto Mariani, secondo Massimo Accumulo, terzo Sandro Sardelli.

A seguire le seconde categorie a scendere in pista, domenica 19 maggio, sono state la Ski F4, la Ski Open che hanno gareggiato insieme. Partenza dal cancelletto 10 minuti + un giro. Molto pubblico sulla spiaggia ha seguito le gare di questa tappa in tutto il week end, con molto entusiasmo.
Una manche che ha visto in testa all’inizio Lino Brusadin e dietro di lui Davide Pontecorvo e in terza posizione Adriano Hirsch, mentre Carolina Vernata è caduta, dopo di lei, anche Brusadin purtroppo è caduto ed è passato in terza posizione. Questo ha permesso ad Adriano Hirsch di prendere la testa della gara, davanti a Pontecorvo ma quest’ultimo nonostante una caduta ha riconquistato la sua leadership. Hirsch lo ha poi inseguito ed è stato molto insidioso, dietro di lui la Vernata. Una caduta ulteriore di Pontecorvo lo ha costretto a ritirarsi, ed è passata in testa la Vernata e dietro di lei Hirsch. Nella Ski Open invece la Cgongor Yaszai ha fatto una bellissima gara tanto da vincere questa seconda manche, secondo Lajos Komonyi. La tappa ha riportato il medesimo risultato: Cgongor Yaszai primo e Lajos Komonyi secondo.

Per la Ski F4 la seconda manche ha visto posizionarsi al primo posto Carolina Vernata, al secondo Adriano Hirsch ed al terzo Lino Brusadin, ma la tappa è stata vinta da Lino Brusadin, secondo posto per Carolina Vernata e terzo per Adriano Hirsch.

Nel corso della mattinata il folto pubblico che dalla spiaggia ha seguito le gare, ha poi potuto applaudire i giovanissimi della categoria Spark Giovanile 12/14 anni (maschile e femminile), per una seconda manche di 8 minuti + 1 giro.

Dopo una bellissima partenza Ciro Taranto, che ha tenuto la testa della gara all’inizio della competizione, dietro di lui Alessio Ascione ed a seguire Andrea Bensa, Un’acqua mossa ha accompagnato i piloti per tutta la gara, Ascione è poi passato in testa superando Taranto mentre Bensa ha mantenuto la sua terza posizione avvicinandosi sempre più a Taranto, al quarto posto Aurora Filiberti..

La seconda manche è stata vinta da Alessio Ascione, dietro lui Ciro Taranto ed a seguire Andrea Fagiolo, il terzetto ha confermato le posizioni, hanno vinto la tappa: primo Alessio Ascione, secondo Ciro Taranto e per Andrea Fagiolo terzo posto.

Si è poi disputata la 2° manche della Ski Giovanile 15-18, una partenza da cancelletto a motori accesi, una buona prima partenza ha fatto iniziare subito la competizione, nella quale hanno gareggiato solo 4 piloti data l’assenza di Michela Tiozzo nelle gare della domenica 19 maggio. Carolina Vernata fin dall’inizio della manche è stata in testa, dietro di lei Adriano Hirsch, terzo Antonio Retta e quarta Adele Tommasini. Anche negli alternativi la Vernata ha tenuto un buon distacco dagli altri, Adriano Hirsch è stato costretto a chiamare l’assistenza ed a fermarsi, ma poi è ripartito per buttarsi all’attacco della Vernata, che ha mantenuto la testa della gara con un distacco notevolissimo. Adele Tomassimi ha poi superato Retta passando in seconda posizione e avvicinandosi alla Vernata.
Questa seconda manche ha visto trionfare per questa categoria Carolina Vernata, Adele Tomassini si è posizionata al secondo posto e Adriano Hirsch al terzo. Nel risultato finale Carolina Vernata ha confermato il primo posto ed ha vinto questa tappa, invece Adriano Hirsch ha avuto la meglio su Adele Tomassini e si sono posizionati rispettivamente al secondo ed al terzo posto.

E’ stata poi la volta della 2° Manche Runabout F2. Dopo una falsa partenza da cancelletto per Giuseppe Risolo che è stato penalizzato dai giudici, che lo hanno poi fatto partire dietro ed a motore spento, incontrando così acqua sporca.

All’inizio della gara è stato in testa Michele Marras, dietro di lui Alessandro Fracasso che si è poi messo all’attacco di Marras ed a seguire Stefano Castronovo. E’ caduto Giorgio Viscione che viene assistito ed è ripartito. Una gara complessa per questi bolidi a causa della acqua molto mossa. Fracasso ha superato poi Marras, e Castronovo si è poi posizionato dietro quest’ultimo, il terzetto si è distaccato dagli altri piloti.

Questa seconda manche è stata vinta da Alessandro Fracasso, secondo Michele Marras e terzo Stefano Castronovo. Sul podio di questa tappa, per la categoria Runabout F2: Alessandro Fracasso primo, dietro di lui Michele Marras e terzo Giorgio Viscione, quest’ultimo ha conquistato il podio, grazie alla sua eccezionale prima manche di sabato 18 che lo ha visto secondo, nonostante la sfortunata seconda manche di domenica 19 maggio.

A seguire la 2° della Ski F2 -Ski Superjet, 12 minuti più un giro di gara, per questa categoria. Un prima partenza regolare, ha visto Ugo Guidi in testa e Naomi Benini dietro di lui, a seguire Luca Pilot e Maicol Bettucci dietro in quarta posizione, quest’ultimo, nonostante una caduta ha poi superato Pilot, che a sua volta lo ha successivamente ripreso. Ha vinto questa seconda manche per la categoria Ski F2 Ugo Guidi, secondo posto per Naomi Benini, terzo per Luca Pilot, il terzetto ha confermato le posizioni nel podio, la tappa è stata vinta da Ugo Guidi, dietro di lui Naomi Benini ed al terzo posto Luca Pilot. Invece per la categoria Ski Superjet hanno vinto la seconda manche Matteo Benini, secondo Andy Trasmondi e terzo Alessio Ascione, anche in questo caso il terzetto si è confermato, i vincitore di questa tappa sono stati Matteo Benini, Andy Trasmondi e Alessio Ascione.

La mattinata di gare si è conclusa con la 2° manche dell’Endurance F1 ed F2 30 minuti + 1 giro di gara per questi bolidi, una gara molto lunga che ha visto conquistare la seconda manche per l’Endurance F1 a Emanuele Masala primo, Matthias Giraldo secondo ed Ezio Lucchese terzo. La tappa è stata vinta da Emanuele Masala, secondo posto per Ezio Lucchese e terzo per Fabio Guarda.

Per l’Endurance F2 Slobodan Sobic ha vinto invece la manche, Gaetano Costagliola è arrivato secondo e Franco Zanon terzo. La tappa è stata vinta da Gaetano Costagliola, secondo posto per Slobodan Sobic e terzo per Franco Zanon.

Dopo un intervallo, le competizioni sono riprese nel primo pomeriggio con la seconda manche della categoria Spark giovanile 15-18 anni, 10 minuti più un giro. Una gara emozionante e di grande tensione. Dopo una partenza che ha visto la Ludovica Urlo in testa, seguita da Daniele Ascione, quest’ultimo l’ha superata, dietro di loro al terzo posto Antonio D’Angelo. Ascione si è poi distanziato mantenendo la testa della gara per tutta la manche e vincendola.

La manche per la Spark giovanile 15-18 anni è stata vinta da Daniele Ascione, seconda Ludovica Urlo e terzo posto per Antonio D’Angelo. La tappa per questa categoria ha visto sul podio al primo posto Ludovica Urlo, secondo Daniele Ascione e terzo Antonio D’Angelo.

Nella 2° Manche della Ski giovanile 12-14, 8 minuti più un giro di gara, sei piloti in pista. Alessio Ascione con il n.9 ha tenuto la testa della competizione per tutta questa seconda manche, seguito da Eros Brusadin. Guida in piedi e manubrio basculante per questi giovanissimi, una caduta in acqua in virata della giovane Aurora Filberti. Ascione con un’ottima guida ha gareggiato sempre in testa, distaccandosi notevolmente dal resto dei piloti, grazie alla sua ottima guida.

La manche è stata vinta per la Ski giovanile 12-14 da Alessio Ascione, secondo Eros Brusadin e terzo Gabriele Dragone, si confermano sul podio di tappa per questa categoria primo Alessio Ascione, secondo Erso Brusadin terzo Gabriele Dragone.

Nella 2° manche della Runabout F4 12 minuti + un giro per questa categoria. Arianna Urlo, Ilaria Vanni e Davide Pontecorvo, sono stati il terzetto che per tutta la gara, si è battuto per il podio in questa manche, mentre Davide Santini li ha seguiti al quarto posto. Pontecorvo ha poi attaccato la Vanni, conquistando la seconda posizione e confermandola nel risultato della manche.

Ha vinto la manche per la categoria Runabout F4 Arianna Urlo, secondo posto per Davide Pontecorvo e terza posizione per Ilaria Vanni.

La tappa per questa categoria ha visto al primo posto Arianna Urlo e al secondo Davide Pontecorvo, invece la terza posizione è stata conquistata da Antonio Pontecorvo.

Nella 2° manche della Runabout F4 Femminile/F4 novice una partenza regolare. In testa Nicole Cadei, che ha dato il ritmo alla gara, seguita da Naomi Benini, terza posizione per Ilaria Vanni e quarta per Ludovica Urlo. La Cadei si è distaccata dal resto dei piloti, mentre si è assistito ad un grande confronto fra la Benini e la Vanni che si sono affiancate più volte, ma la Benini ha mantenuto la seconda posizione, mentre la Vanni si è dovuta accontentare della terza. Per la Runabout F4 Novice la manche è stata vinta da Nicole Cadei, secondo posto per Ludovica Urlo e terzo per Alessandro Urbinati. Anche in questo caso il terzetto ha confermato il podio, vincendo la tappa nelle stesse posizioni per la Runabout F4 Novice: Nicole Cadei prima, Ludovica Urlo seconda e terzo posto per Alessandro Urbinati. Invece per la Runabout F4 Femminile la manche è stata vinta da Naomi Benini, secondo posto per Ilaria Vanni, stesse posizioni nel risultato di tappa ha vinto Naomi Benini, seconda Ilaria Vanni.

A seguire 2° manche della Ski F1/F1 Veteran, 15 minuti più un giro. Grande performance per questi piloti che hanno visto primeggiare e vincere questa manche per la Ski F1 Veterans Ugo Guidi, secondo Andreas Reiter e terzo Giuseppe Casarola. La tappa per questa categoria ha visto sul podio gli stessi piloti Ugo Guidi primo, Andreas Reiter secondo e terzo Giuseppe Casarola.

Per la Ski F1 la manche è stata vinta da Matteo Benini, secondo posto per Andrea Guidi, terzo per Daniele Piscaglia. Confermano le posizioni nel podio di tappa per questa categoria Matteo Benini, secondo posto per Andrea Guidi e terzo per Daniele Piscaglia.

La manche della categoria Runabout F1-F1 Veteran, ha concluso la tappa. Partenza da cancelletto regolare, una gara con ritmi vertiginosi ha visto Pier Paolo Terreo tenere la testa della gara, seguito da Manuel Reggiani, dietro di lui Matthias Giraldo fin dalla partenza, Davide Di Maio in quarta posizione ha tentato invano di superare Giraldo non riuscendoci.

La manche per la Runabout F1 Veterans è stata vinta da Pier Paolo Terreo, Giuseppe Greco e Andrea Panzini. Pier Paolo Terreo ha vinto la tappa, per questa categoria, seguito da Lorenzo Benaglia che ha conquistato il secondo posto e da Giuseppe Greco al terzo. Invece per la categoria Runabout F1, la manche è stata vinta da Pier Paolo Terreo, secondo Manuel Reggiani e al terzo posto Matthias Giraldo e la tappa è stata vinta da Pier Paolo Terreo, secondo Manuel Reggiani e terzoa Davide Di Maio.

Dopo la tappa di Chioggia, la terza tappa del Campionato Italiano Moto d’Acqua si terrà ad Ancona l’8-9 Giugno, la quarta a Santa Cesarea (LE) il 7-8 settembre e la quinta ed ultima tappa sarà a Fiumicino il 21-22 settembre.